Archive

Archive for June, 2010

l’interlega ci sorride

June 29th, 2010 No comments

Vinciamo altre due serie di interlega contro i Detroit Tigers e Minnesota Twins. Decisamente importanti queste 4 w ottenute in sei partite perchè dimostrano la buona forma del lineup e al tempo stesso l’affidabilità dei nostri pitcher che in questo momento tengono bene “il monte”.

Al termine di questo mese di giugno in cui ci siamo confrontati con le squadre di AL non possiamo che ritenerci soddisfatti. Potevamo crollare definitivamente ed invece abbiamo dato segnali importanti. Perdiamo solo la serie allo Yankees Stadium. Per il resto vinciamo tutte le serie:

– sweep a Baltirmora

– sweep a Cleveland

– 2-1 al City sui Tigers

– 2-1 al City sui Twins

Se consideriamo anche le prime Subway Series della stagione sono 5 serie vinte su 6 contro le squadra dell’altra lega.

La cosa non può che essere positiva. Ma cosa ci lascia questa Interlega?

Mettendo da parte i soliti discorsi sull’utilità di questi confronti che hanno un loro senso forse solo dal punto di vista economico per le squadre più che un reale valore per la determinazione delle classifiche finali, per i Mets ci sono stati alcuni punti oscuri.

Primo fra tutti è la situazione del nostro ACE, Santana. Due sconfitte consecutive contro Yankees e i suoi vecchi compagni dei Twins. Di per se le due L non dovrebbero dimostrare nulla. Ma la sensazione, confermata dai numeri, è che Johan abbia perso efficacia nei lanci. Lui stesso ha ammesso di avere delle difficoltà di meccanica che non riesce a correggere dopo l’operazione subita ad Agosto del 2009.

All’inizio si era notato un rallentamento della fastball che non è mai un bel segnale per un pitcher. Si parlava di inevitabile declino ma in questo momento la situazione è più critica. L’ERA è la più alta dal 2000 e se la FIP a 3,84 potrebbe essere un segno positivo è preoccupante la xFIP a 4,67. Drastico abbassamento dei K che presuppone una migliore lettura dei battitori della sua “batteria” fastaball – cambio.

Santana e il pitching staff devono lavorare molto per ritornare su livelli accettabili perché la squadra non può prescindere dal suo miglior pitcher.

L’altra tegola è l’infortunio di Pagan. Sembrava una cosa di un giorno, avevano assicurato un suo ritorno lampo nel lineup ed invece con ieri sera sono 4 le partite che Angel ha già saltato. Questa situazione fa tornare qualche ombra dal passato, all’infortunio di Reyes. Roba da poco si diceva, tornerà prestissimo. Ed infatti l’hanno fatto rientrare troppo presto tanto che Josè ha saltato tutta la stagione. Non dovrebbe essere il caso di Pagan ma con i nostri medici meglio non scherzare.

Tra le note negative spiccano anche quelle positive e si chiamano Reyes e Wright. Finalmente Josè è tornato ad essere decisivo e devastante nel suo ruolo di leadoff e i numeri iniziano ad avere una buona consistenza: .274 di AVG, .324 di OPB e wRC+ a 108 ma in aumento. 19 SB e colto rubando solo 2 volte. Se qualcuno si chiede cosa abbiamo perso nel 2009 senza di lui qui trova le risposte.

Intanto David lotta nella classifica degli RBI con i migliori della lega. Primo in NL con 61, secondo in MLB dietro solo ad un fantasmagorico Miguel Cabrera. SLG a .542, la seconda più alta in carriera e wRC+ a 151 lo proiettano nell’olimpo dei migliori.

Riprendono gli scontri contro le rivali di division. In Portorico 3 partite contro i Marlins per non perdere contatto dai Braves.

Categories: Regular Season 2010 Tags:

Subway series agli Yankees: 2-1

June 21st, 2010 No comments

Perdiamo la serie contro gli Yankees, 2-1. Dopo aver vinto la prima partita non riusciamo, soprattutto in gara 3, ad impensierire troppo sia Hughes che Sabathia in versione stellare.

In gara 1 un’altra ottima prestazione di Takahashi che si prende la W e lancia davvero bene senza concedere punti all’attacco degli Yankees. A giugno ha fatto 3 partenze mantenendo un’ERA di 2,95 e una AVG .235. Concede pochissime BB solo 5 in 18 IP a fronte di 10 SO. Decisamente solido. Non dico una sicurezza perché voglio aspettare ancora qualche ininng ma decisamente una bella scoperta.

Non benissimo invece i nostri numero 1 e 2. Big Pelf concede 5 punti e nonostante un Reyes in formato 2 homeruns, perdiamo la partita. Mike va comunque per 7 IP ma le 3 BB dimostrano come non fosse decisamente la sua serata. Il nostro attacco riesce a toccare un Hughes non proprio in pieno controllo ma non basta. Lo scontro tra giovani lo vince quello degli Yankees.

Nello scontro fra titani di domenica Sabathia batte Santana, il quale lancia in modo discreto per 5 inning. Nel terzo invece va un po’ in confusione, riempie le basi e regale a Tex una palla in mezzo al piatto che lo slugger avversario non vede l’ora di buttare fuori. Qui il fulcro della partita. Un lancio sbagliato nel momento sbagliato e match andato: 4-0. Per il resto, forse con un po’ troppi lanci, Santana tiene a bada il lineup avversario. Mantiene l’ERA a 3.31 e la FIP a 3.80. Come al solito non ha troppo supporto da un attacco completamente in balia di CC.

Una serie di riposo per Wright e Reyes. Ho visto un po’ in difficoltà Davis contro i mancini forti. Di Bay non so più che cosa dire. Se guardiamo i numeri, esclusi gli homerun, non sono brutti ma da sempre l’idea di essere al di fuori di ciò che succede alla squadra. Mi piacerebbe vederlo maggiormente coinvolto e un po’ più decisivo. Per il momento una mina vagante.

Ora si torna al City Field. Due serie difficili contro Tigers e Twins.

Si parte domani, Niese sfida Verlander.

Categories: Regular Season 2010 Tags:

mejia in AA

June 20th, 2010 No comments

E finalmente dopo 3 mesi di RS arriva la notizia più attesa: Mejia andrà in AA a “studiare da partente.

Erano state spese fiumi di parole sulla situazione di questo ragazzo che aveva avuto nel 2009 un’ottima stagione nelle minors. Durante lo ST del 2010 Manuel è rimasto affascinato da Mejia soprattutto per la sua capacità di controllare lanci a 96-97 mph. Lo fa entrare nei 25 dell’Opening Day e da quel giorno fino ad oggi lo tiene nel bullpen facendogli piazzare questi numeri: 3.38 ERA, 16 SO, 15 BB con una FIP di 4.93. Il tutto in 26.2 IP.

Durante la sua permanenza nel bullpen Manuel più volte gli ha consigliato di continuare a lanciare la sua fastball, lancio ben sviluppato da Mejia, tralasciando gli altri. Probabilmente la sua idea era quella di farlo crescere per diventare il closer del futuro.

Ma un potenziale come il suo sarebbe stato sprecato solo per il bullpen. Il ragazzo deve scendere per sviluppare i suoi lanci secondari. Non è una bocciatura ma un investimento per il futuro e probabilmente non avrebbe dovuto fare neanche questi tre mesi in MLB.

Speriamo non sia troppo tardi e che il talento che Mejia ha fatto intravedere possa avere la meglio sulla discutibile gestione di questo giovane pitcher.

Categories: Mejia, Regular Season 2010 Tags:

è ancora sweep, agli indians

June 20th, 2010 No comments

Che cosa ci lascia questa seconda serie di interlega contro i Cleveland Indians?

Intanto altre 3 W, fondamentali. Facciamo il nostro lavoro in pieno e mentre Atlanta e Philadelphia faticano contro Tampa e Yankees noi mettiamo in tasca W che si riveleranno fondamentali alla fine. e questo a livello di classifica.

Per il resto ci rimane una sensazione positiva in tutti i settori. Bene il pitching anche se non stellare, molto bene il linaup che aiuta il monte di lancio.

3 vittorie dei tre partenti: Santana, Niese e Dickey con quest’ultimo che stupisce sempre di più. Quinta vittoria per lui su sei partenze e un’ERA di 2.82, che abbinata ad una FIP di 3.13 ci indica che Dickey sta lanciando bene e potrebbe persino assestarsi su questi numeri. Importantissimo per i Mets aver trovato un partente nell’anno buono in grado di aiutare Santana e Pelfrey, per ora i i più solidi della rotazione.

Impossibile non citare due giocatori per questa serie: Davud Wright e Josè Reyes.

Il primo è tornato quello che conoscevamo. Ottima media battuta e slugging che si impenna come deve essere. Senza considerare il fatto che è il leader in NL per RBI.

Il secondo sembra finalmente uscito dall’empasse del dopo infortunio. Oltre alla media battuta anche la OBP fortunatamente inizia a crescere ed è questa la cosa più positiva per il nostro leadoff. WRC+ che sale a 106.

La nostra stagione passa inesorabilmente dagli umori di questi due giocatori.

Categories: Regular Season 2010 Tags:

comincia bene l’interlega: sweep a Baltimore

June 15th, 2010 No comments

Arrivano 3 W dalla trasferta di Baltimora. Non certo una delle trasferte più difficili vista la situazione poco piacevole in cui versano gli Orioles, ma non dimentichiamoci che il nostro ruolino lontano dal City Field è tut’altro che invidiabile. Poteva quindi succedere di tutto, con Dickey e Takahashi primi a partire aspettando la domenica con Big Pelf.

E sono proprio i nostri partenti che sfruttano le difficoltà dell’attacco avversario e piazzano 3 ottime prestazioni. Dickey continua a far funzionare la knukle e il lineup avversario ci mette un po’ a capire come leggere quel lancio. Tra l’altro non tutti ci riescono e lì son dolori. Dickey mantiene il controllo, concede pochissime BB (venerdi solo 1) e questa volta piazza anche il suo career high di SO, ben 8.  L’attacco lo segue e dietro ad un Wright d 3-4 Reyes e compagni spengono ogni velleità degli Orioles.

In gara 2 Takahashi dà segnali di ripresa. 7 IP, 1 ER, 1 BB e 1 SO. La prestazione non è così perfetta come la linea potrebbe indicare ma di sicuro solida. Tra l’altro affrontava Matsuz, che sfodera anche lui una prestazione monster mettendo in difficoltà il nostro attacco che non può supportare come dovrebbe il nostro pitcher. Ne esce fuori un pithing duel inaspettato che solo un paio di lanci sbagliati del giovane pitcher di Baltimora sbilanciano a favore nostro.

Gara 3 per lo sweep. Chi meglio del Pelfrey di quest’anno sul monte. 8-1 il suo record con un ERA sotto i 2.5. Ma Pelf non è in giornata di grazia. Concede solo 3 ER ma fa pochi K e regala troppe basi. Ma si salva grazie ad una grande prestazione del lineup: Wright con 2 HR, Carter con il suo secondo 3 runs homer, Bay che va 4-4 battendo il suo 4° HR stagionale e il solito Reyes che in tutta la serie va 6-9, aiutano Mike a prendersi la nona W di questo 2010.

Non è il caso di farsi troppe illusioni al termine di questa serie. Gli Orioles sono davvero poca cosa in questo momento. Battono poco e molte volte anche il monte lascia a desiderare. Detto questo, era fondamentale prendere più W possibili per sfruttare il difficile calendario di Phila (che ne perde 2 a Boston) e Atlanta (anche se loro ne vincono 2 contro i Twins).

Ora si va a Cleveland. 3 matchup difficili e di difficile lettura. Si parte questa notte con Santana – Masterson, mercoledi Niese – Talbot e giovedi Dickey – Westbrook.

Serie che diventa importantissima considerando il fatto che i Phillies ne giocano 3 contro gli Yankees, questi ultimi nostri avversari da venerdi.

Categories: Uncategorized Tags:

Niese vicino alla perfezione…

June 12th, 2010 No comments

La serie contro i Padres, vinta per 2-1, verrà di certo ricordata per la splendida prestazione di Jon Niese nella terza gara.

Jon era reduce da una sola partenza da quando era uscito dalla DL, contro i Marlins, ed infatti nel post precedente avevo sottolineato la sua ottima uscita.

Ma contro San Diego ha fatto di meglio. 108 lanci per completare la partita con questa linea:

6 SO, zero BB e poi quell’implacabile 1 sotto la voce H. Un doppio nel terzo alto che lì per lì non sembrava nulla di eccezionale anche perchè il buon Jon ha saputo con maestria districarsi e chiudere l’inning senza nessun affanno. Denorfia con il suo doppio  alla fine brucia a Niese un perfect game. Dopo quel terzo inning ogni volta che il nostro pitcher saliva sul monte erano momenti incredibili, non tanto per il PG che ormai era andato abbastanza presto ma per come stava lanciando: fastball, cambio e curva devastante. Finalmente il ragazzo ha preso il coraggio a due mani e si è messo a tirare la curva con più insistenza e con più efficacia. E i risultati si sono visti. Implacabile sul conto 0-2, utilissima sulla prima palla dell’at-bat.

Che altro dire? Se finalmente ha trovato qual minimo di controllo che gli è mancato fino ad ora è un’ottima notizia per noi e per lui.

Non si inventa una prestazione del genere dal nulla. Le basi sono solide. Vanno solo sviluppate.

Bravo Jon!

Categories: Niese, Regular Season 2010 Tags:

sweep ai Marlins

June 10th, 2010 No comments

Con colpevole ritardo, volevo dire due parole sulla serie vinta contro i Marlins.

Intanto è necessario dire che quando il pitching tira bene le cose diventano decisamente più facili. Erano 3 partite che dovevano dare delle risposte e almeno in 2 casi su tre queste risposte sono state positive.

Dickey in gara 1 e Niese in gara 2 dimostrano di poterci stare. Il primo dopo un paio di inning di difficoltà si riprende bene e ne lancia 6.1 concedendo solo 3 ER. Per uno che sembrava finito direi che le cose vanno decisamente bene. Per il momento sicuramente meglio di Ollie. La xFIP è più alta dell’ERA di un punto ma è decisamente sopportabile anche quella.

Niese rientrava dalla DL. I dubbi erano sulla tenuta. Ebbene, 7.0 IP 1 ER 6 SO e una sola BB. Decisamente molto bene. E’ importante per i Mets che il ragazzo prenda confidenza con i suoi mezzi che non saranno da Ace ma di certo possono fargli e farci togliere parecchie soddisfazioni. L’attacco lo aiuta regalandoglie 6 run che lo fanno lanciare molto tranquillo. ERA a 4.26 con FIP a 3.94, qualcosa si può ancora migliorare.

Fortunatamente in attacco si risveglia Francoeur che tocca l’apice della sua rinascita in gara 3 quando un suo 3 runs homer pareggia la partita, prima che Pagan segni il punto del vantaggio che poi vorrà dire W per i Mets.

David Wright rimane secondo tra le Major come SO subiti dietro ad un “illegale” Reynolds anche se ha ripreso a “sluggare” bene. Ha dichiarato che sta lavorando insieme all’hitting coach per modificare leggermente la posizione in battuta. A breve dovremmo vedere i primi risultati.

Serie che va ricordata anche per il lancio da titolare di Tejada in seconda base. Per ora il ragazzo si sta comportando abbastanza ben: 2 singoli, 2 doppi, 2 RBI, 2 Runs. Castillo se la può prendere comoda.

Diciamo che siamo in un buono periodo. Sembra esserci affiatamento e il più delle volte pitching e hitting vanno di pari passo. Rimaniamo aggrappati alla vetta e mentre ci avviamo a metà giugno siamo decisamente in corsa. Atlanta e Phila non mollano anche se questi ultimi stanno attraversando un momento complicato. Sarebbe bene approfittarne.

Un’ultima curiosità: schierando Ruben Tejada in seconda base, abbiamo tutto l’infield proveniente dalla nostra farm, a parte il catcher: Ike Davis, Ruben Tejada, Josè Reyes, David Wright.

Nel frattempo è terminato il draft 2010. A breve un piccolo resoconto sulle prime scelte dei Mets.

Categories: Regular Season 2010 Tags:

4 L – 2 W

June 3rd, 2010 No comments

Tra Brewers e Padres portiamo a casa 4 sconfitte e sole 2 vittorie dopo la scorpacciata arrivata contro Yankees e Phillies.

Purtroppo i problemi emersi sono sempre i soliti, senza considerare il fatto che uno dei due pitcher “improvvisati” è imploso. Takahashi ha ceduto e lunedi a San Diego è andato completamente in palla sotto le battute degli avversari: 4 IP, 8 H e 6 ER. Di certo non bene come ci aveva abituati nelle prime due uscite. Ha diritto ad una prova d’appello anche se è vero che ormai le sconfitte iniziano ad avere un peso sempre più consistente.

Si conferma Dickey, che nonostante qualche problema di controllo nei primi 2 inning, sfodera un’altra buona prova tenendoci in partita e ricevendo aiuto dall’attacco.

Sabato contro i Marlins dovrebbe rientrare dalla DL Niese. Non credo che in rotazione ci saranno troppi sconvolgimenti anche se riusciremo forse ad evitare le partenze di Nieve e Valdez.

A questo proposito vorrei sottolineare come i nostri due superstiti della rotazione iniziale, Santana e Pelfrey, stiano tenendo a galla un po’ tutti. Sfoderano prestazioni monster concedendo davvero poco agli avversari e consentendo ai compagni di giocarsi la partita fino in fondo.

Vediamo nel dettaglio le prestazioni: Santana contro i Brewers va 8 IP senza concedere punti, 5 SO, 3 BB e sole 3 valide concesse. Contro San Diego 7 IP, 3 SO, 5 BB e 5 alide concesse a fronte sempre di zero punti subiti. Prestazioni che avrebbero meritato una sorte migliore che non una L come risultato finale di squadra.

Big Pelf non è da meno: contro Phila, 7 IP, 5 SO, 5 BB e 3 valide concesse; contro San Diego 8 IP, 8 SO, 2 BB e 4 valide. Tra tutte e due le partite solo un punto concesso in 15 IP. Fortunatamente per lui e per i Mets in entrambi i casi riesce a portare a casa la W.

Altro dettaglio per provare a capire numericamente l’annata:

Santana viaggia su 2.76 di ERA con una FIP però più alta, 3.56. xFIP che preoccupa maggiormente e che si assesta su un poco confortante 4.48. Ottiene meno K degli anni precedenti e il suo rapporto K/9 è il più basso degli ultimi anni. Le BB rimangono più o meno stabili.

I numeri ci dicono che Johan sta incontrando qualche difficoltà e che con molta probabilità dovremo aspettarci un ulteriore lieve peggioramento. Staremo a vedere, nel frattempo sembra davvero un peccato non aver sfruttato queste due uscite senza punti.

Mike e i suoi 2.39 di ERA ci fanno ben sperare. FIP a 3.37 e xFIP a 3.87 ci consigliano cauto ottimismo sul proseguimento di questa ottima annata di Big Pelf. Bene i K/9 a 6.53, per il momento il meglio da quando gioca in MLB. BB ancora un po’ alte ma concede pochissimi HR e questa è un’ottima cosa.

Insomma, Pelfrey non dovrebbe tirare brutti scherzi.

Rimaniamo sempre a quota .500 che a questo punto credo rimanga la nostra soglia per cercare di rimanere in corsa il più possibile. Con una rotazione inventata e un attacco incostante sarà difficile sperare in meglio in questo periodo.

Nel frattempo inizia giugno e non siamo ancora tagliati fuori. Oswalt continua a dire che a Houston non ci vuole più stare… e Mejia rimane ancora a marcire nel bullpen. Perez fa i capricci e mi chiedo davvero cosa si aspetti a tagliarlo.

Si torna al City Field. Prossime tre gare contro i Marlins.  La serie è da portare a casa.

Categories: Regular Season 2010 Tags: