Archive

Archive for November, 2011

NYM Italian Awards 2011

November 16th, 2011 1 comment

La sala è gremita.
Tutto il roster dei Mets è seduto al proprio posto, in completo elegante.
Tutto il pubblico è vestito in maniera elegante.
Anche io, Andrea e Fabrizio siamo vestiti eleganti: è la serata dei prestigiosi New York Mets Italian Awards!
Chi sarà l’MVP stagionale? Chi il miglior pitcher? Chi il rookie più dell’anno? Leggete e lo saprete!

Le regole del gioco sono semplici: abbiamo scrutato attentamente ogni lancio, ogni turno di battuta, ogni errore difensivo (e ne abbiamo visti pure troppi, come ben saprete). Ognuno di noi ha quindi stilato una Top 3 per ogni categoria: il primo in classifica ha ottenuto 5 punti, il secondo 3 ed il terzo 1. Alla fine, sommando le rispettive classifiche personali, abbiamo ricavato l’ordine di arrivo e, quindi, eletto il miglior giocatore di ogni categoria. Chiaro, no? Bene, che la serata di gala abbia inizio col premio di Rookie Of The Year!

Il primo ad esprimere la sua classifica è Fabrizio. Uomo di poche parole (solo stasera, in realtà, come potete constatare leggendo la sua rubrica), non commenta e lascia parlare semplicemente la sua classifica:

  1. Justin Turner
  2. Ruben Tejada
  3. Dillon Gee
Dopo aver letto la sua Top 3 (ed aver schivato con maestria un oggetto non identificato lanciatogli dalla Fila 2 Posto 21 da parte di un certo Lucas Duda), Fabrizio lascia spazio ad Andrea.
  1. Lucas Duda
  2. Ruben Tejada
  3. Dillon Gee

Duda: è stata una scelta difficile e alla fine ho deciso di premiare l’impatto che questo giocatore ha avuto nella seconda metà di stagione. Non mi è piaciuta la sua difesa sia chiaro e questo lo metteva fortemente in discussione come primo classificato. Ma 10 HR, .482 di SLG e .370 di OBP gli danno quel qualcosa in più rispetto al suo diretto avversario. Ha ancora tantissimo da dimostrare e migliorare. Ma sono contento che abbia dimostrato di poterci stare in MLB.

Tejada: arriva secondo solo perché Duda è stato stratosferico nell’ultimo periodo. Ma anche per lui una stagione importante. Gli è stata data la possibilità di giocare con continuità e ha messo su discreti numeri. Ottima la difesa anche se qualche volta cade in qualche errore di concentrazione. Non lo vedo ancora pronto per fare il titolare ma piano piano ci si avvicinerà.

Gee: Prima stagione intera per lui e prime conferme. Potrebbe essere la vera rivelazione ma cede nel finale. Una bella scoperta.

Dopo Andrea è il mio turno.

  1. Lucas Duda
  2. Justin Turner
  3. Dillon Gee
Prima di parlare della mia classifica, vorrei chiedere ai miei due colleghi cosa hanno fatto durante la Stagione 2010. Probabilmente (e hanno fatto benissimo) l’hanno messa nel dimenticatoio dei ricordi. Il problema è che Ruben Tejada non è più un rookie da quel campionato. Viene quindi squalificato, e chi gli è finito dietro avanza automaticamente di una posizione. Ci spiace Ruben, sarà per la prossima volta. Andrea e Fabrizio sono pregati di restituire la somma in denaro ricevuta da Ruben per farsi corrompere. Bene, passiamo alla mia top 3.
Duda: Che dire di Lucas? Finalmente in grado di giocare con costanza, ha messo su delle ottime cifre che Andrea ha già riportato. Certo, solo 0.9 di fWAR, ma credo sia dovuta allo scarso playing time nella prima parte stagionale. La potenza c’è, la difesa è orrenda. Sono molto curioso di vederlo titolare nel 2012 per tutta la stagione. L’aria che tira è proprio quella.
Turner: Justin ha disputato tutto sommato una stagione passabile. OPS+ nella media, difesa orripilante. Forse ce la farà ad essere un titolare in MLB nel futuro, ma io credo e spero di vedere Murphy in 2B nel 2012.
Gee: L’ho messo solo perché gli altri dopo di lui erano tutti giocatori di basso profilo. 0.2 di fWAR, tanta, tanta fortuna, specialmente ad inizio anno, ed un record bugiardissimo. Deve migliorare tanto.
Bene, eccoci quindi giunti al momento di annunciare il vincitore! And the winner is….
LUCAS DUDA!!!!
Complimenti Lucas, un premio meritatissimo. Perdona Fabrizio che non ti ha votato, io ho sempre creduto in te! Al secondo posto si piazza Turner, al terzo invece Gee. Un applauso per Lucas!
Bene ragazzi, direi che è il momento di passare al premio per il miglior lanciatore della Stagione 2011. Diciamolo subito: sul monte non siamo stati brillantissimi (un certo brusio si nota nella sala). Il bullpen poi, non ne parliamo! No, non fate “buuuu”, voi che siete seduti laggiù, lontani da tutti. Dovrei farlo io, altroché. Bene, la parola a Fabrizio per la sua Top 3!
  1. Dickey
  2. Gee
  3. Capuano
Grazie Fabrizio, esaustivo come al solito. La parola ora ad Andrea, che nella vita reale è un pitcher di successo. Pensate, è l’unico partente al mondo che è anche il closer di se stesso! Vai Andrea!
  1. Dickey
  2. Niese
  3. Gee
Dickey: è chiaramente il trascinatore della nostra sgangerata rotazione. In assenza di Santana si prende sulle spalle i giovani e indica la strada. Inizia male, non trovando la collocazione giusta della sua knuckleball. Ma si riprende fino ad arrivare ad un finale di stagione ottimo che conferma i numeri del 2010. Lancia 208 IP e registra un’ERA di 3.28. Un combattente.
Niese: Ha lanciato relativamente poco rispetto ai suoi compagni, anche per colpa di alcuni infortuni. Ma questo è un anno importante per lui. Il 4,40 di ERA non deve ingannare. Il ragazzo non è stato particolarmente fortunato e il 3.28 della sua FIP lo dimostra in modo eloquente. Buona la percentuale di K. Se trova la continuità diventa una pedina importante sul nostro scacchiere.
Gee: è stato molto probabilmente la rivelazione di quest’anno sul monte. Alla fine lancia 160 IP facendo una prima metà di stagione a dir poco strepitosa. La poca abitudine alla stagione lunga e massacrante come quella MLB lo fa ridimensionare verso la fine ma restano le buone sensazioni di inizio anno. Non un asso ma un buon mangia inning.
Andrea particolarmente impressionato da Gee, tanto che lo mette per due volte sul podio. Lo aveva al fantabaseball, ma forse è meglio non dirlo in giro. Sì, sì, lo so, io ho Duda. Conflitto di interessi? Forse. Ma i premi li decidiamo noi, quindi basta protestare. Ecco la mia Top 3.
  1. Niese
  2. Dickey
  3. Capuano
Niese: Che stagione per Jon! Nonostante una BABIP altissima (.333), riesce a portare a casa una xFIP di 3.28, totalizzando 2.7 vittorie nel frattempo. E’ lui il vero asso del 2011. Speriamo che in futuro continui su questa falsariga. Non oso immaginare cosa potrebbe fare fosse leggermente più fortunato.
Dickey: Il ruggito dell’anziano leone. Dickey è arrivato in pianta stabile nelle Major nel 2010, e non ha nessuna intenzione di andarsene nonostante la non giovane età. Nonostante lo scetticismo che avevano espresso molti al momento della sua estensione da parte di Sandy, Robert Allan ha messo su una stagione nella quale ha totalizzato 2.5 fWAR. Ed è talmente in forma che a Gennaio scalerà il Kilimangiaro per beneficienza.
Capuano: Cappy chiude con un record perdente e con 4.55 di ERA, ma i numeri avanzati ci dicono che, in realtà, non è poi andato così male. Una xFIP di 3.67 non è affatto male. E’ stato anche un po’ sfortunato con la BABIP (.311). Speriamo torni ai Mets nel 2012, dato che è attualmente un Free Agent.
Perfetto, è ora di annunciare il vincitore. And the winner is….
R.A. DICKEY!!!!
Il veterano porta quindi a casa l’ambitissimo premio. Notiamo una certa commozione sul suo volto. Giustamente, stiamo parlando di uno dei premi più ambiti nel mondo MLB! Completano il podio Niese e Gee, rispettivamente secondo e terzo. R.A. ci assicura che porterà il premio con se sul Kilimangiaro. Aspettiamo di vedere le foto, allora!
C’è una certa tensione nell’aria. E’ arrivato il momento del premio più atteso: l’MVP stagionale! Massimo silenzio in sala, Fabrizio sta per elencare la sua Top 3!
  1. Reyes
  2. Murphy
  3. Turner
Se Andrea è innamorato di Gee e io di Duda, Fabrizio deve avere un rapporto molto particolare con Turner. Per lui un voto qui e uno nella Top 3 dei Rookie. Sentiamo invece il parere di Andrea.
  1. Reyes
  2. Beltran
  3. Davis
Reyes: come si fa a non votare un giocatore che ha avuto un impatto devastante sulla mediocre stagione dei Mets. Ha battuto vincendo, per quel che conta, il Batting Title, ha corso rubando 39 basi, più di tutti i compagni, ha difeso ma soprattutto quasi da solo ci ha tenuti a galla per quasi metà stagione. Il calo verso la fine è fisiologico. Annata di livello assoluto.
Beltran: Lo so, non è più dei nostri. Ma come facciamo a non inserire in questa particolare classifica uno come Beltran che sembrava rinato. Molti dicono per via del contratto in scadenza, ma in realtà le motivazioni lasciano il tempo che trovano. Fin quando ha indossato la nostra maglia ha battuto 15 HR e 66 RBI ma soprattutto una OBP .391, più alta anche di quella di Reyes. Se ne è andato lasciando un segno.
Davis: ebbene si. Lo voglio premiare. Ha giocato pochissimo rispetto ai suoi compagni ma fino a quando lo ha fatto era nettamente il migliore. Non so se avrebbe concluso la stagione come l’aveva iniziata ma 7 HR e 25 RBI in 36 partite erano di buon auspicio. Ma soprattutto aveva confermato la sua potenza con una SLG di .543, di gran lunga, anche se parliamo di small simple size, la migliore della squadra. Il nostro futuro.
Boati di disapprovazione al nome di Beltran da parte di alcuni dei tifosi più scalmanati. Addirittura ci sembra di scorgere Carlos stesso in uno dei posti sulla destra della sala! Ah no, chiediamo scusa, è Zack Wheeler. Bene, so che siete impaziente di ascoltare la mia Top 3. Eccola.
  1. Jose Reyes
  2. Carlos Beltran
  3. Daniel Murphy
Reyes: Wow. Sarà un po’ triste vederlo giocare lontano dal Queens dal 2012. Ma Jose ci ha lasciati con una stagione incredibile. 6.2 di fWAR, .386 di wOBA. 149 wRC+….devo andare avanti? Peccato per la difesa sottotono e per qualche infortunio di troppo.
Beltran: Condivido quanto detto da Andrea. Prima della trade stava giocando benissimo. .389 wOBA, 151 wRC+ per un totale di 3.4 fWAR. E tutto questo in mezzo campionato. Fosse rimasto coi Mets, forse l’MVP sarebbe stato lui.
Murphy: Grandissima stagione di Daniel, purtroppo interrotta dalla scivolata di Jose Constanza contro Atlanta in Agosto. Per parecchio tempo ha battuto meglio del tanto decantato 2B dei Bronx Bombers, mentre lui passava nell’anonimato più totale la sua ottima stagione. Alla fine chiude con .350 wOBA, 124 wRC+ per una fWAR di 3.2, con una difesa tutto sommato buona.
And the winner is….
JOSE REYES!!!!
Applausi a scena aperta per l’MVP 2011 dei Mets. Un grande premio, vinto all’unanimità, corona una grade stagione. Completano il podio Carlos Beltran (ritira il premio, in sua vece, Zack Wheeler) e Daniel Murphy.
Per quest’anno è veramente tutto. Un saluto dal sottoscritto, da Andrea e da Fabrizio, e arrivederci ai New York Mets Italian Awards 2012.
Categories: Regular Season 2011, Uncategorized Tags:

Breaking ball – Offseason

November 3rd, 2011 No comments

E anche quest’anno e’ calato il sipario.

Complimenti ai Saint Louis Cardinals neocampioni del mondo e ai Texas Rangers loro degni avversari.

Le piu’ appassionanti World Series degli ultimi anni, che mi hanno tanto ricordato, nelle ultime due partite soprattutto, quelle a noi Mets piu’ care, quelle del 1986.

Gara 6, magica ed incredibile partita ora come allora.

Gia’ sono passati 25 anni, 25 lunghissimi anni ma a pensarci mi sembra ieri.

Quell’anno, proprio quell’anno nasceva il mio grande amore per una New York, cosi’ bella, cosi’ allegra, cosi’ entusiasmante.

E l’anno prossimo compiamo mezzo secolo. 50 anni. Chissa’ quali erano I sogni di William Shea 50 anni fa. E quali sogni abbiamo, noi innamorati adesso. Tanti, forse troppi, almeno a breve tempo. La situazione non e’ delle piu’ rosee, anche se Sandy ce la sta mettendo tutta.

 Troppi errori sono stati commessi in un passato molto recente, soprattutto avere illuso il pubblico arancioblu, che essere vincenti dipenda solo dai soldi. Adesso e’ difficile far capire il contrario anche se l’evidenza e’ sotto gli occhi di tutti. Good job Sandy, sono convinto che vincerai perche’ credi nel lavoro, nel tuo lavoro.

 Ma andiamo con calma e ordine.

Situazione Citi Field, d’accordo con le modifiche ma siamo poi certi che queste modifiche non tolgano troppi mezzi per la ricostruzione della squadra?

Situazione Reyes, cosa dire? Forse niente, solo pregare e credere nei miracoli. Scrivo con il cuore, Jose’ e’ il mio idolo lo vorrei sempre in jersey Mets ma i mezzi a disposizione saranno abbastanza? Chi e cosa bisognerebbe sacrificare per tenere il nostro amato campione?

Il sostituto potrebbe gia’ essere pronto, un potenziale campioncino cresciuto nelle nostre farm, Ruben Tejada, buono con la mazza e ottimo in difesa. Sapra’ esserne all’altezza? A lungo andare credo di si. Scrivo con la testa, meglio allora sacrificare Jose’, anche con la morte nel cuore. ma quanto farebbe male vederlo in maglia Phillies? E meno male che I cugini hanno Jeter con un lungo contratto.

Situazione Wright, mistero. Leggo troppe voci che lo vogliono lontano dal Queens. Speriamo che siano solo voci, forse proprio di lui non ci si dovrebbe privare, forse. E se queste due cessioni portassero benefici per quanto riguarda il pitching? Con I soldi risparmiati per Jose’ e una trade tosta per David. Il pubblico del Citi pero’, come reagirebbe? Il rischio di giocare con un pubblico stile Florida esiste, il rischio varrebbe la candela?

Tante, troppe domande, speriamo che, chi di dovere, sappia dare le risposte giuste ma non con la voce, solo con le proprie capacita’ manageriali.

Ma torniamo alle cose belle, alle certezze.

I 50 anni vanno festeggiati al meglio, arrivare ai playoff sarebbe un sogno.

Ma I nostri ragazzi sono Miracle, I nostri ragazzi sono Amazins,allora perche’ non sognare e sperare in un nuovo miracolo? Quest’anno chi avrebbe mai pensato a Saint Louis campione? Ah se avessi avuto il coraggio di scommeterci quei 100 euro ad aprile, si perche’ io ci credevo, anche dopo l’infortunio di Wainwright.

 Quindi perche’ non credere ad una grande stagione dei nostri ragazzi?

O almeno sognarla? Almeno I sogni non te li puo’ negare nessuno.

I ho realizzato il mio sogno di andarli a vedere quest’anno ed era un grande sogno. Mancano 4 lunghi mesi al pitchers & catchers report, 4 lunghi mesi alla fine della lunga notte del baseball. E’ il momento di addormentarsi, di addormentarsi e sognare.

Buonanotte a tutti amici appassionati di questo splendido ed inimitabile sport. E’ il momento di tutti, sognate le cose piu’ belle.

Fabryshea

See you soon

Categories: Breaking ball Tags: