Archive

Archive for April, 2010

sweep ai braves

April 27th, 2010 No comments

Arriva finalmente una serie di vittorie importanti e che danno morale.

3 w contro i Braves, rivali divisionali, che ci riportano alla soglia di galleggiamento e fanno emergere alcuni punti positivi.

Intanto continuiamo a registrare il buon momento dei nostri pitchers. Dai partenti al bullpen le presatazioni sono di notevole spessore. In gara 1 anche Maine dà qualche piccolo segnale di miglioramento tanto che la decisione di toglierlo dalla rotazione continua ad essere rimandata. John esce per un piccolo infortunio e viene sostituito da un Takahashi straordinario che in 3 IP ottiene ben7 SO e la W finale. Forse la più bella uscita di Hisanori da quando veste la nostra maglia. Partita da ricordare anche per il primo homerun in MLB per Ike Davis, solo shot contro Kawakami e altra pallina in bacheca.

Niese si conferma solido e sicuro anche se in gara 2 mostra qualche problema di controllo: 5 BB ma anche 6 SO. Peccato che lanci molto e che quindi arrivi solo a 5.1 IP ma si notano miglioramenti e soprattutto quella curva inizia ad essere decisamente efficace se usata nei momenti giusti, chiedere a Chipper per conferma.

Una bella rimonta porta K-Rod al nono e il nostro colser non delude e la porta a casa.

In gara 3 Pelfrey tiene a bada l’attacco dei Braves non scalfendo la sua ERA che inizia ad essere decisamenteinteressante: 0,69. Lancia tanto anche lui e al quinto scenderebbe dal monte rilevato da Valdes che ha solo il tempo di lanciare uno strike prima che il diluvio si abbatta su New York e impedisca il proseguimento della partita, che finisce con la vittoria dei Mets grazie al punto segnato da Reyes nel primo inning. Quel lancio di Valdes toglie a Pelfrey il complete game, anche se decisamente corto.

Reyes batte al terzo spot del lineup. Questo dovrebbe portare ad un miglioramento dei lanci visti da Bay, che batte dietro di lui, ma anche uno sfruttamento di altre caratteristiche di Josè. Certo il nostro SS non sembra esattamente un Rbi man, ma ha avuto un impatto decisamente interessante in questa serie. Se consideriamo anche che Bay va 5-8, probabilmente qualche vantaggio da questo spostamento è stato preso.

Ancora in difficoltà Wright anche se in difesa sta giocando molto bene. E’ necessario pazientare.

Da questa sera ospitiamo i Dodgers  che non stanno affrontando un periodo brillantissimo. Per noi partiranno Santana, Perez e Maine.

Categories: Regular Season 2010 Tags:

la serie contro i Cubs

April 24th, 2010 No comments

La serie contro i Chicago Cubs appena conclusasi è stata importante per varie ragioni.

Intanto l’abbiamo vinta. E questa è già di per se una notizia. Era su 4 gare e siamo riusciti a portarne a casa 3. E’ vero, i Cubs di adesso sono in difficoltà quanto lo siamo noi. Ma vincere la serie significava molto. Significava ritornare a sperare in una stagione da terminare la massimo a settembre e non a giugno.

Significava la chiamata, da un certo punto di vista clamorosa, di Ike Davis dal AAA. Quello stesso Davis che stava facendo incetta di valide e doppi a Buffalo, che è un prima base di ruolo e che soprattutto, a nostro parere, non ha aggiunto solo tecnicamente alla squadra ma anche a livello di impatto psicologico. Ovvio che non è la presenza di Davis ad aver portato a casa 3 W, ma di sicuro Ike rappresenta il futuro. Rappresenta la speranza per quello che sarà domani. Ike non deve essere messo sotto pressione come se fosse il salvatore della patria, ma deve sentire che può diventare un giocatore importante già da quest’anno.

La serie ha portato anche la prima salvezza di K-Rod. Stava impazzendo Rodriguez senza l’adrenalina dell’ultimo inning da portare a casa. Fino ad oggi non aveva avuto opportunità se non nella famosa gara dei 20 inning contro i Cards. Lì l’aveva bruciata ma dopo aver fatto almeno 100 lanci di riscaldamento per poi non entrare mai. K-Rod ha dimostrato di esserci, ha fatto intendere ” arrivate al nono in vantaggio, come e di quanto non è un problema, io ci sono“. Saperlo ci rende tutti più tranquilli.

Mi preme sottolineare anche le buon prestazioni del nostro monte. Pelfrey ha lanciato contro Zambrano un match da veterano. Davvero bravo. Bene Niese e Santana. Le note poco positive arrivano da Maine che continua a faticare nel ritrovare la brillantezza di un tempo.

Wright e Bay ancora non pervenuti.

Ora sotto con i Braves.

Vi lascio con questa perla acrobatica di Davis.

Categories: Regular Season 2010 Tags:

gara 2 vs i Cards nella storia

April 19th, 2010 No comments

Termina anche la serie contro i Cardinals: la perdiamo 2-1.

Poche note positive, molte quelle negative.

Portiamo a casa la partita che dovevamo obbligatoriamente vincere in quanto sul monte saliva Santana. Ma la vinciamo in modo incredibile, epico e spettacolare. Partita che va per 20 inning e che va anche ogni oltre ragionevole circostanza. Due attacchi zittiti da pitchers in pomeriggio/nottata di grazia. 7 ore di baseball puro, pitching duel esasperato. Iniziano Santana e Garcia a darsi battaglia a suon di strikeout. Poi lasciano spazio ai rilievi fino a terminarli. Da antologia vedere i Cards mettere sul monte 2 position player. Primo punto segnato che arriva solo al 19° inning. Sono i Mets a segnarlo. Bene. C’è K-Rod nel bullpen che scalda il braccio da almeno una decina di inning. Ed infatti pagherà questo con la prima BS della stagione. Se consideriamo il fatto che era anche la prima situazione da salvare che capitava a Rodriguez, confermiamo che la partita aveva qualcosa di mistico intorno a se.

Si va al 20°. Di nuovo i Mets in vantaggio. Tutti pensano di nuovo a K-Rod ed invece no. Va Big Pelf che conquista dopo 7 ore di partita la sua prima salvezza in carriera.

Latitanti per tutta la serie Bay e Reyes con qualche sprazzo di luce di Wright. Il resto non è commentabile.

Record che si assesta sul 4-8. Ultimi nella division ma la classifica è meglio non guardarla. Si spera che Bay torni quello di Boston e che Wright faccia Wright. Reyes in rodaggio ci può stare, l’importante è che ad un certo punto finisca.

Jacobs DFA, è quasi ora di Ike Davis.

Categories: Uncategorized Tags:

2-5, inizio in salita

April 14th, 2010 No comments

Con quella di ieri sera in Colorado le sconfitte di questo primissimo scorcio di stagione sono salite a 5. In un certo senso si potrebbe anche sorvolare sul numero delle partite e sulla classifica dato che ci sono ancora 5 mesi e mezzo di RS davanti a noi. Ma non è qui il nocciolo della questione.

Il problema è che abbiamo visto una squadra totalmente disunita. In tutte le partite, anche quelle che poi hanno portato una W.

Vorrei fare però una distinzione. Se il lineup è comunque formato da giocatori che, dati alla mano, possono fare pensare positivo, il pitching conferma le sue enormi lacune.

Purtroppo in questo momento non sta funzionando nè uno nè l’altro ma soprattutto abbiamo un Manager che non sa da che parte indirizzare la squadra. Non è bello sentirgli dire che contro i Nats non tutti hanno rispettato le indicazioni di come gestire i “temibili” lanci di Livan Hernandez. Probabilmente questo è il primo sintomo della tensione e della poca fiducia che si respira nel dogout.

Ma veniamo alla partita di ieri, sconfitta 11-2, perchè gli spunti sono interessanti.

Al termine del match, che ha visto Maine sfoderare forse una delle peggiori prestazioni da quando lo vedo lanciare con la nostra maglia, Manuel ha dichiarato:

  • C’è preoccupazione per le prestazioni di Maine. Ha qualcosa che sicuramente non va.
  • Quello che non va non è da ricercare in problemi di salute.
  • Valuterà la sua posizione all’interno della rotazione.
  • I Mets sono una buona squadra, hanno solo bisogno di rtrovare alcuni meccanismi.

Quindi è preoccupato per le prestazioni di Maine, come lo era per quelle di Perez il quale, a suo dire, non era riuscito a sviluppare i miglioramenti che gli erano stati richiesti. E sono già due SP che preoccupano. Niese non è certo una sicurezza, non fosse altro che per i pochi inning lanciati in MLB. Chi rimane? Santana e Pelfrey. Bene. Quindi un problema di rotazione esiste. Bene. Ma perchè viene ammesso solo ora?

A questa domanda non ci sarà mai risposta, purtroppo.

Quindi prepariamoci a vedere un ritorno di Mish o Nieve come SP per dar modo a Maine di ripensare e ritrovare lucidità.

Ancora due partite in Colorado: Niese – Cook e Pelfrey -De La Rosa.

Poi ci ritroviamo.

Categories: Regular Season 2010 Tags:

2 vinte – 2 perse

April 10th, 2010 No comments

2-2 dopo le prime 4 partite del campionato 2010.

Dell’Opening Day abbiamo detto nel post sotto. In gara 2 e gara 3 purtroppo sono emersi i soliti problemi di rotazione. I partenti vanno corti concedendo troppo e l’attacco si addormenta. Ho visto un Maine molto in difficoltà nel cercare di alternare i suoi lanci. Torna è vero dopo un periodo lungo di inattività e gli vanno date le attenuanti del caso ma deve iniziare a far muover un po’ quella sua fastball che rimane sempre troppo alta in mezzo al piatto.

C’era invece grande attesa per l’esordio di Niese in gara 3. Attesa per vari motivi, primo fra tutti quello di capire quale possa essere il futuro di questo talentuoso ragazzo. Anche lui, ovviamente, veniva da un infortunio serio ma alla fine s l’è cavata bene andando per 6 IP concedendo poco e solo 3 punti. E’ stato sfortunato perchè l’attacco non l’ha supportato a dovere e ha preso quindi anche la L. Ma le note positive ci sono e va assolutamente rivisto alla prossima partenza.

Sul fronte attacco luci ed ombre per Wright e Bay ai quali si richiederebbe un po’ più di incisività, mentre ottime notizie arrivano da Francoeur e Barajas autori in gara 1 contro in Nats di due HR a testa.

Male Jacobs che davvero in questo momento fa rimpiangere il peggior Murphy.

Da questa sera per i Mets inizia un secondo campionato. Finalmente dopo quasi un anno Josè Reyes sarà in cima al lineup. Potrebbe essere il primo di importanti recuperi, il rientro che segna la linea i confine tra l’inferno e il paradiso. Da qui si riparte. E se anche Josè questa sera andrà 0-4 oggi non importerà più di tanto. Oggi vedere il suo nome scritto lì darà a tutti noi motivo di crederci.

Forza Josè! Let’s go Mets!

Categories: Regular Season 2010 Tags:

wright primo HR, bay primo triplo

April 7th, 2010 No comments

Trascinati da Santana, Wright e Bay i New York Mets entrano nella stagione 2010 con un prepotente 7-1 ai danni dei Florida Marlins.

Sembrava tutto perfetto lunedi sera. Giornata ideale per giocare a baseball, fino all’arrivo di un fastidioso vento.

Molta la curiosità di vedere all’opera i nuovi volti di quest’anno che per scelta e per necessità si affacciavano per la prima volta al Citi Field.

Johnson non è mai stato clemente contro la nostra fanchigia ma questa volta al piatto lo dominiamo.

Apre bene Santana che mette in chiaro che l’operazione è cosa passata è che lui è tornato lui. 6 IP solidissimi con sole 4 H concesse e 5 SO. Le 2 BB pesano sul suo conto perchè dimostrano forse ancora una leggera difficoltà nelle circostanze più critiche.

Wright segue il suo pitcher e la butta fuori in campo opposto come vorremmo vedergli fare più spesso quest’anno. 2 punti che spianano la strada, che danno il segnale che i Mets all’Opening Day ci sono arrivati, che mettono dietro le spalle, anche se solo per le 3 ore della partita, i dubbi e le preoccupazioni. David sembra più tonico nel fisico, sembra “vederla meglio”. Non sono 4 at-bat che fanno una stagione ma di Wright, del miglior Wright, i Mets ne hanno assoluto bisogno.

La citazione la merita anche Jason Bay. Dobbiamo ancora abituarci a riconoscere la sua stance al piatto, ma lo faremo molto in fretta. Conferma il suo ST, va 2-4 con un triplo profondissimo ed una velocità sulle basi che sembra stupire. Bravo a non andare in crisi dopo il primo SO subito. Non deve battere quinto, perlomeno fino a quando non rientra Beltran.

Le note negative esistono, non sono scomparse. Hanno nomi e movenze ma oggi si parla solo di Mets.

Questa sera bis contro i Marlins attendendo notizie da PSL, dove Reyes ha giocato tutti e nove gli inning andando 2-4 e dove Beltran continua la sua rincorsa verso il CF.

Maine vs Nolasco, poi Niese, Pelfrey e Perez. Il nostro monte ci dirà quali dovranno essere le aspettative per quest’anno e quali le sofferenze.

L’HR di David Wright

Categories: Regular Season 2010 Tags:

Opening Day

April 5th, 2010 No comments

Opening Day questa sera per i nostri Mets contro i Florida Marlins. Finalmente termina lo ST che negli ultimi giorni non fa altro che creare maggiore attesa di quella che già c’è dopo circa 6 mesi di astinenza.

Ultime novità per quel che riguarda i presenti alla partita inaugurale.

Con l’infortunio di Murphy sarà quasi certamente Jacobs a difendere il cuscino di prima. Ma la cosa che realmente non si capisce è il suo collocamento al 4 spot del lineup, tra Wright e Bay. Uno dei nostri slugger più forti dietro a Jacobs. Sono quantomeno  perplesso.

Manuel ha dichiarato che fino al rientro di Murphy la prima base se la divideranno Jacobs e Tatis a seconda del partente degli avversari.

Catalanotto vince l’ultimo ballottaggio con Carter per un posto nei 25. Anche questa è una decisione che non mi trova d’accordo. Carter avrebbe avuto mille ragioni per non entrare nel roster dell’opening day ma non quella che lo vede con meno esperienza del veterano. Purtroppo è un discorso già affrontato ma sembra che a Manuel vada bene così.  Tra l’altro Carter ha disputato un ottimo ST, spero abbia la sua occasione perchè potrebbe rivelarsi una sorpresa.

K-Rod è rientrato dal Venezuela ed è con i compagni. Purtroppo un brutto incidente ha visto protagonisti due suoi fratelli. La mente non sarà completamente libera per ovvi motivi ma è molto importante che lui ci sia. Credo che mai come quest’anno l’affidabilità del nostro closer sia fondamentale per l’andamento della stagione in quanto credo che molte partite si giocheranno sul filo di lana, punto a punto, e sapere di poter contare sul miglior K-Rod potrebbe essere una carta importante.

Barajas e Blanco saranno i due catcher.

Cora leadoff non mi piace assolutamente. .313 di OBP in carriera la dice lunga sulla scelta di Manuel. Avrei preferito vedere Pagan in cima al lineup e, di conseguenza, non vedere Gary Matthews Jr in CF.

Santana sembra stare molto bene. Ha fiducia e si sente carico.

Per riassumere, ecco il molto probabile lineup:

1. SS Alex Cora
2. 2B Luis Castillo
3. 3B David Wright
4. 1B Mike Jacobs
5. LF Jason Bay
6. CF Gary Matthews Jr.
7. RF Jeff Francoeur
8. C Rod Barajas
9. SP Johan Santana

Domani analizzeremo nel dettaglio l’esordio dei nostri ragazzi. Per li momento vi lascio con la consapevolezza di apprestarci a vivere una stagione lunga e difficile ma senza mai smettere di tifare.

LET’S GO METS!!

Categories: ST 2010 Tags:

chi gioca in prima?

April 2nd, 2010 No comments

Mancano ormai solo 3 giorni all’inizio della nuova stagione ed è quindi ora di prendere le ultime decisioni.

Intanto dobbiamo confermare che Reyes e Murphy inizieranno la stagione in DL. il primo dovrebbe rientrare dopo 6 partite mentre per il secondo non è ancora chiaro il tempo di recupero dall’infortunio al ginocchio patito in una delle ultime uscite dello ST.

A questo punto si apre il toto sostituiti. Se per Reyes dovrebbe essere abbastanza scontata la sostituzione con Cora, nonostante un bellissimo ST di Tejada, per il secondo la situazione è un po’ più complessa. Infatti per la prima base, teoricamente, i possibili sostituiti potrebbero essere Jacobs, Tatis e nelle ultime ore si è fatto anche il nome di Carter, arrivato ai Mets grazie alla cessione di Wagner ai Red Sox lo scorso anno.

Chi sarà il prima base titolare all’Opening Day?

Il favorito, nella testa di Manuel, sembra essere Jacobs, secondo lui più “veterano” del ruolo. Difficile che possa essere Tatis, il quale ha giocato sempre poco in quel ruolo e lo ricopre normalmente in condizioni di estrema necessità. Carter potrebbe essere un’alternativa, rischiosa, ma pur sempre un’alternativa. Ha giocato un ottimo ST, battendo  .393 con una OBP di .433. Uno con questi numeri non può non essere perlomeno preso in considerazione in una condizione di emergenza come questa.

Scontata la non chiamata di Davis dalle Minors, Minaya ha detto che non interessa portarlo su per poi rimandarlo giù appena rientra Murphy.

Altre due notizie allarmanti in vista dell’inizio della stagione: Maine durante la partita di ieri ha avuto un problema intestinale. Si stanno compiendo gli accertamenti del caso e ancora non è chiaro se la cosa è preoccupante oppure no.

K-Rod ha abbandonato i compagni per volare in Venezuela per ragioni assolutamente personali. Spera di rientrare per l’Opening Day.

Riassumendo, iniziamo la stagione con Reyes, Beltran e Murphy in DL, Rodriguez e Maine in forse.

Sembra un film già visto. Speriamo che il finale possa essere diverso.

Categories: ST 2010 Tags: