Archive

Archive for April, 2013

Philadelphia Phillies 5 New York Mets 1

April 29th, 2013 No comments

Si chiude con una sconfitta (e quindi con un sonoro sweep a domicilio) la serie casalinga contro i Phillies. Un’altra partita nella quale il nostro partente si comporta molto bene ma, ovviamente, l’attacco non collabora.  Ma andiamo con ordine.

L’illusione di un grande pomeriggio salva-sweep inizia nel primo inning. Tejada apre la partita con un doppio, Murphy lo spinge in terza e Wright lo porta a casa. 1-0 e partita che sembra in discesa. Ed effettivamente è così: Niese lancia molto bene e i Phillies vengono tenuti a bada. L’unico neo è un solo shot di Galvis nella parte alta del quinto che ha dell’incredibile. Il giocatore dei Phillies, infatti, batte la palla – praticamente per terra – con uno swing degno del miglior Tiger Woods. La palla prende il giusto effetto e atterra fra la folla in esterno sinistro per l‘1-1.

Anche Hamels lancia molto bene, e i nostri alla fine riusciranno a mettere a segno solamente sei valide. In un tremendo daja-vù di Gara 1. Purtroppo, nel settimo inning accade il disastro.

Niese ottiene due out veloci: Mayberry e Galvis. Poi Nix entra per battere al posto di Hamels. Niese ottiene un foul pop ma Buck non riesce a completare la giocata. La pallina cade e concede a Nix  una seconda chance: ottiene ovviamente un singolo seguito da un’altra valida di Rollins. Collins quindi decide di inserire Atchison, che però non risulta efficace. Concede, infatti, prima un RBI double ad Howard e poi un RBI single di Utley. Il punto del definitivo 5-1 arriva un inning dopo sull’RBI double di Mayberry jr.

Il futuro

Stasera inizia una serie da tre contro i Marlins. Sul monte grande sfida fra i  due fenomeni Harvey e Fernandez.

Categories: Regular Season 2013, Uncategorized Tags:

Phildelphia Phillies @ New York Mets 9 – 4

April 28th, 2013 No comments
Turner e Wright festeggiano sul piatto di casa base

Turner e Wright festeggiano sul piatto di casa base

Nel giorno dell’esordio di Marcum i Mets dimostrano la loro infinita difficoltà sul monte di lancio. Come ampiamente dimostrato dalle partite precedenti i nostri partenti, ad esclusione di Harvey e in parte di Niese, trovano notevoli difficoltà nell’affrontare i lineup avversari.

Come detto Marcum viene attivato dalla DL per partire in gara 2 della serie contro i Phillies. Scende Edgin per fargli posto.

Primi due inning decisamente ben lanciati e in controllo fanno pensare ad una partita in discesa. Nel terzo però Marcum va in piena difficoltà permettendo a Utley, Rollins e Howard di portare in vantaggio i Phillies dopo che nel primo inning un doppio di Valdespin aveva permesso a Davis di arrivare salvo a casa. Nel quarto Marcum si riprende e lo chiude senza troppi patemi. E dopo 71 lanci cede la palla al bullpen.

Carson è il prescelto da Collins. E qui succede l’irreparabile. I Phillies prendono a pallate il nostro rilievo senza concedergli possibilità di reazione. Carson è in balia del lineup di Phila che ne approfitta e segna ben 5 punti compreso un back to back homerun di Brown e Mayberry Jr. 8-2 Philadelphia e partita virtualmente chiusa al quinto.

I Mets accorciano ancora le distanze con un doppio di Wright e l’ottavo HR di Buck ma non basta. Hawkins e Rice lanciano 4 inning praticamente perfetti ma la gara non ha più nulla da dire.

Mets sotto quota .500 di due partite con alle porte gara 3 contro i Phillies per evitare il primo sweep di stagione. Sul monte Niese vs Hamels, ore 19.10 italiane.

Philadelphia Phillies 4 New York Mets 0

April 27th, 2013 2 comments

La delusione di Dillon Gee

Inizia nel peggiore dei modi possibili la serie del fine settimana fra Mets e Phillies. I nostri, in una partita veramente da dimenticare, sono vittime di un 3-hit shutout da parte di Kyle Kendrick. Una prestazione da film dell’orrore da parte dell’attacco che non sfrutta una buona (in parte) prova di Dillon Gee sul monte.

La partita in sé non offre particolari emozioni. Fra i lowlight dei Mets segnaliamo Mike Baxter che, nella parte alta del terzo, si “perde” una innocua fly ball battuta da Nix, che atterra a una decina di metri dal luogo in cui si trovava il nostro esterno destro. L’errore per fortuna non ha conseguenze sul punteggio, ma è una perfetta immagine della serata.

Come detto, Gee se la cava abbastanza bene per poi crollare nel sesto. Con corridori agli angoli e zero out, concede una valida a Young che spinge a casa Rollins. Il battitore seguente, Howard, spara una cannonata in esterno centro: 3-run bomb e partita chiusa.

I Mets sono veramente disastrosi. Portano solo una volta un corridore in posizione punto e vengono dominati senza pietà da un Kendrick formato Roger Clemens dei bei tempi.

L’unica nota positiva è il bullpen che riesce a non fare disastri e, appunto, la partenza di Gee che fino al sesto inning si stava comportando bene. Per il resto, una serata da dimenticare. Per nostra fortuna, però, il baseball non si ferma mai, e stasera i nostri proveranno a riscattarsi. Peggio di così non potrà andare, no?

Categories: Regular Season 2013, Uncategorized Tags:

Persa la serie contro i Dodgers

April 27th, 2013 No comments

I mets perdono 2-1 la serie al City contro i Los Angeles Dodgers. Dopo una prima partita combattuta fino al al crollo del bullpen e persa malamente 7-2, i ragazzi si riscattano in gara 2. Rimontano lo svantaggio iniziale e portano la partita agli extra dove un Grande Slam di Valdespin regala la gioia della vittoria in walkoff al pubblico di casa.

20130427-122933.jpg

In gara 3 parte Hefner. La partita è dominata dai pitchers anche se i Dodgers segnano subito nel primo inning. Le mazze fanno fatica ma nel sesto i Mets pareggiano grazie al Rbi di Wright. Nell’ottavo i Mets hanno la loro occasione. Zero outs, uomini in prima e seconda ma Wright, Duda e Davis piazzano una serie di k, FO e K che gridano vendetta. I Dodgers non si lasciano scappare l’occasione nel nono e si portano sul 3-1 grazie alle difficoltà del nostro bullpen. Nel nono basso Davis batte l’homerun della speranza ma League chiude la porta e regala la serie ai Dodgers.

20130427-123631.jpg

Categories: Uncategorized Tags:

Washington Nationals 0 New York Mets 2

April 22nd, 2013 1 comment

d2118f14-ebd4-370a-827e-ac09e4e0a00a

Tornano alla vittoria i Mets, con uno shutout ai danni dei Nationals nella series finale di Domenica pomeriggio, assicurandosi così anche la vittoria nella serie. Una vittoria difficile e sofferta, con Gee ed il bullpen che sono comunque riusciti a mantenere un importantissimo “0” nella casella dei punti segnati dai Nats nonostante alcune situazioni molto rischiose. Ma andiamo con ordine.

Nei Nationals (che fanno partire Jordan Zimmermann) debutta il top prospect Anthony Rendon, scheriato in 3B al posto di Ryan Zimmerman, finito in DL. Il giovane si fa subito notare con una bellissima presa al volo su un pop con la pallina praticamente nel dugout.

Tornando a noi, i Mets si portano in vantaggio nella parte bassa del secondo, grazie ad un solo shot di Buck che atterra nel secondo anello dello stadio. Incredibile la quantità di fuoricampo “monstre” battuti dai nostri quest’anno. I nostri poi fanno 2-0 nella parte bassa del quarto. Wright apre l’inning camminando, poi arriva il singoletto di Ike e il walk di Duda, che carica le basi. Baxter batte una fly ball profonda al centro e Wright segna senza problemi.

Gee riesce a tenere a bada i Nats, ma dopo 5.2 inning esce. Hawkins e Lyon fanno il loro lavoro, lasciando la palla a Rice nell’ottavo.

Scott concede un singolo a Lombardozzi e un walk a Span. Werth quindi si presenta al piatto con 2 on, 0 out e tanta voglia di sparecchiare. Purtroppo Rice non riesce a centrare la zona e si porta sul 3-0 in favore di Werth. E qui accade l’incredibile. Werth, infatti, gira un brutto lancio battendo una innocua grounder per un doppio gioco 6-4-3 pesantissimo. Dopo la partita Werth dirà di aver commesso la più grossa sciocchezza da tanti anni a questa parte, e noi non possiamo che essere d’accordo. I pericoli però non sono finiti, perché con 2 out e l’uomo in terza si presenta al piatto Bryce Harper. Ma Rice si riprende e mette K il giovane fenomeno dei Nationals, lasciando a Bobby Parnell la palla per il nono. Bobby non delude e mette a segno uno 1-2-3 inning per mandare a casa i tifosi contenti.

Il futuro

Oggi day off per i Mets, mentre da domani inizierà una serie casalinga contro i Dodgers.

Categories: Regular Season 2013, Uncategorized Tags:

Washington Nationals @ New York Mets 7 – 6

April 21st, 2013 No comments
Collin Cowgill batte il singolo da due punti

Collin Cowgill batte il singolo da due punti

Senza Niese  e Harvey si spegna la luce sul monte di lancio e i Mets faticano a tenere in pugno una partita nella quale erano riusciti a mettere in difficoltà un pitcher come Gio Gonzalez.

Hefner è il partente che deve riscattare la brutta prestazione di qualche giorno fa da rilievo. Ma anche questa volta trova difficoltà non indifferenti sulla sua strada. Secondo e terzo inning subito fatali e Nationals che si portano sul 3-0 grazie agli homeruns di Desmond e di uno scatenato Harper.

Il quarto inning potrebbe essere quello della svolta. Gonzalez fa 2 out comodi ma a quel punto le mazze dei padroni di casa iniziano a girare come si deve. Cowgill batte un singolo velenoso che porta a casa Buck e Byrd. Un altro singolo di Turner e Duda e Cowgill fanno 4. Murphy non è da meno e continua il suo momento caldo e porta a casa anche Tejada. Al termine dell’inning i Mets sono avanti 5-3 e Laffey si presenta sul monte a rilevare Hefner per il quinto.

Non è giornata e lo si capisce da come Laffey mette con facilità disarmante uomini in base. Con Werth e Harper in prima e terza LaRoche batte l’HR del nuovo sorpasso: Mets sotto 6-5.

Sembra finita ma ci pensa il solito Buck di questo inizio di stagione ad alimentare altre speranze per i Mets. Murphy va come sempre in base e John batte un doppio in esterno sinistro che permette a Daniel di correre a casa e pareggiare i conti.

Ma loro Hanno Harper. Uno capace di tirare fuori dal cilindro sempre la giocata vincente. E ne fa le spese Edgin. Settimo HR stagionale ed è quello che mette la parola fine su una partita comunque combattuta.

Da segnalare il triplo di Wright e i desolanti 3 strikeout di Ike Davis ormai perso nei meandri del ricordo di un giocatore che sembrava fortissimo ma che non riesce più a ritrovarsi.

Questa sera ora 19.10, Zimmermann contro Gee per aggiudicarsi la serie.

Categories: Buck, Byrd, Murphy, Regular Season 2013 Tags:

Washington Nationals 1 New York Mets 7

April 20th, 2013 1 comment

Siamo d’accordo col bambino.

Bellissima vittoria dei Mets nella prima partita della serie contro i Nationals, caratterizzata dalla stellare sfida sul monte fra i due giovani rampanti Matt Harvey e Stephen Strasburg. 

In un CitiField caldissimo, i Mets riescono subito a colpire duro Strasburg. Nel primo inning segnano infatti Valdespin (su lancio pazzo) e Murphy su un singolo di Buck. Dopo questo inizio scoppiettante, i due lanciatori prendono il controllo della situazione. Harvey, in particolar modo, mette a segno una partenza stupenda. Alla fine concederà solo 1 punto, 4 valide e 3 basi su ball in 7 inning, a fronte di 7 strikeout.

A supportare la sua ottima prestazione ci pensano le mazze, calde come non mai. Nel sesto inning, infatti Ike Davis e Lucas Duda sparano due fuoricampo lunghissimi, entrambi solo shot, per dare ai Mets il 4-1. Proprio a questo punto, dopo il fuoricampo di Duda, tutto il CitiField si alza in piedi a cantare “Harvey’s better” all’indirizzo di Strasburg. Scena memorabile. Senza voler fare paragoni assolutamente inadeguati, ha ricordato moltissimo gli “Who’s your daddy” dello Yankee Stadium all’indirizzo di Pedro nelle ALCS 2004.

Mezzo inning dopo, i Nats segnano il primo ed unico punto della loro partita, sul singolo di Tracy. Harvey riesce comunque a chiudere l’inning senza troppi danni per poi lasciare la palla al bullpen.

Ma Ike e Duda non sono ancora sazi, e nell’ottavo inning ripetono quanto fatto nel sesto. Ike con un 2-run shot dopo il triplo di David Wright, Lucas con un altro solo shot. Anche in questo caso due bordate clamorose, che fissano il punteggio finale sul 7-1.

Categories: Regular Season 2013 Tags:

Tegola d’Arnaud: piede rotto.

April 19th, 2013 No comments
Travis d'Arnaud

Travis d’Arnaud

Con una puntualità che neanche un orologio svizzero arriva la tegola. Travis d’Arnaud si è fratturato il primo metatarso del piede sinistro nella partita della affialiata di AAA mercoledi notte. Travis è stato immediatamente sostituito e preso in consegna dai medici dei Mets i quali hanno subito capito che non era un infortunio da nulla.

Oggi d’Arnaud dovrebbe arrivare a Manhattan per l’incontro con gli specialisti. Ovviamente non è ancora possibile capire se ci sarà bisogno dell’operazione e di conseguenza non si può avere la certezza di quanto tempo dovrà stare fermo. Certo è che l’infortunio che ha subito non è una cosa che ti rimette in piedi pronto a giocare in poco tempo. Si stimano 2 mesi di stop assoluto. Poi si vedrà.

Al di là della gravità del fatto rimane l’amaro in bocca per il tempo che d’Arnaud dovrà perdere. Era stato mandato in AAA nonostante uno Spring Training da protagonista proprio per dargli la possibilità di giocare con continuità. Sono ovviamente infortuni che nel baseball possono capitare e quindi non ci possono essere recriminazioni di nessun tipo.

Travis stava battando .250 con un HR e 8 rbi in 36 at-bat.

Categories: d'Arnaud, Regular Season 2013 Tags:

New York Mets 3 Colorado Rockies 11

April 19th, 2013 1 comment

La delusione di Kirk

I Mets chiudono una terribile serie in Colorado con una disastrosa sconfitta in Gara 3.

Nella partita più fredda nella storia del Coors Field, i nostri partono abbastanza bene: nel primo inning, infatti, entra subito un punto grazie alla valida di Wright che porta a casa Murphy. Il vantaggio, però, dura solo una manciata di minuti. Nella parte bassa, infatti, i Rockies pareggiano subito grazie all’RBI single dello scatenato Carlos Gonzalez.

Dopo un avvio così così, i pitcher Niese e Garland si assestano e per qualche inning gli attacchi vengono silenziati. La parità viene rotta dal solo shot di Rutledge nella bassa del quarto, vantaggio prontamente annullato nella parte alta del sesto da un altro singolo di Wright. Ma mezzo inning dopo i Rockies tornano di nuovo in vantaggio grazie all’RBI single di Tulo. Poi, il disastro.

La parte bassa del settimo inizia con Edgin che rileva Niese e ottiene due out rapidi. Poi, complice una valida del solito CarGo, i  Rockies si ritrovano con corridori agli angoli e due out. Entra Atchison ed è il pandemonio. I Rockies mettono a referto 4 punti, due sull’RBI single di Rosario e due sull’RBI double del redivivo Helton. L’ingresso – tardivo – di Familia non aiuta: entrano altri due punti sui singoli di Nelson e Brignac: è 9-2 Rockies.

L’RBI single di Ike nella parte alta dell’inning successivo è l’ultimo sussulto dei Mets, che prima di tornare in aeroporto concedono altri due punti sui fuoricampo di Fowler e Tulowitzki, che fissano il punteggio sull’11-3.

Il futuro

Stasera si apre una delicata serie casalinga contro i Nationals. Sul monte sfida stellare Harvey vs Strasburg.

Categories: Regular Season 2013 Tags:

New York Mets 8 Colorado Rockies 9 F/10 – DH Gara 2

April 17th, 2013 2 comments

David Wright ruba una base

Disastrosa sconfitta per i Mets nella sfida serale del doubleheader contro i Rockies. I nostri, infatti, non sono riusciti a portare a casa la vittoria nonostante avessero 6 punti di vantaggio a metà partita. Ma andiamo con ordine.

Freddo, neve che cade e uno sparuto gruppo di tifosi danno il benvenuto alle due squadre per la seconda delle due partite fra New York e Colorado. Sono diversi i giocatori, specialmente fra i Rockies, in abbigliamento da scalata alpina, alcuni praticamente in passamontagna.

Laffey parte male: pioggia di uomini in base e sac fly di Carlos Gonzalez che porta subito avanti 1-0 i padroni di casa. I Mets non ci stanno, e fra secondo e terzo inning mettono a referto tre punti, sfruttando la valide di Tejada, l’errore di Torrealba e la sac fly di Byrd. Ma nella parte bassa del terzo i Rockies accorciano le distanze con un RBI groundout di Cuddyer.

Nel quinto inning le due squadre si scatenano. I Mets mettono a segno 5 punti: due sul singolo di Byrd, uno a testa sui singoli di Turner e Tejada e un altro ancora sull’infield hit di Valdespin. Mets avanti quindi 8-2. Tutto finito? Neanche per sogno.

Nella parte bassa Colorado segna 4 punti. Prima con un walk a basi cariche di Jordan Pacheco, poi con una sac fly di Nelson ed infine col doppio da due RBI del ricevitore Torrealba.

Nonostante qualche scricchiolio di troppo da parte di Laffey e del bullpen, i Mets sembrano comunque tenere. Invece, nella parte bassa dell’ottavo, il disastro. Con due out e corridori in seconda e terza, Cuddyer batte una chopper verso Tejada. Ruben, con tutto il tempo del mondo, manda alle stelle l’assistenza in prima. Entrano due punti e i Rockies pareggiano.

Nel nono i Mets sprecano una buona chance e si va agli extras. Dopo un nulla di fatto per i nostri nella parte alta, nuovo disastro nella parte bassa.

Burke entra e ottiene due out veloci. Poi, Carlos Gonzalez si prende una base su ball. Sul battitore successivo, Cuddyer, Burke ottiene la grounder per chiudere l’inning, ma Wright sbuccia e la palla finisce in esterno sinistro, regalando ai Rockies uomini in prima e terza. Ovviamente il battitore successivo, Jordan Pacheco, ottiene un singoletto in esterno destro che da la vittoria in walkoff ai Rockies.

Il futuro

Oggi si dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) giocare Gara 3. Ma, sorpresa, le condizioni meteo sono terribili con una possibile tormenta di neve prevista su Denver. In caso, la gara dovrebbe partire alle 2.40 italiane

Categories: Regular Season 2013 Tags: