Archive

Archive for September, 2012

New York Mets 3 Atlanta Braves 1

September 30th, 2012 No comments

I Mets sbarcano in quel di Atlanta e rovinano la serata dedicata a Chipper Jones, icona dei Braves che, come molti sanno, a fine stagione appenderà il guantone al chiodo.

La partita si è giocata sul lungo pitching duel fra Jon Niese e Tim Hudson. I due pitcher si sono sfidati per 7 inning, tenendo praticamente sempre a bada gli hitter avversari.

Ad aprire le danze è stato Freddie Freeman dei Braves, autore di un solo shot nella parte bassa del quarto. Se vogliamo, è stata l’unica sbavatura di Jon, che ha concesso solo 4 valide, 3 BB e 3 K. Lo stesso si può dire di Tim Hudson, autore di una grandissima prestazione fino alla parte alta del settimo, quando, con due out, ha concesso un 3 run shot a Lucas Duda che ha consegnato la vittoria nelle mani dei Mets. Quindicesimo fuoricampo in stagione per Lucas (che ha passato diverse settimane in Minor League).

Dopo il fuoricampo del numero 21, è toccato al bullpen portare a casa la vittoria. Acosta, Hampson e Parnell non concedono nessuna valida ed i Mets possono festeggiare nella Chipper Jones Night. Dopo anni e anni di grandi prestazioni di Larry (questo il suo vero nome) in quel di New York e specialmente allo Shea Stadium, finalmente una (piccola) consolazione.

Categories: Regular Season 2012 Tags:

Pittsburgh Pirates @ New York Mets 5-6

September 28th, 2012 No comments

Dickey fa 20! Finalmente il nostro knukleballer si scrolla di dosso questo traguardo che iniziava a pesare come un macigno non tanto per il valore reale di per se stesso quanto per tutta la pressione che si portava dietro.

I Mets giocano ormai solo per tenere Dickey in corsa per il Cy Young al quale ormai punta senza tenerlo troppo  nascosto. I Pirates non vogliono essere solo una vittima sacrificale e decidono di far partire in salita questa rincorsa.

Nel secondo inning non si fanno pregare e Barajas (un ex) e Mercer spingono a casa i punti del 2-0. Dickey sembra frastornato e la partita non appare fluida come avrebbero voluto i Mets. Ma c’è sempre Ike Davis che tira fuori dal cilindro il suo 31° HR e accorcia le distanze. Il morale torna alto anche se nel successivo at-bat Baxter si vede negare l’HR del pareggio da Snider con la palla che era ampiamente oltre le recinzione. Una presa incredibile alla quale non possiamo non far giungere il nostro applauso.

Nel frattempo Dickey si riprende, incomincia a lanciare come sa e inizia a inanellare K su K nonostante qualche valida subita di troppo e l’HR di Barajas che porta a 2 i punti di svantaggio. Ritrovatosi sul monte è il momento di aspettare i compagni nel box di battuta.

Il quarto inning è il preludio della rimonta. Murphy segna su rbi di Hairston. Dickey sempre sicuro sul monte. Nel quinto le mazze si scatenano. Rbi di Murphy che porta Torres a casa per il pareggio. Tejada in terza e Murphy in prima. L’uomo con più valide in maglia Mets si presenta al piatto. BAM! 3 run homer per Wright e Mets che passano a condurre 6-3. Dickey si sente più tranquillo ma il suo compito non è finito è diventa di volta in volta sempre più duro. Il braccio inizia a sentire la partita. La concentrazione è massima. Bisogna portarla in porto. 13 K conducono R.A fino all’ottavo inning. Il pubblico è tutto per lui. Il suo nome riecheggia in tutto il City Field. La gente esulta ad ogni strike e sembra soffiare su quella knuckle sperando di poterla aiutare ad ottenere un movimento nell’aria ancora più accentuato. Tra il settimo e l’ottavo inning Collins ha preso Dickey in disparte e si sono parlati a lungo. R.A. ha già superato di gran lunga i 100 lanci. Ma vuole rientrare nell’ottavo. E rientra. Jones e Alvarez (uno da 30 HR in stagione) non si accorgono neanche di arrivare al piatto che sono già K. A Snider concede però una BB che segna la conclusione della sua partita. Collins sale sul monte. Gli parla e dopo 128 lanci e 13 K Dickey scende dal monte con in mano salda la 20° W.

