Archive

Archive for July, 2011

Sweep in 4 partite a Cincinnati, con uno sguardo al futuro

July 30th, 2011 No comments

I Mets escono vittoriosi da Cincinnati, collezionando uno sweep in 4 partite apparentemente insperato. E’ stata una serie molto particolare. Innanzitutto perché è coincisa con la trade di Carlos Beltran, di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi. Ma anche perché ha visto finalmente salire in cattedra Lucas Duda, che dopo un paio di stint troppo brutti per essere veri, ha iniziato a carburare anche al piano superiore. Nella sfida di Mercoledì, la prima da titolare in RF al posto proprio di Beltran, ha battuto un importante fuoricampo. Il giorno dopo invece è stato un suo doppio da 3 punti a dare una spinta decisiva verso il 10-9 finale. Non che gli altri compagni siano stati da meno, come ad esempio Jason Bay, che ogni tanto si ricorda di essere stato un grande giocatore. Note contrastanti invece da parte del reparto lanciatori. Se Mike Pelfrey ha inanellato quella che probabilmente è stata la sua miglior partenza stagionale (9 IP 2 ER 7 H 3K 0 BB), lo stesso non si può dire di Jon Niese (5 IP 5 ER 6 H 5 K 2 BB) e Chris Capuano (5.1 IP 6 ER 8 H 4 K 3 BB). Anche Bobby Parnell non è stato solidissimo dal bullpen, mentre Izzy, pur con qualche spavento di troppo, ha portato le salvezze numero 3 e 4 della sua stagione. Riepilogando, dunque, i Mets si portano a casa la serie con quattro vittorie su quattro (4-2, 8-6, 8-2, 10-9). La Wild Card, onestamente, ci sembra sempre un miraggio. Piuttosto, nelle prossime settimane sarà interessante vedere come si comporteranno i giovani che verranno chiamati su. Come detto prima, c’è da vedere Lucas Duda, ormai il RF titolare da qui a fine anno. Dillon Gee sta avendo una buonissima stagione. E poi a Settembre sarà il turno dei vari call-up che potranno mettersi in mostra grazie al roster da 40 uomini. E ovviamente, a fine Agosto potrebbe tornare Johan Santana. Decisamente, più di un buon motivo per seguire i Mets in questo finale di stagione.

Prima partenza per Santana

July 30th, 2011 No comments

Giovedi finalmente si è potuto rivedere Johan Santana sul monte a lanciare per una partita “vera”. Siamo a Port St. Lucie (PSL) in Florida, sede del singolo A dell’affiliata Mets. C’era molta attesa per questa uscita contro i Daytona Cubs. E Santana non delude, non tanto per il risultato finale ma perchè sembra essere padrone dei suoi lanci. 

Lancia 3 inning senza concedere nessun punto. 33 sono i lanci dei quali ben 26 sono strike e questo è un dato decisamente incoraggiante. Subisce 2 valide e colpisce un battitore ma rientra tutto nell’ottica della riabilitazione e della ricerca della confidenza nei suoi lanci. 3 strikeouts e nessuna base su ball concessa. Alla fine il rusultato della partita, per quanto relativo, vede PSL vincere per 3-1.

Mi sento decisamente bene – ha dichiarato Johan al termine della sua uscita – volevo provare tutto l’arsenale dei mie lanci per verificare di non avere problemi a lanciarli e fortunatamente è stato così. Dovrò continuare a lavorare ancora per rientrare in piena sintonia con loro ma queste sono uscite che danno fiducia.”

Parole importanti che trovano riscontro nella velocità registrata della sua fastball che si aggirava intorno ai 90 MPH, leggeremnte superiore al previsto come ha sottolineato il rehab coordinator Randy Niemann.

Prossima tappa per Johan è il 3 agosto, nuova partenza sempre a PSL nella serie contro gli Jupiter Hammerheads proseguendo il percorso che vede il 28 agosto come data programmata per il rientro in MLB.

Qui di seguito potete vedere una parte dei 3 inning lanciati da Joahn. Il 14 settembre 2010 oggi sembra un po’ più lontano.

Categories: Regular Season 2011, Santana Tags:

Zack Wheeler

July 29th, 2011 No comments

Zack Wheeler da oggi entra ufficialmente a far parte dell’organizzazione dei Mets. Sesta scelta dei San Francisco Giants al draft 2009. classe 1990. Pitcher destro dalle potenzialità e dallo sviluppo decisamente elevati. Fastball che viaggia tra i 91 e i 94 mph con qualche picco a 95. Buona curva a 74 mph, cambio su cui lavorare a 82 mph.

Ha lanciato 52.1 IP nel 2010 in A piazzando un’ERA di 3,99 con una percentuale di K pari a 10.74. Quest’anno stava lanciando in A+. 88 IP, ERA identica 3,99 e K% di 10.02.

Verrà assegnato al singolo A di PSL, equivalente dell’organizzazione Mets al livello in cui stava lanciando fino a ieri.

Sandy Alderson, soddisfatto: ” Zack è un giocatore su cui si può lavorare molto. Riflette esattamente il suo stato di quando è stato scelto al draft 2009″.

 

Categories: Regular Season 2011, Wheeler Tags:

Carlos Beltran ai Giants

July 28th, 2011 1 comment

Dopo quasi 24 ore di attesa, è arrivata l’ufficialità: Carlos Beltran è un giocatore dei San Francisco Giants. L’esterno, in scadenza di contratto, si trasferisce nella città sulla baia in cambio del prospetto Zack Wheeler, un pitcher, ampiamente nella Top 50 dei maggiori organi di scouting. La cessione, pur dolorosa, si è rivelata necessaria, anzi, fondamentale, in vista del futuro. A nulla sarebbe servito tenere Beltran fino a fine anno, come ventilavano blog ben più in vista di questo, col solo scopo di vendere più biglietti. Addirittura Metsblog si opponeva alla trade perché i Mets avrebbero avuto un cambio solo “a couple of low-level prospects”. Direi che hanno proprio sbagliato. E’ anche vero da circa un anno, il buon Metsblog è diventato una sorta di ufficio stampa dei Mets. K-Rod non si deve cedere, Beltran non si deve cedere, i Mets sono in corsa per i playoff, i prospetti in cambio sono tutti scarsi….insomma, sempre sulla difensiva. Vi immaginate Metsblog che si schiera a favore di una trade di Reyes, per dire? Scatenerebbe un putiferio, e i Mets (proprietari di SNY, l’emittente di cui Metsblog è una costola) non sarebbero affatto felici. Per questo ormai è meglio rivolgersi altrove (qualcuno ha detto Amazin’ Avenue?), anche perché fra clutchness, RBI, team spirit e altre idiozie, non se ne puo’ veramente più di leggere quello che una volta era il blog principe per quanto riguarda gli Amazins. Ma detto questo, e scusandomi per la parentesi inutile, credo sia giusto essere ottimisti per il futuro. I Mets hanno ottenuto un grandissimo prospetto in cambio di un giocatore in scadenza, che i Giants praticamente prendono a noleggio. E scusateci se è poco. Continuando su questa strada, non possiamo che migliorare. Grazie di tutto, Carlos.

David rientra dalla DL

July 28th, 2011 No comments

Ho aspettato qualche giorno per scrivere due righe sul rientro di Wright dopo più di un mese di DL perché volevo vedere quale sarebbe stato il suo approccio alle partite. e direi che ha confermato quello che aveva fatto vedere nei rehab game. Sembra davvero che l’infortunio sia alle spalle. Al di là dei numeri che è riuscito a mettere insieme in 6 partite (.440 di AVG, 2 HR, e un paio di extra base hit) è di nuovo un piacere vederlo al piatto.

Credo non sia solo una sensazione quella di vederlo meno ingobbito sul piatto. Tra l’altro Terry lo ha fatto rientrare facendolo battere quarto dietro a Beltran fino a qualche giorno fa ed ora dietro a Murphy. Se non vado errato era da qualche tempo che David non batteva in quella posizione. Fino alla DL è stato al terzo spot. Nei due anni precedenti ha provato persino da secondo, senza contare che quest’anno quando le sue prestazioni non erano in sintonia con la sua classe è stato retrocesso anche al quinto spot.

Qualche problema di movimento invece per quel che riguarda la difesa. Ha compiuto qualche errore di troppo, lui che ci aveva abituati a veri e propri miracoli. Evidentemente lo strascico di un infortunio serio alla schiena lascia un minimo di difficoltà psicologica anche se fisicamente è stato assicurato da tutto lo staff medico che l’infortunio è rientrato completamente. Un po’ di ruggine dovuta alla prolungata assenza fa di certo parte del completo recupero.

Intanto, anche se per sole 6 partite, ha già iniziato a ritoccare i suoi numeri. Confidiamo che abbia anche lavorato per ridurre di qualche punto la sua percentuale di K, aumentata vertiginosamente in questi 2 anni.

Il valore aggiunto alla squadra direi che non è minimamente in discussione. Rivederlo sulla “sua” terza base è una bella cosa. Rivederle il vero David Wright lo sarà ancora di più.

Bentornato David!

Categories: Regular Season 2011, Wright Tags:

Breaking News: I Mets scelgono Brandon Nimmo con la loro prima scelta al Draft 2011

July 14th, 2011 No comments

Brandon Nimmo, esterno di Cheyenne East HS di 18 anni, è stata la prima scelta dei Mets al Draft. Maggior dettagli in seguito.

Aggiornamento

Draft aggressivo, almeno per ora, da parte di Sandy Alderson e soci. La prima scelta è caduta, infatti, su un giocatore dall’alto ceiling ma anche molto rischioso, l’esterno Brandon Nimmo. Rischioso sia per problemi di firmabilità (chiede 4 milioni), sia per la sua particolarissima storia. Nimmo, infatti, proviene da una High School del Wyoming, stato che non ha un campionato di baseball liceale, e l’unica porzione dell’anno nella quale ha potuto giocare è l’estate, recandosi in altri stati. Ma il suo ceiling è altissimo, e gli scout hanno mostrato apprezzamento per il suo fisico, la sua capacità di fare contatto e la sua potenza.

Per quanto riguarda il resto del draft, i Mets avevano un’altra scelta, la numero 44, con la quale hanno selezionato il pitcher Michael Fulmer, dotato di una delle migliori curve del draft.

Oggi si riparte alle 18 italiane, coi giri dal 2 al 30.

Aggiornamento 15/07/2011

I Mets hanno comunicato di aver raggiunto l’accordo con la scelta supplementare Michael Fulmer.

Categories: Draft 2011, Uncategorized Tags:

Francisco Rodriguez ai Brewers

July 12th, 2011 1 comment

Come un fulmine a ciel sereno, i Mets hanno ceduto Francisco Rodriguez ai Milwaukee Brewers in cambio di due PTBNL. La notizia è giunta pochi minuti fa, quando negli Stati Uniti era già ora di andare a letto e il mondo del baseball aveva finito di commentare da poco l’All Star Game di Phoenix. Per i Mets una mossa fondamentale in chiave 2012, in quanto, così facendo, evitano di ritrovarsi sul groppone l’onerosa vesting option che K-Rod si sarebbe assicurato finendo 55 partite (era già a quota 34). Ma forse è anche il segnale, con buona pace di coloro i quali speravano (follemente) che i Mets fossero buyer e che puntassero ai playoff, che Sandy & soci abbiamo veramente intenzione di smobilitare la squadra. E, guardando non solo la classifica, ma anche il roster, come dare loro torto? Questa squadra molto difficilmente era in grado di fare i playoff anche con K-Rod, e senza il numero 75 le possibilità si assottigliano ulteriormente. Si chiude così l’era K-Rod al CitiField. Iniziata sotto i migliori auspici e poi precipitata fino alla vergognosa rissa dello scorso anno che ha visto coinvolti il pitcher e il padre della sua compagna di allora. Questo buon 2011 ha permesso ai Mets di ricavare almeno qualcosa dalla sua cessione, ed evitare l’onerosa opzione 2012. Non appena si sapranno news sui due PTBNL le riporteremo qui sul blog.

Aggiornamento 02/09/2011

I due PTBNL sono Daniel Ray Herrera e Adrian Rosario. Entrambi rilievi di minor league. Il primo ha lanciato già in MLB, sia per Cincinnati che per Milwaukee, mentre l’altro è un classe 1989 che al momento della trade era impiegato in A+ dai Brewers.

La mia New York – IL RITORNO

July 11th, 2011 No comments

Dal vostro inviato Fabrizio “shea” Fabbri

E purtroppo ci siamo…

E’ arrivato l’inevitabile momento di ritornare a casa..

L’ultima mattina viene passata a visitare, in 4 ore, tutto cio’ che ancora non abbiamo visto a Times Square…

Mia figlia freme per andare sulla ruota panoramica all’interno del negozio Toys’r’us, mia moglie vuole andare nel magazzino delle M & M’s, mia zia vuole comprare qualcosa all’Hard Rock Café’…io mi accodo sempre anche se vorrei correre nel Queens a dare un ultimo saluto al Citi Field…

Credetemi amici, mi porto dietro dei ricordi unici, che non immaginavo di avere il giorno della mia partenza…

New York ti entra dentro e non ti lascia piu’..mi manca, mi manca da morire, ed e’ la prima volta che sento una simile sensazione, quando ritorno da una vacanza…

 In attesa dell’aereo mi passano davanti agli occhi tante, tantissime immagini..negozi, grattacieli, la gente…mamma mia quanta gente c’e’…

 E, inevitabilmente I ricordi corrono al Citi Field, ai Mets, a tutto cio’ che ho visto e, soprattutto sentito in quei due giorni passati nel Queens…

 Forse non ci sto credendo ancora adesso che ci sono stato per davvero, forse e’ stato davvero solo un bel sogno…

Poi riguardo le fotografie e..no e’ stato tutto reale..una splendida realta’…

Ciao New York, mi hai dato delle emozioni che difficilmente ho provato…e soprattutto mi hai dato I New York Mets, uno dei grandi amori della mia vita…

 A te lascio un pezzo di cuore ma…tranquilla tornero’ presto, molto presto a riprendermelo..

Grazie ad Andrea per la pazienza che ha avuto a pubblicare I miei articoli

Grazie a tutti voi che mi avete letto e, ne sono certo, siete riusciti a condividere le mie emozioni

 See you soon NYC

La mia New York – IL MONDO YANKEES VISTO DA ME

July 10th, 2011 No comments

Per un errore di pubblicazione invio solo ora questa parte del resoconto del Viaggio di Fabrizio. Mi scuso con lui e con i nostri lettori.

Dal vostro inviato Fabrizio “shea” Fabbri

 Il mondo yankees….mah, cosi’ lontano e cosi’ diverso dal mio modo di intendere la vita, non solo il baseball…

Certo, essere a New York e cercare di evitarlo e’ assolutamente impossibile…ogni due secondi qualcosa o qualcuno ti ricorda che sono la seconda cosa piu’ famosa della Grande Mela, dopo l’Empire State Building…

 Cappellini ovunque, gadgets in ogni negozio, gigantografie pubblicitarie in ogni dove…

Sono, certamente un simbolo della citta’, anche se, forse non sono la squadra piu’ amata dai newyorker, anzi, quasi sicuramente…

 Di certo sono la squadra piu’ amata dai neri e qui, come gia’ in precedenza dissi, faccio un po’ di fatica a capire…probabilmente c’e’ tanta ignoranza su come siano andate le cose in un passato neanche tanto remoto…

 Noi sappiamo bene chi e’ stato il simbolo del baseball “negro” e sappiamo anche molto bene anche chi , per tanto tempo, ha osteggiato l’entrata in campo dei neri nella MLB…ma tant’e’, evidentemente la morte dei Brooklyn Dodgers e la scomparsa di un’altra squadra nella citta’ per 4 lunghi anni ha portato via via a dimenticare cio’ che non doveva essere dimenticato…

 O forse e’ proprio solo un desiderio di rivalsa di persone gia’ di loro provate da una vita difficile..e assicuro che, nonostante l’avvento di Obama, ben poco e’ cambiato per le persone di colore…

 Ma veniamo al luogo simbolo dei cugini..lo yankee stadium…

Bene, dico subito che non ci sono andato..e l’ho fatto per scelta, non per mancanza di tempo…

Avro’ fatto bene..?? Avro’ sbagliato..?? Sinceramente non lo so e non me ne importa piu’ di tanto…

Probabilmente ci sarei andato se ci fosse stato quello vecchio..quello si pieno di storia mentre questo e’ solo un inno al potere e al denaro…

 Chissa’ che cosa avra’ pensato Babe Ruth quando glielo hanno raso al suolo…mah a vedere che cosa e’ successo a Steinbrenner forse qualcosa si e’ capito…

 Poi magari, e’ solo il mio odio verso di loro che mi porta a vedere le cose da questo punto di vista…

Di certo c’e’ solo che un romantico o un sognatore non puo’ essere tifoso degli yankees…basta solo pensarci un pochino ed e’ la prima squadra da scartare…

 Cosa che io ho fatto tanti anni fa…

E anche se loro hanno vinto, vincono e continueranno a vincere spesso ha poca importanza…

L’orgoglio di tifare per una squadra che e’ l’deale prosecuzione di Brooklyn e che porta I colori della citta’ di New York e’ una cosa molto piu’ grande…

 Come disse anche l’ex sindaco Giuliani…

 See you soon

La mia New York – JOSE’ REYES

July 9th, 2011 No comments

Dal vostro inviato Fabrizio “shea” Fabbri

“che cosa pensi di lui ?” ” Magia…possiede un sacco di magia…”

Ecco, parafrasando questa scena del film “the warriors” si puo’ facilmente capire chi e’ e che cosa rappresenta per noi Amazin’s Jose’ Reyes, il nostro SS, uno dei giocatori piu’ forti del mondo del baseball se non, in questo momento, il piu’ forte…

 Quando entra in campo per il BP o per il riscaldamento, lo stadio va in ebollizione, tutti lo osannano, tutti vorrebbero avere il suo autografo..

 Le donne lo guardano con occhi adoranti, e’ senza dubbio un divo…persino mia moglie, mia figlia e mia zia che mi hanno accompagnato a vedere la partita con gli Angels e che nulla capiscono di baseball hanno detto “ma quello e’ sicuramente il piu’ forte ed e’ anche bello”..

 E qui viene fuori l’uomo…Lui si concede, sempre e comunque, piu’ di qualsiasi altro, ha sempre un sorriso per tutti, nessuno escluso…

 E si vede che e’ un leader nello spogliatoio…quando battono, I ragazzi ormai, mimano tutti il suo gesto con la mano come per dire “andiamo !!!!!! “

 Quando arriva il suo momento di andare alla battuta, oltre alla musichetta personale, il tabellone invita il pubblico a cantare e il pubblico subito risponde…

 “O-le’ ole’ ole’ ole’…Jo-se’ Jose’..” e cosi’ per un minuto circa…

E’ incredibile come questo ragazzo incarni lo spirito dei Mets in tutto e per tutto…

Inutile dire che le sue jersey sono le piu’ ricercate dai tifosi, e anche le piu’ rare da trovare….

Ed e’ per tutto cio’, che Jose’ non e’ cosi’ semplice da tradare…non e’ solo un giocatore, lui e’ il giocatore dei Mets per eccellenza..piu’ di Wright, piu’ di Beltran o di Santana…forse il solo Davis gli si avvicina come popolarita’ assoluta…

 Il tifoso dei Mets e’ un romantico, ha scelto questa squadra perche’ ama l’essere e non l’avere..ed e’ molto attaccato a cio’ che considera suo…

 Dicevo in un altro articolo che non e’ solo perche’ la squadra non ha grandi risultati, o per I prezzi alti che non riempie lo stadio…la gente va poco soprattutto perche’ non ha piu’ lo Shea stadium che e’ ancora adesso considerata la vera casa Metropolitan…

 Tantissime sono le magliette con su scritto “Shea we’ll miss you”..e tanti sono I cartelli con scritto “don’t trade Reyes”…

 Ecco perche’, forse, Alderson inizia ad avere dei dubbi…sa che una scelta del genere, il pubblico del Queens la farebbe pagare cara..

 Perche’ Jose’ e’ considerato come “proprio” da ogni tifoso…

Vedremo come finira’..ma intanto, io posso dire di avere avuto la fortuna di vederlo li a tre metri da me, felice come un bambino di essere amato dalla gente..dalla sua gente…

 Saro’ sincero…dopo la batosta delle WS del 2000, ho avuto un periodo di buio…ho sempre seguito, per carita’ ma era come se qualcosa si fosse sgonfiato…ed e’ grazie a nche e soprattutto a lui che ho ricominciato a spasimare per questi colori, nonostante le continue mazzate e le cocenti delusioni…

 Perdere Jose’ sarebbe come perdere un pezzo di cuore e se dovesse andare via, l’unica cosa che chiedo e che non resti a NY…quello non potrei davvero sopportarlo…

 Le sue foto saranno presto sulla mia pagina di FB…

 DON’T TRADE RE-YES !!!!!!!!!

 See you soon