Archive

Archive for the ‘Bay’ Category

New York Mets @ Miami Marlins 5-1

September 3rd, 2012 No comments

I Mets completano lo sweep ai danni dei Miami Marlins e conquistano la settima vittoria delle ultime otto partite.

Gara che si decide praticamente nel primo inning quando un Buehrle che non entra subito in partita subisce una pioggia di valide e punti. Inizia Cedeno che entra in gioco con un doppio. Turner un po’ fortunosamente ne batte un altro subito dopo. Wright al piatto con corridori in seconda e terza. David batte una rimbalzante su Reyes che lo elimina in prima ma permette a Cedeno di far entrare il punto del vantaggio Mets. L’inning sembra tornare nelle mani del pitcher di Miami che fa il secondo out su Hairston. Ma con Davis al piatto la situazione sfugge nuovamente dalle sue mani. Walk per Ike e poi Shoppach colpito riempiono le basi. Jason Bay va al piatto portandosi dietro tutta la frustrazione di una stagione da dimenticare. Ma oggi è la sua giornata e colpisce quella pallina con tutta la forza che ha. E la colpisce bene. GRAND SLAM per lui e Mets avanti 5-0.

E’ chiaro che non basta questo HR a riabilitare una stagione pessima di Bay ma non possiamo nascondere di aver provato un minimo di contentezza per un giocatore davvero in crisi e che probabilmente non sa bene neanche lui come uscirne.

Il resto è un buon Young che tiene bene contro un lineup decisamente sgonfiato come quello dei Marlins anche se utilizza tutti i suoi 94 lanci in soli 5 IP. Buehrle invece dimentica il pessimo primo inning e alla fine la sua linea dirà che per 7 IP ha concesso ai Mets soltanto sei valide e li ha messi K 3 volte.

Ancora una volta ci troviamo ad elogiare un bullpen perfetto che per 4 inning ha tenuto salda la W di Young. Su tutti spicca Rauch che in queste ultime apparizione sta dando prova di solidità e controllo.

Pratica Marlins archiviata. Si volta pagina e si va in quel di St. Louis per una serie da tre contro i campioni in carica. Iniziano McHugh vs Kelly, ore 20.15 italiane.

Categories: Bay, Cedeno, Davis, Regular Season 2012, Turner, Wright Tags:

New York Mets 5 Florida Miami Marlins 3

September 2nd, 2012 No comments

Seconda vittoria per i Mets in quel di Miami in questa prima serie di Settembre, conquistata grazie ad una rimonta d’altri tempi nel nono inning e con due out. Questa vittoria, ovviamente, consegna ai Mets anche la vittoria nella serie. Ma, come al solito, andiamo con ordine.

Sfida impari sul monte: da una parte Josh Johnson e dall’altra Jeremy Hefner. I Marlins trovano praticamente subito il vantaggio, con un doppio di Petersen che manda a casa Solano nella parte bassa del terzo. Nella parte bassa del quinto i Mets pareggiano subito con un groundout RBI di Thole (a segno Baxter). Il 2-1 dei Marlins però non tarda ad arrivare: nel quinto inning, con corridori agli angoli e un out, Ike Davis gioca male una grounder di Stanton. Prima pensa di tirare a casa, poi ci ripensa e assiste in prima per Hefner. Il tiro è però in ritardo e Reyes segna tranquillamente a casa, con Stanton che ottiene una infield hit.

La situazione sembra farsi veramente brutta nell’ottavo, con Lee che spinge a casa Reyes dalla seconda su una flyball. Reyes, tra l’altro, nella giocata precedente ruba la sua 400esima base in carriera: complimenti.

Arriviamo dunque alla parte alta del nono, con Steve Cishek sul monte per i padroni di casa. Murphy apre le danze con un singolo, seguito a ruota da David Wright. Poi arrivano il K di Ike ed un altro singolo, ad opera di Duda, che manda a casa Murph. E’ quindi 3-2, ma il battitore seguente, Baxter, va out su una foul ball raccolta a volo. 2 out. Con la partita in bilico, Torres si prende un walk. Con le basi cariche è il turno del pinch hitter Shoppach. L’ex Boston batte una grounder dritta per dritta, che arriva fino al CF Ruggiano, il quale commette un grave errore permettendo alla pallina di rotolare per l’eternità fino quasi alla warning track. In questo modo segnano Wright, Bay (entrato al posto di Duda) e Torres, con l’eroe Shoppach che arriva in terza. A questo punto i Marlins fanno entrare Bell, che riesce a mettere K Hairston e a chiudere un inning disastroso.

Nella parte bassa del nono Frank Francisco lancia un inning perfetto e si porta a casa la salvezza numero 23 in stagione.

Il futuro

Oggi i Mets chiudono la serie in quel di Miami. Sul monte Chris Young (3-7) e Mark Buehrle (12-11).

I Mets tornano a vincere una serie: 2-1 agli Astros

August 28th, 2012 No comments

Series win per i Mets, che in una serie da tre partite nel segno dei punteggi bassi riescono ad avere la meglio dei derelitti Astros per 2-1 in quel di Flushing Meadows, NY.

Gara 1 sarà ricordata soprattutto per il fuoricampo di David Wright nel quarto inning. Non solo è stato l’unico punto dei Mets in tutta la partita, ma è stato anche il 200esimo fuoricampo di David in carriera e, ovviamente, con la casacca dei Mets. Diventa così il terzo giocatore di sempre a raggiungere quota 200 nel Queens, andando a fare compagnia a Darryl Strawberry (252) e Mike Piazza (220), ma di questo ha già abbondantemente parlato Andrea nel suo articolo. Parlando della partita, gli Astros hanno messo a referto due punti nel secondo: il primo su un doppio di Barnes (Snyder a segno), il secondo su un altra battuta da due basi, questa volta ad opera del pitcher Lyles (a segno proprio Barnes). Dopo la parentesi del fuoricampo di Wright, come detto, Niese ha tenuto bene fino al settimo, quando ha concesso un fuoricampo a Tyler Green per il definitivo 3-1 che ha chiuso la partita.

Gara 2 ha visto il ritorno alla vittoria dei Mets e di R.A. Dickey, arrivato a quota 16 in stagione. E’ stato proprio lui ad aprire le danze, con un infield hit che ha portato a casa Cedeno nel quarto inning. Nel sesto i Mets hanno poi allungato con l’improbabile solo shot di Justin Turner (al primo fuoricampo stagionale) prima di assistere al tentativo di comeback degli Astros, fortunatamente limitato ad un singolo punto entrato su lancio pazzo di Dickey nel settimo. Un inning dopo ci ha pensato Jason Bay (no, non è un refuso) a chiudere la sfida con un RBI single che ha mandato a casa Hairston dopo una simpatica striscia di 0 su 14 al piatto per il nostro eroe canadese. La salvezza è andata a Frank Francisco.

La partita più emozionante del fine settimana è pero stata, senza dubbio, Gara 3. Jeremy Hefner lancia benissimo, ma l’unico punto in suo supporto arriva nel quarto inning, con un solo shot di Ike Davis. Un out dopo l’altro, il nostro eroe arriva alla parte alta del nono con la chance di un complete game shutout. L’inning inizia però male, con una valida interna del pinch hitter Altuve, il quale in seguito ruba la seconda. Il battitore seguente, Marwin Gonzalez, batte una flyball verso Lucas Duda. Il nostro però la gioca malissimo e gli Astros pareggiano. Addio shutout e partita ad un passo dal disastro. Per fortuna lo stesso Duda si riscatta una manciata di battitori dopo, eliminando al piatto proprio Marwin Gonzalez, che viene espulso per proteste. E’ una giocata fondamentale, perché nell’inning seguente, dopo l’out di David Wright, Ike spara il secondo fuoricampo della sua giornata, regalando la vittoria ai Mets con un memorabile walkoff.

Il futuro

Questa appena terminata sarà l’ultima serie contro gli Astros per un bel po’ di tempo. Infatti la squadra texana è in partenza per l’American League West nel 2013, quindi le chance di incontrarla in una serie saranno ben poche. Per quanto riguarda il futuro immediato, invece, i nostri sono attesi da stanotte in quel di Philadelphia per una serie da tre contro i locali. Chris Young (3-7) vs Vance Worley (6-9) il matchup inaugurale.

New York Mets 2 Washington Nationals 5

August 20th, 2012 No comments

Altra serie persa per i Mets, a causa della sconfitta rimediata in Gara 3 contro i Washington Nationals ieri sera al Nationals Park.

Sul monte sfida fra Gio Gonzalez e Jeremy Hefner, anche se i due pitcher e le rispettive squadre devono aspettare due ore e mezza prima di poter effettuare il primo lancio, a causa di un temporale abbattutosi sullo stadio. Finita la pioggia e tolto il tarp, sono stati i Nationals a partire alla grande. Nella parte bassa del secondo hanno aperto il punteggio grazie ad un 2-run shot di Danny Espinosa in esterno sinistro, mentre un inning dopo è stato Bryce Harper, con un triplo, a mandare a casa Jayson Werth. Il battitore seguente, Zimmerman, infierisce con una volata in esterno sinistro giocata in maniera discutibile da Bay, ed è 4-0. Nella bassa del quinto Harper arrotonda il punteggio con un leadoff solo home run in esterno destro che vale il 5-0.

I Mets, dopo aver sprecato un uomo in terza con zero out nella parte alta del quarto, segnano grazie ad un groundout di Bay nel sesto (segna Davis) e poi nell’ottavo inning con un singolo di Kelly Shoppach, che manda a casa Cedeno. E nient’altro. Da segnalare l’espulsione di Daniel Murphy per proteste proprio durante l’ottavo inning. Tyler Clippard ottiene la salvezza.

Il futuro

Stasera si torna al Citi Field per sfidare i Rockies. Sul monte R.A. Dickey (15-4) e Alex White (2-6) 

New York Mets @ Cincinnati Reds 8-4

August 17th, 2012 No comments

Matt Harvey da un calcio per una notte ai problemi dei Mets e sfodera una prestazione decisamente solida che permette a New York di ritornare alla vittoria anche se si perde nuovamente una serie.

Diversi gli spunti che darà questa partita. Harvey stupisce con i suoi 7.2 IP con sole 4 valide subite, 5SO e, cosa fondamentale, solo 1 BB concessa. Sempre in controllo dei suoi lanci ed in particolare di quella fastball che con il suo movimento molto spesso inganna il battitore. La cosa  che colpisce in particolare è la sua capacità di giocare ai margini della zona. Di comprendere in fretta il limite che da l’arbitro di casa base e di utilizzarlo in modo ottimo. Al contrario della sua ultima uscita Matt non si scompone. Decide come lanciare e lancia. E i risultati si sono visti. Esce dopo 7.2 IP con 89 lancio e non in una situazione particolarmente intricata.

Entra Parnell e chiude l’ottavo inning con un K su Phillips. Evidentemente Collins non si sentiva di far affrontare ad Harvey già stanco un battitore temibile come il seconda base dei Reds con 2 uomini in base.

Era anche l’esordio di Kelly Shoppach in maglia Mets. Luci ed ombre sulla sua prestazione. Va 0-3, conquista una BB e arriva salvo in prima su un errore della difesa. In entrambi i casi arriverà salvo a casa base. In difesa gioca come sa, guida Harvey sui lanci ed evidentemente un po’ di merito della buona prestazione di Matt va dato anche a lui.

L’attacco gira bene e mette il nostro partente nelle condizioni ideali per portare avanti la partita. Ci sono da registrare il singolo e l’HR di Jason Bay, ormai cosa rara, che di certo non riqualificano una stagione più che deludente ma regalano un sorriso a tifosi e giocatore per almeno un giorno.

Davis rimane l’incognita di questo 2012, o batte HR o va K. La sue media battuta ridicola fa da contraltare ai suoi 21 HR stagionali anche se il 25% di K% è un numero troppo alto anche per Ike.

Anche Harvey partecipa alla costruzione della vittoria non solo dal monte ma anche con la mazza. Per lui un doppio profondissimo che porta a casa 2 i due punti che danno il là alla scorpacciata dei Mets.

Come al solito le note dolenti dobbiamo registrarle all’interno del bullpen. Se Parnell, come abbia detto, compie il suo dovere eliminando l’ultimo battitore dell’ottavo inning non possiamo di certo dire lo stesso di Frank Francisco. il nostro closer rientrato dalla DL da pochi giorni non riesce ad essere più incisivo. Nel nono elimina 2 battitori ma subisce l’HR di Ludwick e altri 2 ER per un totale di 3ER che rischiano seriamente di riportare in partita una squadra come i Reds, potenzialmente capaci di simili rimonte. Tocca di nuovo a Rauch entrare per un ultimo out che da la salvezza a John e non, ovviamente, a Frank. Francisco vola così a 6.25 di ERA che se per un rilievo non è un dato così indicativo di certo non fa dormire sonni tranquilli in proiezione 2013.

Questa notte inizia un’altra serie molto interessante quanto complicata. A Washington contro i lanciatissimi Nationals salirà sul monte Santana per la prima partenza dopo il disastro del post DL. Contro di lui Detwiler. Appuntamento all’1.05 ora italiana.

Categories: Bay, Davis, Harvey, Regular Season 2012, Shoppach Tags:

New York Mets @ San Diego Padres 3-7

August 7th, 2012 No comments

Si perde la serie contro i Padres per 2-1. Matt Harvey, alla sua terza partenza in MLB, incappa nelle prime difficoltà, quelle che per intenderci fanno crescere, e lascia alla squadra un fardello di 5 punti frutto di 2 HR subiti, i primi da quando è entrato in rotazione.

Riesce comunque a lanciare 5IP con 5SO ed una sola BB e questo è il rovescio positivo della medaglia. Gli HR subiti sembrano più frutto di una confidenza e sicurezza un po’ troppo accentuate. Poco incisivo il binomio fastball-changeup e i Padres ne approfittano colpendolo duro: 8 valide subite e 5ER per un’ERA che sale a 3,87. Brutta partenza per Matt ma fa parte del gioco ed anzi mi è anche sembrato che non se la sia cavata così male nei momenti più bui. Non è mai andato fuori controllo. Ha provato a rimanere in partita utilizzando tutte le armi a sua disposizione anche se la frittata era già fatta. Esperienza che entra.

Il bullpen, che prima di questa partita lasciava l’inutile scettro di peggiore a quello degli Astros, non da una grassa mano ad Harvey e se Acosta lancia un immacolato inning (solo una BB, la solita BB, concessa) Ramon Ramirez concede altri 2 punti agli avversari che chiudono di fatto una partita forse mai realmente riaperta.

L’attacco stenta ma nonostante tutto i suoi tre punti li porta a casa. In particolare è ancora un Cedeno caldissimo che batte un altro HR e che da la scossa ai compagni. Ed è paradossalmente di nuovo Bay a battere il terzo rbi di giornata per i Mets. Bay ormai veleggia sui .152 di media battuta con un imbarazzante .248 di OBP. Collins continua a dargli parecchio spazio e onestamente non si capisce perché. Baxter, Valdespin, Torres e Hairston direi che dovrebbero essere questi gli esterni da far girare.

Nonostante questa sconfitta chiudiamo questo lunghissimo viaggio ad ovest in positivo: 6 W e 5 L. Ma rimane un po’ di amaro in bocca per alcune occasioni che sono state sprecate durante questi 10 giorni di partite e che potevano portare ad un record ancora migliore.

Si ritorna quindi al City Field da questa sera. 3 partite contro i Marlins e 3 contro i Braves in piena lotta per i PO. Si parte questa sera con Leblanc vs Niese, ore 1.10 italiane.

Categories: Baxter, Bay, Cedeno, Harvey, Regular Season 2012 Tags:

New York Mets 1 San Diego Padres 3

August 4th, 2012 No comments

I Mets sprecano una grande occasione e perdono la prima partita della serie contro i Padres, dopo aver dominato per lunghi tratti della sfida. Purtroppo, un superiore numero di valide e una buonissima partenza di R.A. Dickey non hanno impedito ai Padres di portare a casa la vittoria.

Iniziamo col dire che le due squadre sono scese in campo con le divise del 1989. Veramente una bella iniziativa, coi Mets che hanno indossato una divisa che sapeva tantissimo di 1986, e quindi di World Series. Uno spettacolo. Tra l’altro i Mets hanno deciso di mantenere, anche su questa divisa, la toppa in memoria di Gary Carter, che proprio nel 1989 ha chiuso la sua avventura con la maglia dei Mets.

Nel quarto inning Mets si portano in vantaggio con una curiosa giocata: con due out e uomini agli angoli, Cedeno batte un infield single. Il tiro di Cabrera in seconda è sbagliato e Wright segna, mentre Hairston, partito dalla prima, tenta la giocata a sorpresa e prova ad arrivare in terza. Purtroppo, però. viene eliminato con relativa facilità. Quindi 1-0, ma inning terminato.

Dickey, nel frattempo, lancia benissimo, arrivando a concedere la prima valida solamente nella bassa del quinto. Un inning dopo i Padres pareggiano mettendo in mostra il famigerato “small ball”. Cabrera arriva in prima su una base su ball, avanza in seconda grazie ad un bunt di sacrificio, ruba la terza e arriva a casa su una sac fly: 1-1 senza nemmeno battere una valida.

La frittata, che costa ai Mets la partita, avviene nella parte bassa del settimo. Con Quentin in prima e un out, Alonso batte una linea in esterno centro che Hairston gioca così così. Quentin corre verso casa base, ma viene battuto nettamente dal tiro. Cerca allora la collisione con Thole, e il nostro purtroppo non riesce a trattenere la pallina. 2 a 1 e Alonso arriva fino in terza, per poi segnare su un singolo di Jeff Baker.

I Mets hanno subito l’occasione per pareggiare nella parte alta dell’inning seguente, ma, con uomini in prima e seconda e nessun out, Torres e Wright vanno K, mentre Valdespin batte una grounder innocua e viene eliminato in prima. Niente da fare nel finale contro Huston Street che si prende la salvezza.

Un’altra brutta sconfitta, specialmente per il fatto di aver sprecato una buona partenza di Dickey e un attacco, almeno in apertura, in buona forma.

Il futuro

Stanotte Gara 2 alle 2.30 italiane. Sfida sul monte fra Hefner (1-4) e Volquez (7-7)

New York Mets @ San Francisco Giants 9-1

August 3rd, 2012 No comments

Arriva finalmente una vittoria convincente e i Mets vincono la prima serie da quando la stagione è ripresa dopo la pausa dell’ASG. 9-1 la vittoria senza storia contro i Giants con protagonisti due insospettabili: Jason Bay e Ronny Cedeno.

Incredibilmente il primo chiude 1-5 con ben 2 rbi che danno il là alla buona prestazione in attacco. Il secondo vede un box score da 3-5 con ben 5 rbi, suo career high.

Già dal primo inning si capisce che la partita sarà tutta in salita per i Giants con Zito in difficoltà fin da subito contro l’attacco dei Mets. Il primo inning si chiude 4-0 per noi e la partita diventa solo da gestire. Chris Young sul monte sfodera una prestazione decisamente convincente che non lascia agli avversari nessuna possibilità di recupero anche se un paio di volte viene toccato duro da Cabrera e Belt che battono 2 tripli. Pence con una sacfly porta a casa Melky e questa sarà l’unica concessione del nostro pitcher all’attacco avversario. Alla fine per lui saranno 7IP con sole 4 valide concesse, nessuna BB e 1ER.

Dopo 97 lanci scende dal monte che i 2 Ramirez sapranno gestire in totale tranquillità.

Rbi anche per Murphy e Wright che prende anche 2 BB cementando la sua OBP a .426. 11 valide in totale e 11 punti segnati. Nessun HR ma attacco davvero in palla ci riporta a -2 da quota .500.

Da questa notte ultime 3 partite di questo massacrante viaggio ad ovest contro i San Diego Padres. So parte con Dickey vs Richard al proibitivo orario delle 4.05 italiane.

Categories: Bay, Cedeno, Regular Season 2012 Tags:

Washington Nationals @ New York Mets 5-2

July 25th, 2012 No comments

E siamo nuovamente a raccontare una sconfitta, ormai l’ennesima di questo inizio di seconda parte di stagione. Neanche la presenza sul monte del nostro miglior pitcher riesce a cambiare un trend che in 10 giorni ha fatto svanire qualsiasi sogno e ha riportato tutti alla realtà, una dura realtà.

Dickey lancia bene 5 IP concedendo soltanto il punto del pareggio ai Nationals ma nel sesto l’HR di LaRoche fa sprofondare definitivamente nello sconforto squadra e tifosi. L’incapacità di reagire peraltro contro un ottimo Gio Gonzalez è palese ma lo è altrettanto la sensazione che anche Collins non abbia bene in mente come muoversi.

E’ stato mandato in AAA Duda ed è stato richiamato Acosta, è sceso anche Beato dopo la pessima prova del giorno precedente anche se permane il dubbio che Pedro paghi lo sfogo di qualche settimana fa contro Thole. Attivato Harvey, pronto alla suo debutto in MLB.

Tutti sappiamo come i Mets abbiano questa notevole capacità di autoeliminarsi dopo la pausa dell’ASG ma mai come quest’anno la situazione è stata critica. Siamo 1-10, peggior record post ASG della franchigia e la situazione non sembra migliorare.

Collins in conferenza stampa si è mostrato molto “grintoso” ma nel contempo non è riuscito a giustificare pienamente per esempio perché Bay continua ad avere tutto questo spazio nonostante batta .182. Ha fatto intendere che sta puntando su Valdespin al posto di Duda anche se Jordany in questo momento è caldo con la mazza ma difensivamente è piuttosto difficile da collocare.

Tutto questo mentre ci apprestiamo ad affrontare Strasburg mettendo sul nostro monte Hefner, questa sera all’insolito orario delle 18.10 italiane. Se sente aria di sweep…

Categories: Bay, Collins, Dickey, Duda, Regular Season 2012 Tags:

New York Mets @ Washington Nationals 3-4

July 19th, 2012 No comments

A questo punto è il caso di entrare in modalità preoccupazione. Nella gara 2 contro i lanciatissimi Nationals perdiamo 4-3 senza avere la forza per i primi 8 inning di impensierire seriamente il pitching avversario.

Tutto questo nonostante la buona prova di Young che ha fatto ormai una costante delle sue prestazioni il buco nel sesto inning. Anche ieri sera, dopo aver tenuto a bada i battitori avversari nel sesto sbaglia un lancio e viene pesantemente colpito do LaRoche che la manda sugli spalti portando a casa anche Harper autore di  un infield single che forse si poteva evitare. Batista completa l’opera e dopo essere stato colpito da una grounder e messo due uomini in base concede un doppio profondissimo a Lombardozzi che da ai Nats un vantaggio di sicurezza.

L’attacco fatica ma alla fine se guardiamo il tabellino le valide battute sono pari a quelle degli avversari, come già capitato spesso in queste ultime sei partite perse. Gli HR di Wright e Bay nel nono sono un fuoco di paglia che illude solamente perchè gli SO di Davis e Valdespin contro un Clippard non al meglio sono devastanti. Le linee non cadono in campo o arrivano sulla punta del guanto del difensore e nel box non si riesce a sopperire alle brutte prove del monte soprattutto quando scende lo starter.

Iniziano a pesare e non poco le medie da singolo A di Davis, Bay e Torres. Duda è in calo oppure è da valutare se può fare l’evreyday OF e il bullpen rimane il peggiore della Lega.

Questo pomeriggio, ore 18.35 italiane, mettiamo la palla nelle mani di Dickey per evitare la settima sconfitta consecutiva contro Gonzalez.

Categories: Bay, Davis, Duda, Regular Season 2012, Valdespin Tags: