Home > Collins, Davis, Dickey, Murphy, Niese, Nieuwenhuis, Regular Season 2012, Santana, Tejada, Thole, Uncategorized, Valdespin, Wright > Most Valuable David: i Mets portano a casa una difficile serie contro i Phillies

Most Valuable David: i Mets portano a casa una difficile serie contro i Phillies

Bella vittoria dei Mets nella serie casalinga contro i rivali di Philadelphia, ultima serie, oltre a quella coi Cubs, prima del meritato riposo dovuto alla pausa per l’All Star Game. Una serie a tre volti, si potrebbe dire. Tre partite, ognuna diversa, coi Mets in grado di vincerne due (la prima e la terza) trascinati da un Wright in grandissima forma. Ma andiamo con ordine.

Gara 1

La prima sfida vedeva impegnati sulla collina Worley e Niese. Gara praticamente senza storia: dopo essere andati in vantaggio con Wright nel primo ed essere stati ripresi subito dopo da un fuoricampo di Ruiz, i Mets hanno preso definitivamente il largo già nella parte bassa del secondo. Alla fine saranno 15 valide col solo Ike Davis a non battere fra i titolari. Anche Niese ha contribuito, con 2 RBI che sono stati proprio i punti del definitivo vantaggio. Wright ha poi messo la ciliegina sulla torta nel sesto inning con un 3-run shot che ha chiuso definitivamente i giochi. Nel finale gloria anche per Rauch che lancia un nono inning perfetto per portare a casa la W.

Gara 2

Il baseball, lo sappiamo, è uno sport dove tutto puo’ accadere. E’ quindi normale che, il giorno dopo aver perso 11-1, i Phillies siano riusciti a stendere i Mets col punteggio di 9-2. C’è grande rammarico perché, fino alla parte alta del settimo, i nostri erano avanti. Certo, non comodamente avanti, ma comunque la situazione sembrava sotto controllo. Purtroppo, però, i nostri eroi hanno concesso 3 punti nel settimo, ottavo e nono inning subendo così la prepotente rimonta dei biancorossi. A dare il via alla pioggia di valide è stato Chris Young, ottimo fino a quel momento, che ha concesso due fuoricampo back-to-back ad Utley e al caldissimo Ruiz (che stagione!). Collins ha provato a correre ai ripari, ma il bullpen si è rivelato poco efficace, concedendo 6 punti e 6 valide negli ultimi due inning della partita. Unica nota positiva per i nostri il solo shot di Hairston che aveva dato l’illusorio vantaggio ad inizio partita.

Gara 3

Arriviamo così al rubber game di stanotte, con la sfida sul monte fra Cole Hamels e R.A. Dickey, due dei migliori pitcher della National League….anche se probabilmente hanno mandato sul monte i rispettivi fratelli un po’ meno bravi. Dickey viene preso a pallonate dai Phillies, che totalizzano su di lui 11 valide ottenendo 5 punti, anche se R.A. è riuscito, anche in questa partenza difficile, a mantenere il suo ottimo rapporto fra K e BB, con 7 punchout e solo un walk. Per quanto riguarda Hamels, sono 7 le valide concesse e 4 i punti subiti, anche lui con 7 K e 1 BB. Entrambi i pitcher hanno lanciato 7 inning, lasciando poi la palla al bullpen. E’ stata una partita emozionante. I Phillies sono andati avanti nel primo con un RBI single di Victorino e hanno ritoccato il punteggio con un RBI double di Rollins. Neanche il tempo di festeggiare che mezzo inning dopo Hairston la butta fuori (di nuovo!) per il suo dodicesimo fuoricampo stagionale, che regala ai Mets il 2-2. Nella parte bassa del terzo è poi Wright a battere a casa Dickey per il momentaneo 3-2. Mezzo inning dopo è il turno di Pence nel pareggiare la partita, con un singolo che batte a casa Fontenot. Nella parte bassa del quinto arriva il solo shot di Wright (4-3) subito pareggiato, nel sesto, dall’RBI triple di Rollins e superato dal successivo squeeze di Pierre che è valso il 5-4 ai rivali. Con queste premesse si è arrivati dunque al nono, con Papelbon pronto a chiudere. Ma i Mets hanno messo su uno show offensivo, con ingrediente principale una pazienza clamorosa che ha permesso ai nostri di superare anche l’ostacolo posto da Collins, che ha buttato via un out con un bunt senza senso. Ma andiamo con ordine. Ike ottiene un doppio, viene rimpiazzato da Cedeno e sacrificato in terza da Thole. Poi è arrivato il K di Nieuwenhuis. Con 2 out, quindi, e corridore in terza, Valdespin è stato colpito da Papelbon. Immediatamente Valdespin ha rubato la seconda ed è stato raggiunto in base da Tejada con un walk. Con basi cariche e due out, il nostro Murph ha battuto una grounder addosso a Paps. La pallina è finita in foul territory permettendo a Cedeno di arrivare salvo a casa. Per finire, come in un film, ci ha pensato Wright, con un bloop single verso l’esterno destro, a chiudere i giochi e regalare la vittoria ai Mets.

Il futuro

Stasera inizia la serie contro i Cubs, l’ultima prima della pausa. Importante finire alla grande. Sul monte Santana (6-4) contro Wood (3-3).


  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.