Sale Rauch per chiudere l’inning e per risalire nel nono e chiudere il match. Mercer si prende la BB ma non sembra nulla di preoccupante anche perché Clement dopo di lui va subito strike out. Ma non sarebbero i Mets se le cose non si complicassero anche quando tutto sembra andare per il meglio. Presley non concede scampo a Rauch e spara fuori una pallina che vale due punti. 6-5 Mets e un brivido corre sulla schiena di tutti i presenti.

Collins non indugia neanche un momento. Fuori Rauch dentro Parnell. Il City non fiata. Bobby è sicuro oggi. Harrison batte su Tejada che velocissimo recupera la palla e assiste Davis in prima. 2 outs. Tabata lavora bene il conto poi batte una linea profonda all’esterno destro dove Baxter la recupera al volo ed effettua l’ultimo out.

7.2 IP, 8H, 2ER, 2BB, 13K, ERA 2.69, 20° W stagionale. Primo pitcher dei Mets a vincere 20 partite dal 1990. Primo knukleballer a vincere 20 partite dal 1980. Primo in NL per SO ottenuti (222), terza ERA di tutta l’MLB (2.69).

La corsa continua…

Categories: Dickey, Murphy, Regular Season 2012, Wright Tags:

Pittsburgh Pirates 0 New York Mets 6

September 27th, 2012 No comments

Dominio totale dei Mets in questa terza partita della serie contro i Pirates. Forti di un attacco in grande spolvero, i nostri eroi hanno fatto un sol boccone dei rivali gialloneri vincendo e convincendo per 6-0.

E’ veramente difficile trovare note di demerito in giro per il roster.

Benissimo Hefner che lancia 7 inning concreti concedendo solamente 3 valide ai Pirates, assieme ad una sola base su ball e ben 7 strikeout.

Tejada è stato il vero mattatore per quanto riguarda il settore offensivo: 4 valide in 5 tentativi per il giovane interbase.

I Mets si sono portati in vantaggio nel terzo inning, grazie ad un singolo di Murphy e ad uno di Wright (di cui parlaremo tra poco), che hanno portato 1 punto ciascuno. E’ poi arrivato il doppio di Hairston (a segno il già citato Wright) e un altro singolo, questa volta ad opera di Shoppach che così esce dal suo mini slump (anche per lui 1 RBI). Quindi 4-0 alla fine del terzo.

Nel quarto inning il primo dei due RBI di Tejada, un singoletto che porta a casa Torres. Un inning dopo è di nuovo Tejada a spingere a casa…..Torres, ancora, per il definitivo 6-0.

Dicevamo di Wright: col suo infield hit nel terzo inning, David è diventato il giocatore con più valide nella storia dei Mets, superando il leggendario Ed Kranepool a quota 1419. Un grande risultato per coronare un’ottima stagione per il nostro numero 5.

Il futuro

Stasera i Mets sono a caccia della vittoria nella serie. R.A. Dickey, a sua volta, cerca la vittoria numero 20 della stagione. Proverà Correia (11-10) a fermare il nostro knuckleballer preferito.

Categories: Regular Season 2012, Uncategorized Tags:

Pittsburgh Pirates @ New York Mets 10-6

September 26th, 2012 No comments

Continuano le audizioni per il 2013 in casa Mets. Ieri sera era la volta di McHugh che ,a dispetto del suo esordio in MLB, sembra essere entrato in un tunnel senza uscita.

Anche ieri in gara 2 contro i Pirates la sua prestazione non è stata all’altezza. Tralasciando punti subiti, BB concesse e tutto ciò che di negativo può esserci in un’uscita per un pitcher, è sembrato chiaro che il ragazzo fosse davvero spaesato. Ha iniziato male concedendo molto all’attacco di Pittsburgh ma non è stato capace di riprendersi in modo adeguato. Collins è stato costretto a toglierlo dopo appena  1.1 IP nel quale ha concesso 5 valide, 7ER, 3BB e non è riuscito ad ottenere neanche uno SO.

Dopo due inning quindi partita parzialmente compromessa e dico parzialmente per il fatto che almeno 2 volte il nostro attacco era riuscito a rimetterla in piedi. Nel primo inning un 2 run homer di Turner e un soloshot di Wright riducevano ad un punto lo svantaggio dei Mets. I Pirates non mollavano e sfruttavano la giornata no del nostro pitching riportandosi a +5. Ma nel settimo inning, di nuovo trascinati da un Wright in grande spolvero che batte nella serata di ieri la sua 1418° hits in maglia Mets pareggiando il record detenuto da Ed Kranepool, i Mets provano a rifarsi sotto. Valdespin portava a casa Torres e Wright batteva il singolo che permetteva a Valdespin e Tejada di arrivare salvi a casa base. Il divario a questo punto era di sole 2 runs.

Qui però si spegnevano le mazze e l’HR battuto da Jones nel nono contro Rauch distruggeva definitivamente le residue speranze di una rimonta.

Partita dall’alto punteggio che verrà di certo ricordata per il record di Wright più che per il gioco in se stesso. Delude, come già detto,  McHugh anche se Collins gli regala l’attenuante di aver terminato definitivamente la benzina. Per il resto due squadre che non hanno più niente da chiedere alla stagione di fronte a 25.000 coraggiosi.

Questa notte gara 3. Locke vs Hefner, 1.10 ora italiana.

Categories: McHugh, Regular Season 2012, Turner, Wright Tags:

Pittsburgh Pirates 2 New York Mets 6

September 25th, 2012 No comments

Ottima prova dei Mets, che aprono la serie da quattro partite contro i Pirates con una convincente vittoria.

La partita ha segnato la prima vittoria a livello MLB per il talento Jenrry Mejia, dopo una serie di prove non del tutto convincenti. Il nostro prospetto ha lanciato 5 riprese concedendo 4 valide, 2 BB, 4 K e soprattutto nessun punto subito.

Note positive anche da parte dell’attacco, con un Ike Davis veramente incontenibile. Il prima base ha ottenuto i fuoricampo numero 29 e 30 della sua bizzarra stagione, partita con uno slump clamoroso e che solo ora sta dando segnali di ripresa. Intendiamoci, i 30 fuoricampo sono una statistica fuorviante: Ike ha ottenuto solo 1.2 fWAR, una vittoria piena sotto al giocatore titolare MLB.

Il primo fuoricampo di Ike è un 2-run shot nella parte bassa del quarto, mentre il secondo è un 3-run bomb nel quinto inning. In mezzo, sempre nel quinto inning, l’RBI single di David Wright.

Per i Pirates i due punti arrivano nell’ottavo e nel nono, entrambi su due singoli. Il primo ad opera di Garret Jones, il secondo per mano di Jose Tabata. Nonostante questo, il bullpen si dimostra tutto sommato solido e Ram-Ram chiude la partita senza la solita sofferenza alla quale ci hanno abituato di recente lui e i suoi colleghi di reparto.

Il futuro

Stanotte Gara 2, sempre al CitiField. Sul monte sfida tra McHugh (0-2) e Rodriguez (11-13).

Miami Marlins @ New York Mets 2-3

September 24th, 2012 2 comments

La vittoria nella partita di ieri completa lo sweep ai danni dei Marlins e da ai Mets la terza W consecutiva. Difficile ricordare a memoria un’altra situazione come questa. Certo l’avversario ci ha messo del suo ma i nostri si sono improvvisamente ricordati che sono una squadra di baseball.

Chris Young tira fuori dal cilindro una QS che è una rarità di questi tempi. Concede solo 2 punti e solo 2 BB. Per il resto è in controllo sul lineup dei Marlins. L’attacco prova a dargli una certa tranquillità grazie al 2 runs homer di Wright nel primo inning che mette subito le cose in chiaro. Young recepisce il messaggio e lancia in scioltezza fino al quinto inning quando concede i due punti del pareggio a Miami. Un inning di difficoltà per Chris che però nonostante i due punti evita il tracollo e lo chiude con un bel pop ai danni di Reyes.

Ramirez e Acosta tengono chiusa la partita come d’altro canto fanno anche Dunn e Bell dall’altra parte della barricata. Parnell sale sul monte nel nono alto con il punteggio in parità e con 2 grounder e un strikeout manda i Mets in attacco con la possibilità di chiuderla affrontando Webb.

Hairston si presenta subito con un singolo ma Duda subito dopo ridà vigore agli avversari andando K. Hairston va in seconda grazie ad una passed ball e Torres va in prima grazie ad una BB. Collins chiama allora Valdespin a battere per uno Shoppach decisamente scarico in queste ultime settimane. Valdespin batte una rimbalzante che sembrerebbe utile per un DP per i Marlins ma alla fine lui stesso si salva in prima. Uomo in prima e terza e due outs. Lewis al piatto.Ozzie dal dogout vuole forzare il gioco e dopo che Jordany ha rubato indisturbato la seconda lasciando un buco in prima Miami decide di dare l’IBB.

A questo punto basi cariche, palla in qualsiasi base per evitare il punto. Tejada al piatto. Tejada contro Webb. Singolo al centro del giovane SS che permette ad Hairston di segnare il punto del 3-2, quindi della vittoria dei Mets.

Tre vittorie consecutive che portano i Mets a 69 e rasserenano un po’ un ambiente che sembra davvero frastornato.

Da questa notte si riparte. 4 partite al City contro gli ormai rassegnati Pittsburgh Pirates, McPherson vs Mejia, 1.10 ora italiana.

Categories: Mejia, Regular Season 2012, Valdespin, Wright Tags:

Miami Marlins @ New York Mets 3-4

September 23rd, 2012 No comments

Dickey scrive un’altra splendida pagina di questa sua annata da incorniciare e va a prendersi la 19° W di questo 2012. E’ chiaro fin dall’inizio che si gioca per lui. E sul monte si respira anche aria di tensione. Il traguardo è importante ed è anche l’unico rimasto ai Mets.

Di fronte una squadra messa forse peggio della nostra, ormai allo sbando e con un manager in balia degli eventi. I ragazzi però sono concentrati e si vede fin da subito. Nel secondo inning Duda va in base ed attende l’at-bat di Bay che si risveglia dal torpore in cui è entrato ormai da almeno 2 anni e batte il suo 8° HR stagionale e i Mets si portano sul 2-0. R.A sente la pressione ma può viaggiare sul velluto grazie al vantaggio acquisito. Un paio di volte si trova in difficoltà ma la knukcle tende ad “entrare” e i battitori avversari non riescono ad essere incisivi.

Nel quarto Scott Hairston con il suo soloshot porta a 3 i punti per i Mets e quando nel quinto Murphy porta a casa Thole per il 4-0 sembrava davvero fatta. Ed invece Dickey, che rientra nel nono per tentare il complete game, crolla definitivamente. Regala la base a Dobbs e concede un doppio a Solano. Partita finita per lui che esce tra gli applausi dei pochi affezionati presenti al City Field. Al suo posto Rauch per affrontare Buck il quale ringrazia e batte un HR da tre punti che riapre la partita e gela Dickey. Collins rischia e lascia sul monte Rauch. Che però ripaga il manager della fiducia ottenendo 2 strikeout e una grounder per portare a casa la W di Dickey e la sua quarta salvezza stagionale.

Alla fine Dickey chiude con 8 IP, 6 valide subite, 2ER, 2BB e 4SO. La sua ERA scende a 2,66. 19 W per lui dietro solo a Gio Gonzalez.

Questa sera Young sfida Nolasco. Ore 19.10 italiane, per lo sweep.

Categories: Dickey, Regular Season 2012 Tags:

Philadelphia Phillies 16 New York Mets 1

September 21st, 2012 No comments

E’ finita. Con la sconfitta di questa notte, i Mets hanno perso la possibilità di raggiungere la postseason MLB. E quale modo migliore di assicurarsi un Ottobre casalingo che perdere 16-1 contro i rivali di sempre? Non ce ne vengono in mente molti. Questa sconfitta è una chiara sintesi dei Mets post All Star Game. Scarsi, svogliati, in picchiata tremenda, con elementi assolutamente impresentabili a roster. E, sia chiaro da subito, questa non è colpa di Sandy nè di Collins. Fa parte, crediamo, del normale processo di rebuilding nel quale i Mets sono impegnati in questo momento. Ciò non toglie che sia terribile perde in questa maniera contro i Phillies, che sia veramente un’agonia interminabile guardare una partita del genere.

Il recap dei punti segnati è quaasi superfluo: i Phillies segnano 8 punti nel primo inning, 1 nell’ottavo e 7 nel nono, chiudendo in bellezza con un Grande Slam di Howard. Per i Mets, 3 misere valide con l’unico punto portato in cascina da un solo shot di Mike Baxter nel terzo. Il resto è degno di una tragedia di Sofocle. Hefner parte malissimo subendo subito 7 punti senza ottenere un out, ottenendo, per la partita, un’ERA pari ad Infinito.

E’ chiaro che non sono questi gli uomini sui quali i Mets puntano per il futuro. La maggior parte della squadra al momento è composta da filler in attesa che i pezzi pregiati delle minor league si affermino come membri del roster da 25. Fino a quel momento, ci sarà da penare.

Il futuro

Ormai senza obiettivi, i Mets sono pronti a sfidare Miami per una serie da tre nel corso del fine settimana. Sul monte, Niese (11-9) vs Turner (2-3).

Categories: Regular Season 2012, Uncategorized Tags:

Philadelphia Phillies 3 New York Mets 2

September 20th, 2012 No comments

La ricerca della quinta vittoria casalinga dopo l’All Star Game da parte dei Mets sfuma proprio sul più bello, quando i tifosi erano pronti a festeggiare questo importantissimo traguardo. Ancora una volta, è stato il bullpen a fallire nell’impresa di portare a casa il risultato. Ma, ovviamente, andiamo con ordine.

In un CitiField per metà vuoto (o, come direbbero gli inguaribili ottimisti, per metà pieno) Matt Harvey sale sul monte di lancio per l’ultima volta in questa stagione. E sfodera un’altra ottima partenza, con 7 inning lanciati nei quali concede una valida (leadoff HR di Rollins), 1 ER, 3 BB e 7 K. Il suo rivale di Philadelphia, Hamels, lancia 6 inning con 6 valide, 2 punti subiti, 1 base su ball e ben 10 K.

Come detto, apre subito le danze Rollins col suo solo shot. Sembra l’inizio di un incubo, ma Harvey non si scompone e prosegue la sua marcia senza ulteriori intoppi. Dopo qualche tentativo andato a vuoto, i Mets riescono a pareggiare nel terzo inning, grazie ad un doppio di Murphy che manda a casa Tejada. Nel sesto inning i Mets trovano il loro leadoff HR della serata, grazie a Wright, che colpisce duramente Hamels mandando la pallina oltre il muro in esterno destro. 2-1, quindi, e palla ad Harvey che chiude la sua annata mettendo K Howard e Ruiz nel settimo. Per l’ottavo inning, Collins si affida a Parnell. Bobby, pur con qualche problemino, lascia i Phillies a zero. Dopo una parte bassa dell’ottavo improduttiva, Collins manda Edgin sul monte per chiuderla.

Il buon Josh parte alla grande, mettendo K sia Rollins che Wigginton. Poi, il disastro: walk ad Utley e bomba di Howard per il 3-2. Rauch entra per mettere K Ruiz, ma ormai la frittata è fatta. Nel nono inning, ovviamente, la rimonta non riesce. Valdespin va K, protesta e viene giustamente cacciato, Tejada ottiene un singoletto ma sia Murphy sia Wright vengono eliminati, ponendo fine all’incontro.

Il futuro

Stasera si recupera la partita rinviata Martedì. Sul monte Hefner (2-6) vs Cloyd (1-1).

Philadelphia Phillies @ New York Mets 3-1

September 18th, 2012 No comments

Con il solo obbiettivo di far migliorare le statistiche di Dickey in vista della corsa al Cy Young, i Mets affrontavano gara 1 al City contro i Phillies.

E’ sempre una sfida “sentita” quella contro i rivali di division in particolar modo quando questi credono, a ragione, ancora alla possibilità di agguantare clamorosamente la seconda WC. Certo affrontare Cliff Lee non è mai una passeggiata e probabilmente un aiuto in più da parte di Collins per R.A. sarebbe potuto essere quello di schierarlo contro un pitcher più abbordabile per il nostro attacco dato che quando si parla di W le mazze diventano fondamentali.

La serata non è certo di quelle memorabili per il nostro pitcher che fin dal primo inning concede qualcosa di troppo in particolare e Rollins che sfruttando una sacfly di Utley va a segnare il punto del vantaggio Phila. Dickey è solido sul monte anche se un paio di volte deve uscire da situazioni particolarmente intricate mentre i nostri contro Lee faticano più del dovuto e non sfruttano le poche opportunità che gli vengono concesse.

Nel quinto Rollins è ancora una volta implacabile e castiga Dickey con un solo shot che porta Phila sul 2-0. Rollins davvero castigatore dei Mets di questi ultimi anni. Speriamo non abbia infranto anche i sogni di Dickey per quest’anno.

I Mets hanno un’impennata di orgoglio e nel quinto basso l’RBI di Murphy porta a casa un Nickeas schierato quasi a sorpresa. Dickey tiene sul monte anche se il pitch count inizia a diventare alto. Prima di chiudere il settimo inning e quindi la sua partita concede ancora un HR a Brown che di fatto sigilla il punteggio a favore di Philadelphia perché il nostro attacco negli ultimi due inning non è in grado di recuperare lo svantaggio accumulato.

Alla fine la linea di Dickey non è male. 7IP con 5 H subite e 8 SO. Ma anche 2BB e 2 ER che vanno ad incidere sulla sua ERA e sappiamo quanto questo dato risulti fondamentale per i votanti. Dickey ha dichiarato al termine della partita che lui si sentiva bene e avrebbe voluto continuare anche se 112 lanci dopo 7 inning sono sembrati comunque tanti a quasi tutti gli osservatori. Dopo la partita di questa notte Dickey rimane fermo a 18 W. E’ il pitcher che ha lanciato di più con 212 IP e la sua ERA rimane la migliore, 2.67. Ha un K in meno rispetto a Kershaw, 205 a 206 ma come sappiamo il lanciatore dei Dodgers purtroppo dovrebbe aver teminato anzitempo la sua stagione. Solo Gio Gonzalez ha una W in più. La corsa è ancora  aperta.

Questa notte si replica. Torna sul monte Matt Harvey contro Tyler Cloyd, ore 1.10 italiane.

 

Categories: Dickey, Murphy, Regular Season 2012 Tags: