Archive

Author Archive

Il nostro futuro

August 30th, 2017 No comments

Categories: Rosario, Smith Tags:

Harvey a piccoli passi, 20 lanci nel bullpen

August 6th, 2014 No comments
Matt Harvey di nuovo su un monte di lancio

Matt Harvey di nuovo su un monte di lancio

E’ stata una giornata importante quella di martedi 5 agosto per i tifosi dei New York Mets e fondamentale per la squadra in quanto tale.

Matt Harvey ,per la prima volta da quel maledetto 23 ottobre 2013, è salito sul monte per una sessione di lanci. Nulla di eclatante sia chiaro ma vederlo di nuovo tirare quella palla rende il futuro più roseo. Si, avete capito bene, ho detto vedere perché al tempo dei social anche una sessione di bullepn può essere condivisa con tutti e soprattutto tutti possono farsi un’idea di come procedono le cose. Harvey ha postato sul suo profilo di Instagram questa sua

uscita ed è di nuovo scoppiata la Harvey Mania. 20 lanci nel tentativo di ritrovare una meccanica efficace e di mantenere il controllo della palla.

Ai giornalisti che lo hanno intervistato subito dopo ha detto di essersi sentito molto bene e di avere molta fiducia per un recupero completo e che scalpita per poter battagliare in partite “vere”.

Il punto alla fine è sempre questo. Harvey vorrebbe accelerare i tempi e addirittura provare a lanciare un inning prima della fine della stagione 2014. Alderson e la società dal canto loro ci vanno più cauti. Secondo i loro programmi Harvey dovrebbe fare qualche apparizione nell’Arizona Fall League al termine della stagione regolare per poi seguire una serie di tappe concordate per arrivare nelle migliori condizioni possibili allo Spring Training del 2015.

A quel punto sarà il campo a dare il suo verdetto sul pieno recupero del lanciatore anche se è tanta la fiducia che si respira intorno al suo rientro.

Qui potete vedere la sessione di Matt

E qui di seguito quello che ha postato lo stesso Matt sul suo profilo Instagram:

 

Categories: Alderson, Harvey, Regular Season 2014 Tags:

Questioni di Duda

July 27th, 2014 No comments

duda

Una delle principali incognite della stagione dei Mets era la lotta per conquistare il posto di prima base titolare. Davis, Duda e Satin se lo sono giocato per tutto lo Spring Training e la scelta di Collins è caduta sui primi due.

Alla fine però il Front Office ha deciso che il tempo di Ike nell’organizzazione era giunto al termine e Duda da quel momento non ha più avuto concorrenti plausibili.

Lucas Duda ha risposto alla grande alla chiamata in prima base. Dopo anni di difficoltà e un continuo su e giù dal AAA alla MLB finalmente sta dimostrando di essere un giocatore che può essere importante.

Fino ad oggi ha piazzato una linea di .260/.357/.494 che se non è esaltante nella media battuta diventa decisamente interessante per quel che riguarda gli altri 2 valori.

Se spostiamo l’analisi su tutti i prima base della Lega vediamo, come già detto, che Duda si piazza al 18° posto come AVG appena sotto ad Adrian Gonzalez che lo precede con .264.

A fronte di una media battuta bassa però troviamo un dato sorprendente. L’OBP (on base percentage) che è riuscito ha piazzare fino a questo momento è la decima tra tutti i suoi colleghi di ruolo. Una notizia confortante che fa capire come anche nell’approccio nel box sia migliorato nel corso di questi anni.

Ma Duda lo conosciamo, è uno che quando picchia, picchia duro. E in questa prima metà di 2014 lo sta dimostrando con i fatti. Due dati spiccano più di tutti: la SLG e il numero degli HR.

La slugging percentage, .494, è la nona tra i prima base ed è la diretta conseguenza dei 42 singoli, 22 doppi ma soprattutto dei 17 HR fino a questo momento battuti, ottavo in classifica insieme a Chris Davis degli Orioles.

Possiamo dire quindi che Duda sta avendo una stagione al di sopra di tutte le aspettative che ha dato ragione a chi ha voluto credere in lui. A 28 anni è il momento giusto per cercare di spiccare definitivamente il volo.

 

Categories: Duda, Regular Season 2014 Tags:

La prima salvezza di Mejia

May 18th, 2014 No comments
Reacker abbraccia Mejia dopo la sua prima SV

Reacker abbraccia Mejia dopo la sua prima SV

Arriva sabato in serata la prima salvezza in MLB di Mejia. fatto che merita sicuramente la sottolineatura perché è da considerarsi il completamento di un percorso travagliato di questo giovane e talentuoso pitcher iniziato quando in AAA aveva gli occhi puntati poiché considerato il fiore all’occhiello della gestione Minaya.

Ed in effetti i numeri e il futuro erano tutti dalla sua parte. Un gestione però scellerata del suo braccio lo ha portato a logorarsi fino a quando ha dovuto sottoporsi alla Tommy John Surgey.

Mejia entra un po’ nel dimenticatoio dei Mets presi tra il no hitter di Santana e l’esplosione di nuovi talenti del monte nella farm.

Mejia però nel 2013 ritorna. 8 ip in A+ per dimostrare che il braccio c’è, 11 in AA con 0.82 di ERA a confermare che velocità e precisione non sono sparite. E poi la chiamata in MLB per coprire le voragini che si erano aperte in rotazione.

E il ragazzo sa che non può farsi scappare questa occasione e parte forte. 27 ip per lui con ERA a 2.30. Le attenzioni tornano su di lui che impressiona per come gestisce la partita nei primi 4-5 inning. Ed arriviamo al dunque. Già in quella parte finale dello scorso anno si palesava la difficoltà di Jenrry di lanciare dopo il quinto inning. Arrivato intorno agli 80 lanci gli avversari iniziavano a toccarlo duro.

Si arriva allo Spring Training 2014. Mejia si gioca il posto in rotazione con Matsuszaka e vince la contesa. Ma il responso del campo è implacabile ed è lo stesso dell’anno prima: primi inning praticamente perfetti, poi le difficoltà, anche serie.

Perde il posto in rotazione e va nel bullpen. Lancia il nono inning nella partita d’esordio di deGrom in un momento in cui era necessario tenere la partita chiusa e lo fa bene. Poi ieri la partita contro i Nats. Si entra nel nono in vantaggio 5-2 e Collins chiama dal bullpen proprio lui che sente la tensione e concede subito la valida a Werth. Il resto lo conosciamo. 3 avversari eliminati subito dopo e quell’esultanza che sottolinea la prima, e speriamo non ultima, salvezza in MLB.

Categories: Mejia, Regular Season 2014 Tags:

Partito lo Spring Training 2014

February 24th, 2014 No comments
I ragazzi al lavoro

I ragazzi al lavoro

Apriamo ufficialmente la stagione 2014.

I ragazzi sono a PORT ST. LUCIE già da qualche giorno. Ci sono ormai quasi tutti coloro che cercheranno la conferma nei 25 per l’Opening Day.

Tutti dietro a Wright che è arrivato ben prima degli altri. Il clima sembra sereno anche se la notizia riguardante l’infortunio di Davis dello scorso anno ha messo un po’ di pepe nella giornata appena trascorsa. Il fatto è semplice: Ike Davis avrebbe giocato infortunato per lungo tempo prima che il tutto scoppiasse il 31 agosto contro i Nationals molto probabilmente per non dare al FO un ulteriore motivo per mandarlo in AAA.

Collins si è subito affrettato a dire che lui non ne sapeva nulla e che se lo avesse saputo non avrebbe chiesto a Davis di giocare. Ike sostiene che le sue prestazioni scadenti del 2013 non sono da attribuire all’infortunio che è routine per molti giocatori.

Insomma come sempre nessun vero responsabile. Ma forse è meglio così. E’ giusto pensare a far rendere al massimo questo Spring Training. Per venerdi 28 febbraio è programmata la prima uscita ufficiale contro i Washington Nationals contro i quali vedremo subito all’opera il nostro top prospect Rafael Montero.

Ovviamente vi renderemo conto di tutto quello che di interessante queste partite di Spring Training potranno offrirci e seguiremo il percorso di formazione del roster che aprirà la stagione al City Field il 31 marzo.

E’ quasi primavera, il letargo è finto.

Categories: Spring Training 2014 Tags:

Arriva Bartolo Colon per la rotazione

December 12th, 2013 No comments
Bartolo Colon, nuovo pitcher dei Mets

Bartolo Colon, nuovo pitcher dei Mets

Nella giornata di ieri Sandy Alderson mette a segno un altro colpo. I Mets infatti firmano il pitcher Bartolo Colon per 2 anni a 20 milioni.

Colon arriva da due anni molto positivi ad Oakland dove si è decisamente rilanciato facendo vedere cose molto buone ma soprattutto lanciando con molta costanza: 152 IP nel 2012 e 190 nel 2013 segnando un’era di poco superiore a 3. L’età è una discriminante da tenere in considerazione dal punto di vista del declino ma il suo innesto in rotazione può di certo portare dei benefici.

E’ evidente il tentativo di Alderson di voler sopperire all’assenza di Harvey per tutto il 2014 con una soluzione ponte la quale, assumendo anche qualche rischio, potrebbe rivelarsi vincente.

I soldi per Colon non sono pochi ma è anche vero che 2 anni di contratto rasentano la perfezione di quanto era necessario fare in questo momento. Il buon Bartolo sostituirà Harvey nel 2014 e sarà al suo ultimo anno nel 2015 quando Matt ragionevolmente tornerà a lanciare. I Mets potranno quindi far conto su 10 milioni in più da spendere per la offseason 2016 utili a mantenere il roster su standard elevati.

Colon va ad inserirsi al quarto posto tra i giocatori dei Mets a livello di ingaggio subito dietro Granderson. Il payroll arriva a circa 80 milioni e le attenzioni del Front Office vanno ora concentrate sul sistemare l’infield.

Categories: Alderson, Colon, Offseason 2014 Tags:

Vinta la serie contro i Marlins

September 16th, 2013 No comments
I Mets festeggiano il singolo vincente di d'Arnaud

I Mets festeggiano il singolo vincente di d’Arnaud

Finisce la serie di quattro partite contro i Marlins e la vinciamo anche nettamente. 3 partite vinte e 1 persa con delle discrete prestazioni dei nostri pitchers e la solita fatica delle mazze.

Eloquente quanto successo in gara 4 dove entrambe le squadre esaltano le prestazioni dei due partenti i quali concedono davvero le briciole ai rispettivi attacchi. Gee conferma il suo ottimo stato di forma ottenendo anche 8 SO ed abbassa ulteriormente la sua ERA a 3,47. La partita arriva sullo 0-0 fino al nono inning.

Negli extra la musica non cambia molto. I bullpen sono anche loro padroni del campo fino al dodicesimo. Il nostro Black lo lancia in modo perfetto. Phillips e Webb per i Marlins vanno in difficoltà ed alla fine concedono ad un d’Arnaud finalmente in multihits di battere il singolo che porta a casa Duda per il punto che decide la partita.

Ovviamente nulla cambia a livello di classifica e oggi la partita più importante si gioca in uno studio medico. Harvey dovrebbe decidere oggi se sottoporsi alla TJ oppure no.

Attendiamo in trepidante attesa.

Categories: d'Arnaud, Gee, Regular Season 2013 Tags:

Stagione terminata per Las Vegas

September 9th, 2013 No comments

Finisce l’avventura nei playoff dei Las Vegas 51s. E’ arrivata infatti la sconfitta in gara 4 che consegna ai Salt lake Bees la51s-logo vittoria della serie.

Non è bastato far salire sul monte Aaron Harang, esperto pitcher, per tenere a bada il lienup avversario nonostante una linea neanche troppo malvagia: 6IP, 6H, 3R, 3ER, 2BB, 6K, 1HR.

E non è bastato neanche l’HR nel primo inning del Capitano Kirk che poteva ben indirizzare la partita che però arriva in parità fino al quarto inning.

Nel quinto e nel settimo i Bees però allungano definitivamente sul 4-2. Punteggio che non cambierà più e sancirà il termine della stagione della squadra di Wally Backman.

Categories: Playoff Minors Tags:

New York Mets @ Cleveland Indians 4-9

September 8th, 2013 No comments
Turner scivola a casa per il primo punto Mets

Turner scivola a casa per il primo punto Mets

Arriva la seconda sconfitta consecutiva al Progressive Field. Questa volta è Niese a compromettere fin da subito la gara anche se questa volta gli Indians hanno provato a farci rientrare in partita.

Un primo inning da brivido per il nostro pitcher che concede ben 5 punti agli avversari prima di trovare il secondo e terzo out su una palla che viaggia veloce nel guanto di Duda per un doppio gioco fortunoso.

Niese si riprende e continua la sua partita lanciando bene. Ed è questa la nota positiva. Mentalmente non è crollato ed è arrivato fino al sesto inning senza più concedere punti. Ma non è bastato.

Il lineup con le sue 9 valide ha provato a rientrare in partita in particolare grazie a Turner che sfrutta un singolo di den Dekker per siglare il primo punto per i Mets e nel sesto inning va a segnare il punto del 6-4 dopo aver battuto un bel doppio.

Mets in partita ma il bullpen è di nuovo letale. Atchinson rileva Niese, mette in base Kipnis e Gomes e poi concede l’Hr che fissa il punteggio sul 9 a 4 a Cabrera.

Questa sera Matsuzaka per cercare di evitare lo sweep.

 

Categories: Niese, Regular Season 2013, Turner Tags:

I playoff delle affiliate di Minors

September 7th, 2013 No comments
Stevan Mats 7 ip, 8 so per i Savannah Sand Gnats

Stevan Mats 7 ip, 8 so per i Savannah Sand Gnats

Arrivano anche i primi verdetti dalle affiliate di Minors. Intanto ricordiamo che hanno avuto accesso ai playoff i Las Vegas 51s (AAA) , i Binghamton Mets (AA) e i Savannah Sand Gnats (A).

E partiamo proprio da questi ultimi che chiudono in 2 partite la pratica contro Augusta GreenJacket. Poca storia per tutta la serie. Un solidissimo pitching è supportato a meraviglia dalle mazze guidate da un Brandon Nimmo finalmente protagonista. In particolare il triplo battuto in gara spiana la strada ai compagni. Steven Matz sul monte lancia 7 ip concedendo una sola valida agli avversari ed eliminandoli al piatto ben 8 volte.  sta giocando con i Sand Gnats anche Dilson Herrera appena arrivato dai Pirates. Ieri per lui un singolo su quattro turni di battuta.

I Las Vegas 51s evitano lo sweep nella serie contro Salt Lake Bees vincendo gara 3 grazie ad una discreta partenza di Alvarado che nonostante le 5 BB concesse scende dal monte nel sesto inning con la squadra ampiamente i  partita. Nella parte bassa del sesto sarà l’HR di Dustin Lawley e l’rbi single di Ruben Tejada a portare a 3 i punti per i 51s. Tejada che in questa post season sta battendo 4-10.

Gara 4 è prevista per questa notte al Cashman Field con Harang sul monte per Las Vegas.

Brutte notizie invece per i Binghamton Mets che perdono la loro serie contro i Thunder Trenton, affiliata di AA degli Yankees, subendo uno sweep forse non previsto e che li rimanda a casa dopo solo 3 partite.

Categories: Playoff Minors Tags: