Archive

Archive for the ‘Dickey’ Category

Il dado è tratto: R.A. Dickey ceduto ai Toronto Blue Jays

December 18th, 2012 3 comments

Sandy

Dopo un’attesa che sembrava infinita, Mets e Blue Jays sono riusciti a portare a termine una trade che è destinata a riscrivere il futuro della nostra franchigia.

In cambio della dolorosa partenza di R.A. Dickey, e di quella molto meno dolorosa di Mike Nickeas e Josh Thole, arrivano due top prospect del calibro di Travis D’Arnaud (catcher di scuola Phillies) e Noah Syndergaard (pitcher), un catcher affidabile come John Buck e un giovane di minor calibro, ma comunque interessante, il 18enne Wuilmer Becerra.

La mossa di Sandy ha perfettamente senso e mette a tacere i numerosi hater che in questi mesi hanno posto in dubbio le sue abilità come GM. Tenere un Dickey all’apice della carriera e comunque in scadenza non avrebbe avuto assolutamente senso: ben venga la trade, che permette ai Mets di liberarsi di due giocatori ormai senza futuro come Thole e (soprattutto) Nickeas.

L’arrivo dei prospetti, specialmente D’Arnaud e Syndergaard, è un colpo da maestro del nostro GM. Il giovane catcher va ad occupare un buco nella sua posizione, e avrà tutto il tempo di ambientarsi mentre Buck gli tiene caldo il posto. Syndergaard va invece ad aggiungersi alla lista di braccia che comporranno in futuro la nostra rotazione. Wheeler, Harvey, Mejia, Syndergaarsd Familia, Fulmer….anche voi state già sognando?

Non ci resta che aspettare fiduciosi.

Categories: Alderson, Dickey, Mercato, Offseason 2012 Tags:

L’intricato caso Dickey

December 11th, 2012 2 comments

Proviamo per un attimo a fare un po’ di luce su tutta questa intricata vicenda del contratto di Dickey. Se ne sentono di ogni tipo sui blog e sui social network, molte volte le persone scrivono senza neanche sapere bene cosa.

Partiamo dal presupposto che negli ultimi Winter Meetings i Mets abbiano chiaramente e in modo molto esplicito sondato il mercato per Dickey come anche per Niese. Alderson arrivava dal successo del rinnovo di Wright e quindi con una certa forza morale sulle spalle. Almeno 8 squadre hanno chiesto notizie sul Cy Young in carica e almeno 2 ci sono andate perlomeno vicine: Royals e Rangers.

Alla fine non se ne è fatto nulla molto probabilmente perché un 38enne, per quanto forte, non può o non vogliono che valga prospetti a costo controllato per anni.

Alderson dichiara che i Mets sono disposti a dare i 2 anni chiesti dal pitcher con 20 milioni sul piatto. Dickey sembra non starci. Lui ne vuole si 2 ma con 30 milioni sul piatto. Fase di stallo. Sembra sempre che i Rangers siano lì appollaiati soprattutto dopo che arriva la notizia che Greinke si è accasato ai Dodgers.

A questo punto i Mets sembrerebbero intenzionati a offrire i soliti 2 anni a 20 milioni sui 5 già dovuti per il 2013. Fonti vicine a Dickey sostengono che lui non abbia molta intenzione di accettare.

La situazione è abbastanza chiara. I Mets non vogliono andare fuori budget per un giocatore si importante sotto diversi punti di vista ma già troppo in là con l’età e che quindi non assicura futuro. Dal canto suo Dickey cerca di monetizzare al massimo l’anno di grazia che lo ha visto protagonista. Sarà necessario capire a questo punto se davvero esiste un interessamento concreto da parte di qualche contender che si è vista scappare sotto il naso uno dei più appetibili free agent di questa offseason oppure se lo stesso Dickey dovrà ridimensionare le sue richieste per mancanza di mercato.

Rimane una terza ipotesi: Dickey non estende e non viene scambiato e lancia il 2013 per i Mets diventando free agent alla fine dell’anno. Soluzione mal digerita da entrambe le parti con lo stesso Dickey che ha dichiarato che se così fosse sarebbe di sicuro il suo ultimo anno nei Mets.

Categories: Alderson, Dickey Tags:

Dopo 27 anni, Dickey!

November 15th, 2012 No comments

Ora possiamo dirlo. Ora che R.A. Dickey ha vinto il NL Cy Young Award possiamo dire che quasi tutti noi in cuor nostro lo abbiamo sempre saputo. E non è questione di campanilismo o tifo con il paraocchi. Semplicemente questo era il suo anno.

Abbiamo sempre detto su questo stesso blog che i metodi di assegnazione di questi premi individuali ci lasciavano perplessi. Ma in questa occasione la differenza in quasi tutte le statistiche e la personalità dimostrata da Dickey dentro e fuori dal campo hanno reso la contesa evidentemente quasi a senso unico.

In 27 su 32 lo hanno votato come primo. Ha vinto con 209 punti contro i 96 di Kershaw arrivato secondo. Primo knukcleballer a vincere il Cy Young, succede nella storia dei Mets a Dwight Gooden, ultimo Met a vincerlo nel 1985. Con loro solo una leggenda come Tom Seaver che con i suoi 3 ( ’69 – ’73 – ’75) Cy Young domina la speciale classifica.

Le 20 W avranno di certo influenzato il giudizio di chi ha votato ed oggi mi sento di dire che va bene così anche se il premio lo merita per ben altri numeri che è riuscito a mettere su: K%, BB%, ERA e FIP. Per la costanza con cui ha affrontato questa stagione, per i due one – hitter consecutivi che non conteranno nulla ma hanno dato un’idea di come nel 2012 Dickey fosse difficilmente toccabile.

Il premio assume anche un sapore particolare proprio per il fatto che a vincerlo è la “knuckleball”. Questo lancio che rende la palla un palloncino impazzito che fluttua nell’aria e i battitori non capiscono fino all’ultimo in quale parte della zona finirà la sua corsa. Uno dei lanci più lenti dell’intero arsenale dei lanciatori (pochi) dove il polso diventa fondamentale forse più del caricamento. Odiato in egual misura da battitori e ricevitori. In particolare questi ultimi molto spesso preferiscono evitare di ricevere un pitcher che lancia la knuckle per non incorrere in brutte figure.

Un premio per la storia particolare di questo ragazzo di 38 anni che è riuscito a costruirsi una seconda carriera dopo un brutto infortunio e la quasi consapevolezza di dover dire addio al baseball. L’ultimo anno in Texas è fondamentale nella sua rinascita perché è da lì che ha iniziato a specializzarsi nel lancio della knuckleball. Non sono però subito rose e fiori. R.A fatica ad adattarsi, passa più tempo in AAA che non in MLB. I tifosi dei Mets lo ricorderanno con la casacca dei Seattle Mariners lanciare una partita stellare contro di noi. Fino al 2012 quando dai Minnesota Twins passa definitivamente ai Mets.

Ieri si è conclusa la sua “rinascita”. Ieri è entrato nell’elite. Ieri ha scritto un pezzo di storia.

GRAZIE R.A DICKEY – 2012 NL CY YOUNG

R.A. DICKEY WINS CY YOUNG AWARD

November 15th, 2012 No comments

Categories: Cy Young 2012, Dickey Tags:

Finita la pausa. Si riparte.

November 8th, 2012 No comments

Ed eccoci di nuovo qui. Dopo circa un mese di silenzio in cui abbiamo visto una bella post season conclusasi con la vittoria dei San Francisco Giants (soprattutto senza Phillies e con i cugini che ci hanno dato diverse soddisfazioni) è arrivato il momento di tornare ad occuparci in pianta stabile dei nostri Mets.

Durante l’anno siamo riusciti a coprire con i nostri recap il 90% delle partite giocate ed è per noi un risultato strabiliante. Speriamo di averlo fatto in modo esauriente ma soprattutto che il servizio sia stato all’altezza delle vostre aspettative. La nostra piccola comunità di appassionati che si appoggia al blog per vivere quotidianamente i Mets è una ricchezza che va coltivata e pertanto l’impegno che profonderemo sarà sempre massimo.

La offseason si preannuncia calda fin da subito. Il 14 novembre è la data-madre a cui facciamo riferimento perché è in quel giorno che verrà annunciato il vincitore del Cy Young Award. Il rilascio di Jason Bay può aprire nuovi orizzonti o si tratta solo di un fuoco di paglia? J.P Ricciardi ha appena ottenuto un prolungamento del contratto di 3 anni sempre come “special assistant” di Sandy Alderson. Il caso Wright e la situazione intricata di Dickey.

Molta carne al fuoco. Avremo (purtroppo) 5 mesi di tempo per analizzarla tutta.

LET’S GO METS!

Categories: Dickey, Offseason 2012, Wright Tags:

New York Mets @ Miami Marlins 3-4

October 3rd, 2012 No comments

I Mets perdono la seconda partita consecutiva in quel di Miami e Dickey non riesce a dare il colpo di coda finale per impressionare nella corsa al Cy Young.

Il nostro attacco è subito troppo in difficoltà contro un Turner decisamente in palla. Si gioca per dare la 21° W a Dickey che avrebbe potuto avere un peso decisivo sullo sprint finale. Ma Miami non è lì per fare regali come è giusto che sia e quando nel quarto e nel quinto inning Hernandez e Brantly battono i loro rispettivi HR si capisce che non sarà una serata facile per il nostro pitcher.

Intendiamoci, Dickey mantiene quasi sempre il controllo del lineup avversario ma escono questi 2 punti che minano leggermente le sicurezze sulla knuckle di ieri sera. Il tutto è confermato dal fatto che Dickey non ha concesso nessuna BB e ha ottenuto ben 8 SO. Alla fine lancia 6 IP portando la sua ERA a 2,79, di qualche punto più alta della settimana scorsa. Subisce 7 valide e 3 ER. Non prende la L ma neanche la W. Insomma non crediamo che sarà questa prestazione non all’altezza di quelle dei mesi precedenti a far uscire R.A dalla corsa per il Cy Young.

Poi in serata si scopre che Dickey ha lanciato praticamente infortunato da aprile. Dovrà operarsi la settimana prossima. E nasce spontaneo il pensiero di cosa avrebbe potuto fare e migliorare da completamente sano.

Le nostre mazze erano anche riuscite a pareggiare la partita nell’ottavo inning con l’RBI di Wright e due regali della difesa di Miami ma gli extrainning non ci sorridono e nell’11° un McHugh decisamente in debito di benzina e ossigeno regala il punto della vittoria per i Marlins.

A questo punto ci avviciniamo a grandi falcate verso l’ultima partita di questa ennesima travagliata stagione. Chiuderà Hefner nel tentativo di conquistare la 74° W del 2012. Ore 22.10 italiane.

Categories: Dickey, McHugh, Regular Season 2012, Wright Tags:

New york Mets @ Miami Marlins 2-3

October 2nd, 2012 No comments

Ancora una prova deludente di Familia, che saliva sul monte, per la sua ultima apparizione del 2012.

Una partita che ovviamente non aveva più nulla da chiedere al campionato tra due squadre che vedono ormai la fine della stagione come la fine della loro agonia. L’attenzione era rivolta al giovane pitcher in vista del 2013.

Jeurys però non va oltre i 4 IP ma la cosa più preoccupante sono le 6 BB concesse all’attacco di Miami. Troppe. Senza considerare il fatto che le mazze avversarie in almeno altre 2 occasioni sul conto pieno hanno girato ball clamorosi che sarebbero andati ad incrementare le BB concesse. Non sempre potrà andare bene come in queste circostanze. Solo 3 SO e nessun punto subito completano una linea ancora mediocre.

L’attacco fatica forse oltre il dovuto contro Leblanc anche se alla fine sono i Mets ad andare in vantaggio per 2-0 sfruttando gli Rbi Wright e Baxter che portano a casa Cedeno e Shoppach.

Il nostro bullpen però fatica oltre misura e Acosta, Rauch e Ramirez concedono un punto a testa che porta i Marlins in vantaggio. Quest’ultimo si prende anche la L.

Speriamo che i ragazzi si siano risparmiati per la partita di questa sera quando ci sarà da dare il massimo supporto a Dickey nella sua ultima apparizione del 2012 e che potrebbe essere il definitivo trampolino nella corsa al Cy Young. Ore 1.10 italiane.

 

Categories: Baxter, Dickey, Regular Season 2012, Wright Tags:

Pittsburgh Pirates @ New York Mets 5-6

September 28th, 2012 No comments

Dickey fa 20! Finalmente il nostro knukleballer si scrolla di dosso questo traguardo che iniziava a pesare come un macigno non tanto per il valore reale di per se stesso quanto per tutta la pressione che si portava dietro.

I Mets giocano ormai solo per tenere Dickey in corsa per il Cy Young al quale ormai punta senza tenerlo troppo  nascosto. I Pirates non vogliono essere solo una vittima sacrificale e decidono di far partire in salita questa rincorsa.

Nel secondo inning non si fanno pregare e Barajas (un ex) e Mercer spingono a casa i punti del 2-0. Dickey sembra frastornato e la partita non appare fluida come avrebbero voluto i Mets. Ma c’è sempre Ike Davis che tira fuori dal cilindro il suo 31° HR e accorcia le distanze. Il morale torna alto anche se nel successivo at-bat Baxter si vede negare l’HR del pareggio da Snider con la palla che era ampiamente oltre le recinzione. Una presa incredibile alla quale non possiamo non far giungere il nostro applauso.

Nel frattempo Dickey si riprende, incomincia a lanciare come sa e inizia a inanellare K su K nonostante qualche valida subita di troppo e l’HR di Barajas che porta a 2 i punti di svantaggio. Ritrovatosi sul monte è il momento di aspettare i compagni nel box di battuta.

Il quarto inning è il preludio della rimonta. Murphy segna su rbi di Hairston. Dickey sempre sicuro sul monte. Nel quinto le mazze si scatenano. Rbi di Murphy che porta Torres a casa per il pareggio. Tejada in terza e Murphy in prima. L’uomo con più valide in maglia Mets si presenta al piatto. BAM! 3 run homer per Wright e Mets che passano a condurre 6-3. Dickey si sente più tranquillo ma il suo compito non è finito è diventa di volta in volta sempre più duro. Il braccio inizia a sentire la partita. La concentrazione è massima. Bisogna portarla in porto. 13 K conducono R.A fino all’ottavo inning. Il pubblico è tutto per lui. Il suo nome riecheggia in tutto il City Field. La gente esulta ad ogni strike e sembra soffiare su quella knuckle sperando di poterla aiutare ad ottenere un movimento nell’aria ancora più accentuato. Tra il settimo e l’ottavo inning Collins ha preso Dickey in disparte e si sono parlati a lungo. R.A. ha già superato di gran lunga i 100 lanci. Ma vuole rientrare nell’ottavo. E rientra. Jones e Alvarez (uno da 30 HR in stagione) non si accorgono neanche di arrivare al piatto che sono già K. A Snider concede però una BB che segna la conclusione della sua partita. Collins sale sul monte. Gli parla e dopo 128 lanci e 13 K Dickey scende dal monte con in mano salda la 20° W.

Sale Rauch per chiudere l’inning e per risalire nel nono e chiudere il match. Mercer si prende la BB ma non sembra nulla di preoccupante anche perché Clement dopo di lui va subito strike out. Ma non sarebbero i Mets se le cose non si complicassero anche quando tutto sembra andare per il meglio. Presley non concede scampo a Rauch e spara fuori una pallina che vale due punti. 6-5 Mets e un brivido corre sulla schiena di tutti i presenti.

Collins non indugia neanche un momento. Fuori Rauch dentro Parnell. Il City non fiata. Bobby è sicuro oggi. Harrison batte su Tejada che velocissimo recupera la palla e assiste Davis in prima. 2 outs. Tabata lavora bene il conto poi batte una linea profonda all’esterno destro dove Baxter la recupera al volo ed effettua l’ultimo out.

7.2 IP, 8H, 2ER, 2BB, 13K, ERA 2.69, 20° W stagionale. Primo pitcher dei Mets a vincere 20 partite dal 1990. Primo knukleballer a vincere 20 partite dal 1980. Primo in NL per SO ottenuti (222), terza ERA di tutta l’MLB (2.69).

La corsa continua…

Categories: Dickey, Murphy, Regular Season 2012, Wright Tags:

Miami Marlins @ New York Mets 3-4

September 23rd, 2012 No comments

Dickey scrive un’altra splendida pagina di questa sua annata da incorniciare e va a prendersi la 19° W di questo 2012. E’ chiaro fin dall’inizio che si gioca per lui. E sul monte si respira anche aria di tensione. Il traguardo è importante ed è anche l’unico rimasto ai Mets.

Di fronte una squadra messa forse peggio della nostra, ormai allo sbando e con un manager in balia degli eventi. I ragazzi però sono concentrati e si vede fin da subito. Nel secondo inning Duda va in base ed attende l’at-bat di Bay che si risveglia dal torpore in cui è entrato ormai da almeno 2 anni e batte il suo 8° HR stagionale e i Mets si portano sul 2-0. R.A sente la pressione ma può viaggiare sul velluto grazie al vantaggio acquisito. Un paio di volte si trova in difficoltà ma la knukcle tende ad “entrare” e i battitori avversari non riescono ad essere incisivi.

Nel quarto Scott Hairston con il suo soloshot porta a 3 i punti per i Mets e quando nel quinto Murphy porta a casa Thole per il 4-0 sembrava davvero fatta. Ed invece Dickey, che rientra nel nono per tentare il complete game, crolla definitivamente. Regala la base a Dobbs e concede un doppio a Solano. Partita finita per lui che esce tra gli applausi dei pochi affezionati presenti al City Field. Al suo posto Rauch per affrontare Buck il quale ringrazia e batte un HR da tre punti che riapre la partita e gela Dickey. Collins rischia e lascia sul monte Rauch. Che però ripaga il manager della fiducia ottenendo 2 strikeout e una grounder per portare a casa la W di Dickey e la sua quarta salvezza stagionale.

Alla fine Dickey chiude con 8 IP, 6 valide subite, 2ER, 2BB e 4SO. La sua ERA scende a 2,66. 19 W per lui dietro solo a Gio Gonzalez.

Questa sera Young sfida Nolasco. Ore 19.10 italiane, per lo sweep.

Categories: Dickey, Regular Season 2012 Tags:

Philadelphia Phillies @ New York Mets 3-1

September 18th, 2012 No comments

Con il solo obbiettivo di far migliorare le statistiche di Dickey in vista della corsa al Cy Young, i Mets affrontavano gara 1 al City contro i Phillies.

E’ sempre una sfida “sentita” quella contro i rivali di division in particolar modo quando questi credono, a ragione, ancora alla possibilità di agguantare clamorosamente la seconda WC. Certo affrontare Cliff Lee non è mai una passeggiata e probabilmente un aiuto in più da parte di Collins per R.A. sarebbe potuto essere quello di schierarlo contro un pitcher più abbordabile per il nostro attacco dato che quando si parla di W le mazze diventano fondamentali.

La serata non è certo di quelle memorabili per il nostro pitcher che fin dal primo inning concede qualcosa di troppo in particolare e Rollins che sfruttando una sacfly di Utley va a segnare il punto del vantaggio Phila. Dickey è solido sul monte anche se un paio di volte deve uscire da situazioni particolarmente intricate mentre i nostri contro Lee faticano più del dovuto e non sfruttano le poche opportunità che gli vengono concesse.

Nel quinto Rollins è ancora una volta implacabile e castiga Dickey con un solo shot che porta Phila sul 2-0. Rollins davvero castigatore dei Mets di questi ultimi anni. Speriamo non abbia infranto anche i sogni di Dickey per quest’anno.

I Mets hanno un’impennata di orgoglio e nel quinto basso l’RBI di Murphy porta a casa un Nickeas schierato quasi a sorpresa. Dickey tiene sul monte anche se il pitch count inizia a diventare alto. Prima di chiudere il settimo inning e quindi la sua partita concede ancora un HR a Brown che di fatto sigilla il punteggio a favore di Philadelphia perché il nostro attacco negli ultimi due inning non è in grado di recuperare lo svantaggio accumulato.

Alla fine la linea di Dickey non è male. 7IP con 5 H subite e 8 SO. Ma anche 2BB e 2 ER che vanno ad incidere sulla sua ERA e sappiamo quanto questo dato risulti fondamentale per i votanti. Dickey ha dichiarato al termine della partita che lui si sentiva bene e avrebbe voluto continuare anche se 112 lanci dopo 7 inning sono sembrati comunque tanti a quasi tutti gli osservatori. Dopo la partita di questa notte Dickey rimane fermo a 18 W. E’ il pitcher che ha lanciato di più con 212 IP e la sua ERA rimane la migliore, 2.67. Ha un K in meno rispetto a Kershaw, 205 a 206 ma come sappiamo il lanciatore dei Dodgers purtroppo dovrebbe aver teminato anzitempo la sua stagione. Solo Gio Gonzalez ha una W in più. La corsa è ancora  aperta.

Questa notte si replica. Torna sul monte Matt Harvey contro Tyler Cloyd, ore 1.10 italiane.

 

Categories: Dickey, Murphy, Regular Season 2012 Tags: