Archive

Archive for May 18th, 2014

La prima salvezza di Mejia

May 18th, 2014 No comments
Reacker abbraccia Mejia dopo la sua prima SV

Reacker abbraccia Mejia dopo la sua prima SV

Arriva sabato in serata la prima salvezza in MLB di Mejia. fatto che merita sicuramente la sottolineatura perché è da considerarsi il completamento di un percorso travagliato di questo giovane e talentuoso pitcher iniziato quando in AAA aveva gli occhi puntati poiché considerato il fiore all’occhiello della gestione Minaya.

Ed in effetti i numeri e il futuro erano tutti dalla sua parte. Un gestione però scellerata del suo braccio lo ha portato a logorarsi fino a quando ha dovuto sottoporsi alla Tommy John Surgey.

Mejia entra un po’ nel dimenticatoio dei Mets presi tra il no hitter di Santana e l’esplosione di nuovi talenti del monte nella farm.

Mejia però nel 2013 ritorna. 8 ip in A+ per dimostrare che il braccio c’è, 11 in AA con 0.82 di ERA a confermare che velocità e precisione non sono sparite. E poi la chiamata in MLB per coprire le voragini che si erano aperte in rotazione.

E il ragazzo sa che non può farsi scappare questa occasione e parte forte. 27 ip per lui con ERA a 2.30. Le attenzioni tornano su di lui che impressiona per come gestisce la partita nei primi 4-5 inning. Ed arriviamo al dunque. Già in quella parte finale dello scorso anno si palesava la difficoltà di Jenrry di lanciare dopo il quinto inning. Arrivato intorno agli 80 lanci gli avversari iniziavano a toccarlo duro.

Si arriva allo Spring Training 2014. Mejia si gioca il posto in rotazione con Matsuszaka e vince la contesa. Ma il responso del campo è implacabile ed è lo stesso dell’anno prima: primi inning praticamente perfetti, poi le difficoltà, anche serie.

Perde il posto in rotazione e va nel bullpen. Lancia il nono inning nella partita d’esordio di deGrom in un momento in cui era necessario tenere la partita chiusa e lo fa bene. Poi ieri la partita contro i Nats. Si entra nel nono in vantaggio 5-2 e Collins chiama dal bullpen proprio lui che sente la tensione e concede subito la valida a Werth. Il resto lo conosciamo. 3 avversari eliminati subito dopo e quell’esultanza che sottolinea la prima, e speriamo non ultima, salvezza in MLB.

Categories: Mejia, Regular Season 2014 Tags:

Esordi e movimenti nel roster

May 18th, 2014 No comments
Montero durante il suo esordio al City

Montero durante il suo esordio al City

Qualche considerazione sugli ultimi cambiamenti a roster, sulla rotazione partenti e come dovrebbe essere: si guarda al futuro con energia, freschezza e giovani o almeno è quello che ci auguriamo tutti.

Retrocesso Satin, promosso Flores, Mejia “esiliato” nel bullpen e chissà che non possa diventare un closer (potrebbe essere una grande mossa viste le difficoltà che abbiamo palesato, da noi di New York Mets Italian auspicata da tempo) e la chiamata di Jacob deGrom, per ora in aiuto al bullpen.

Dillon Gee e Jon Niese non danno cenni di cedimento, anzi: il primo è uno dei migliori lanciatori di questo primo mese e mezzo di regular season, in grande controllo di tutti i suoi lanci. A meno che non ci si privi di lui con qualche trade resta il punto di riferimento.

Niese è, almeno per me, uno dei migliori lanciatori della National League, senza picchi enormi ma è solido e stabile e possiamo farci affidamento sempre.
Poi c’è Zack Wheeler, qualcuno sta iniziando ad avere più di qualche dubbio sul ragazzo. Più di qualche difetto c’è e per ora non si vedono grandi miglioramenti ma il tempo gioca a suo favore, è giovanissimo e una gestione magari più oculata del nostro manager Collins potrebbe aiutare. Fiducia!

Ora veniamo al futuro: Rafael Montero, Jacob deGrom, Noah Syndergaard.
Rafael ha fatto il suo debutto al City contro Tanaka (mission impossible).
Debutto discreto: il suo primo strikeout l’ha ottenuto contro Jeter, piuttosto speciale no?
Lancia 6 inning concedendo 5 valide, con 2 home run, 2 basi ball e 3 strike out.
Le prime impressioni sono di un ragazzo che può e deve ancora migliorare tanto, ma già quello che fa intravedere adesso ci autorizza ad essere fiduciosi nelle sue prossime partente: osservato speciale!

Anche per Jacob deGrom esordio in casa contro gli Yankees:
Assolutamente brillante, efficace, faccia da veterano, splendido esordio che solo un attacco sterile e qualche errore di squadra non hanno permesso al nostro ragazzo di portare a casa la sua prima vittoria in MLB. In più ha battuto una valida (eravamo 0-64 coi pitcher). Se posso spingermi oltre, mi ha ricordato una delle tante uscite di Harvey dello scorso anno. Lancia 7 inning con solo 4 valide subite, 2 basi ball e 6 strike out.
Avanti così Jacob, io sono già innamorato di te.
Cosa si può dire invece di Noah? potenzialità impressionanti, talento incredibile così come Montero, abbiamo acquistato Colon forse per permettergli di migliorare ancora e con calma ma non c’è dubbio che su di lui si nutrono aspettative altissime e chissà che possa fare il debutto in MLB questa stagione.

Insomma, abbiamo in casa il futuro della franchigia, ci aspettiamo che germoglino il prima possibile.
P.S. Non ho menzionato Matt Harvey, in ripresa dopo l’operazione al braccio, solo perché è un superuomo e non fa parte dei comuni mortali. Aspettiamo il suo rientro con ansia, sicuri che sarà ancora il Matt che abbiamo imparato ad amare.

Categories: Flores, Niese, Regular Season 2014 Tags: