Archive

Archive for the ‘Duda’ Category

Cubs ancora bestia nera: serie persa 2-1

July 11th, 2012 No comments

Nulla da fare per i Metropolitans, nuovamente sconfitti nella seconda serie stagionale contro i Chicago Cubs. Anche questa volta la serie termina con due vittorie ad una per i Cuccioli, che evidentemente trovano particolarmente piacevole giocare contro i Mets. Ma andiamo con ordine.

Gara 1

Gara 1 è stata quella che oltre oceano chiamano “high-scoring affair“. 8-7 per i Cubs con la squadra dell’Illinois che riesce a prendere il largo negli inning centrali. Il vantaggio arriva ad essere di 5 punti nel quinto inning. Responsabile di questo disastroso avvio è un non brillantissimo Johan Santana, che concede la bellezza di 13 valide e 7 punti, con 0 walk e 6 strikeout. Quando tutto sembra perduto, i nostri riescono a mettere su una improbabile rimonta. Arrivando fino all‘8-7 nel nono inning con un out. Purtroppo, il comeback è terminato in perfetto stile Mets: bomba di Duda presa al volo dal pitcher, tiro in prima ed eliminazione di Ike staccatosi dalla base. You can’t win them all, giusto? Prendiamola con filosofia.

 Gara 2

Gara 2 ovviamente è totalmente diversa da quella del giorno precedente: punteggio basso e grande pitching da parte del nostro partente, Dillon Gee. Alla fine il nostro totalizzerà 8 inning con 7 valide, 4 strikeout e 1 punto subito. Tutti i punti segnati dai Mets arrivano su fuoricampo: il solo shot di Jordany Valdespin nel secondo inning e il 2-run shot di Ike nel terzo. Per i Cubs l’unico punto arriva su un singolo RBI di David DeJesus. Parnell si porta  a casa la salvezza. Purtroppo questa potrebbe essere l’ultima partenza per Gee per molto, molto tempo. Il nostro ha infatti rischiato grosso (molto più della carriera) a causa di una trombosi alla spalla. E’ stato portato di corsa in ospedale e al momento appare fuori pericolo. Ovviamente non ci sono ancora ipotesi sul suo rientro, ma uno stop di diversi mesi appare molto probabile.

Gara 3

E arriviamo alla bella, ultima sfida prima dell’All Star Break. Importante finire bene, si dice sempre. I Mets infatti hanno chiuso benissimo con una convincente sconfitta per 7-0. Niese parte maluccio (7 IP 9 H 7 ER 0 BB 3 K), Dempster dura meno ma, in collaborazione coi rilievi, tiene i Mets a 8 valide e 0 punti. I Cubs partono forte con 4 punti segnati nel primo coi singoli RBI di Soriano e Soto (2 RBI) e il doppio RBI di Jeff Baker. Il 3-run shot di Starlin Castro nel settimo chiude definitivamente la partita. Poco da dire su questa sfida: Mets deludenti e Cubs bestia nera con la serie stagionale che si chiue sul 4-2.

Il futuro

Dopo la pausa per l’All Star Game, serie da tre contro i Braves. Apre il duello fra Young (2-2) Hudson (7-2)

New York Mets 9 Los Angeles Dodgers 0

June 30th, 2012 No comments

R.A. Dickey lancia l’ennesima grande partita e i Mets vincono. Potremmo chiudere qui il recap di questa seconda partita contro i Los Angeles Dodgers. Il nostro eroe, infatti, ha lanciato l’ennesima grande partita della sua stagione, concedendo solamente 3 valide in 8 inning senza, ovviamente, concedere punti. A questo aggiungiamo 10 K e 1 BB, ed il risultato è completo: un’altra grande prova.

Anche l’attacco non ha voluto essere da meno. Dopo che il buon Murph ha lasciato le basi cariche nel primo inning, i Mets hanno aperto le danze nel terzo con un singolo di Wright che ha mandato a casa Torres, seguito da una volata di sacrificio di Ike che ha permesso a Tejada di realizzare il 2-0.

Nel quinto Tejada segna di nuovo, stavolta su singolo di Duda. In seguito è proprio il nostro esterno destro a segnare, in compagnia di Wright,  su un doppio di Murph per il 5-0.

Due inning dopo, nel settimo, Murphy colpisce ancora con una 3 run bomb in esterno destro. E’ il suo terzo fuoricampo stagionale dopo aver battuto i primi due nella “goleada” contro i Cubs di alcuni giorni fa. La ciliegina sulla torta, sempre nel settimo, è il singolo di Tejada che porta a casa Thole per il 9-0 finale.

A proposito di Tejada, partita formidabile per lui: 4/5 con un doppio e un colpito. Certo, la sua BABIP è a livelli illegali e prima o poi dovrà calare, ma la speranza che continui così c’è.

Il futuro

I Mets cercano la series win stasera all’una di notte italiana, su FOX. Sul monte Johan Santana (5-4) contro Nathan Eovaldi (0-4)

New York Mets 1 Chicago Cubs 6

June 26th, 2012 No comments

Parte male il road trip che vede i Mets impegnati a Chicago e (successivamente) Los Angeles. Nella Windy City, infatti, i Cubs si impongono con un pesante 6-1 nella prima partita della serie.

La sfida sul monte (Santana vs Wood) e la classifica, coi Cubs ampiamente sprofondati nel baratro, potevano far credere ad una partita facile per i nostri. Ma il baseball è uno sport dove nulla è scontato, e dove, in una singola partita, anche una squadra terribile puo’ battere una fortissima. Dovremmo essere i primi a saperlo, dato che i derelitti Mets del ’62 hanno vinto 40 partite.

Ma, come sempre, andiamo con ordine.

Partita senza sussulti fino al quarto, quando Joe Mather la butta fuori con Geovany Soto in prima: 2-0 per i Cuccioli. Sarà l’unico errore di Santana della partita, dato che per il resto il nostro eroe lancia una partita onesta, nella quale concede appunto 2 R, con 5 H 6 K 3 BB in 6 inning. Dall’altra parte, invece, Wood lancia 7 inning con 5 H 6 K 1 BB senza concedere punti. A dirla tutta è stata qui la chiave della partita: l’incapacità dei Mets di segnare. Perché la partita è rimasta aperta per parecchio tempo. Fino al settimo inning.

Il disastroso settimo inning è da proibire a qualunque bambino stia imparando a giocare a baseball. L’inizio non è dei migliori: Rauch, entranto per sostituire Santana, costringe Cardenas, entrato per sostituire Wood, ad un pop up. Anche a causa del vento, la pallina torna verso casa base. Wright si posiziona sotto, e ovviamente la pallina cade un metro buono più in là del suo guantone. Cardenas corre fino alla terza ringraziando i Mets del regalo. Sul battitore successivo, altra palla molto alta, una comoda flyball in esterno destro. Tre giocatori si lanciano, con Duda che si tuffa. Risultato: palla che sbatte sulla gamba di Lucas e rotola per l’eternità verso i muretti del Wrigley. Cardenas ovviamente segna, mentre il battitore, Barney, arriva a sua volta comodamente in terza. Ovviamente, il battitore successivo (Castro) batte una grounder che Cedeno sbuccia, il corridore in terza segna ed è 4-0. Dopo un walk a Soriano (!), Rauch viene rimpiazzato da Ram-Ram, che concede prontamente altri due punti per il 6-0. Beh, forse è meglio farlo vedere ai bambini questo inning. Capiranno come non si gioca al baseball.

L’unico punto dei Mets arriva nel garbage time, ovverosia nel nono inning. A metterlo a segno è Ike Davis che realizza un altro fuoricampo, segno che, piano piano, sta uscendo dal clamoroso slump di questo primo terzo di stagione.

Il futuro

Dopo aver aggiustato i guantoni, i Mets ci riprovano stanotte. Sul monte Gee (5-5) vs Wells (1-2).

New York Yankees @ New York Mets 4-3

June 24th, 2012 No comments

Gli Yankees si aggiudicano gara 2 delle Subway Series sfruttando qualche piccola indecisione del nostro staff e l’incapacità dei nostri di concretizzare delle buone opportunità che potevano rimettere la partita sui binari giusti.

Tocca a Young affrontare Nova che forte delle sue 9 W si presentava per i “cugini” sul monte. Ed infatti i primi due inning sono un assolo dei due pitchers che controllano senza problemi i lineup avversari.

Nel terzo la partita si scalda. Nieuwenhuis vede una bella palla esterna e la gira come ormai ci ha abituato. Palla che viaggia in campo opposto e atterra sulle tribune: 1-0 Mets. Da sottolineare come questo HR, il settimo stagionale per Kirk, sarà anche l’unica nota positiva della serata del giovane CF che riuscirà nell’impresa di andare K nei restanti tre turni di battuta.

Young sul monte sembra davvero a suo agio e per 6 inning concede solo le briciole agli avversari. Il nostro attacco prova a costruire la vittoria e nel quarto inning Hairston, arrivato in base grazie ad un errore di Rodriguez, su una rimbalzante di Thole segna il punto del 2-0.

Nel sesto Nova si complica la vita. Dopo il doppio di Murphy, Quintanilla batte una rimbalzante che porta Daniel in terza. Girardi fa camminare Thole per avere al piatto Young ma il nostro pitcher non perdona e con un singolo al centro spinge a casa Murphy per il punto del 3-0.

Ritorna sul monte Young e qui la partita prende la svolta. Chris probabilmente aveva dato tutto nei 6 IP precedenti. Ed infatti parte con una BB a Teixeira. Anche Swisher  lo colpisce duro, palla profonda in RF dove Duda prova a tuffarsi senza avere alcuna speranza di prendere la palla al volo ed in più la fa passare sotto il suo corpo per andare lenta verso il muro. Nieuwenhuis è lontano e permette ai due corridori degli Yankees di arrivare in terza e in seconda. Gli occhi di tutti si rivolgono al dogout dove Collins sta valutando la situazione. Decide di lasciare ancora Young contro Ibanez. E questa decisione costa la partita. Ibanez spara la palla oltre le recinzioni e pareggia la partita facendo perdere a Young la W. Solo a questo punto Collins decide di farlo scendere e far salire Rauch il quale però concede a Chaves, entrato da PH, l’HR che da il vantaggio Yankees: 4-3, partita ribaltata.

Nei restanti 3 inning il bullpen degli Yankees lavora perfettamente contro i nostri battitori fino ad arrivare alla salvezza che Soriano prende senza troppi patemi.

Gli Yankees pareggiano quindi la serie grazie ad un quarto inning in cui riescono ad approfittare di tutte le situazioni favorevoli. Young fa una grande partenza e per 6 IP zittisce uno dei lineup più pericolosi della AL. Un battitore di troppo lo condanna in modo forse eccessivo. In generale l’attacco produce e sfruttiamo anche i due errori di Rodriguez e Jeter. L’errore di Duda, non riportato dallo scorer, risulta alla fine meno decisivo di come poteva apparire perché comunque quella palla non l’avrebbe mai presa e i corridori sulle basi sarebbero stati comunque 2 sull’HR di Ibanez.

Questa sera super matchup sul monte tra C.C. Sabathia e R.A Dickey in diretta nazionale, ore 2.00 italiane.

Categories: Duda, Nieuwenhuis, Regular Season 2012, Thole Tags:

Baltimore Orioles @ New York Mets 0-5

June 20th, 2012 No comments

E arriva anche la seconda vittoria della serie contro gli Orioles. I Mets si aggiudicano la partita con il punteggio di 5-0 che non ammette repliche. Dietro un Santana che piano piano si sta ritrovando dopo lo sforzo del no hitter anche l’attacco non delude e riusciamo a mettere la museruola ad una delle squadre più in palla della AL.

Dicevamo di Santana. Prestazione convincente la sua con 6IP, 4H, 2BB e 5SO. Ma soprattutto nessun punto subito ed ottimo nella gestione di un piaio di momenti di difficoltà che hanno portato i corridori in seconda e terza. Il “duo” fastball-changeup funziona a dovere e Johan costruisce la sua quinta vittoria stagionale. ERA che passa esattamente a 3,00 e recupero che si può dire completato. Il bullpen non crea problemi e mantiene il risultato messo in ghiaccio da Santana. Parnell, Batista e Rauch fanno il loro lavoro in modo egregio e chiudono la porta ai battitori degli Orioles.

Nel quarto inning Wright da il via alla svolta della partita arrivando fino alla terza base. Murphy al piatto non si fa pregare e con un singolo parta a casa David per l’1-0 Mets. Santana tiene a bada gli Orioles e nel sesto allunghiamo. Valdespin batte il suo singolo di giornata e aspetta Duda al piatto. Lucas è caldo e batte il suo undicesimo HR stagionale dando ai Mets il vantaggio di 3 punti.

A Valdespin non basta il suo singolo, vuole di più. Con Thole e Torres in terza e seconda batte un singolo velenoso che permette ai due compagni di segnare il quarto e il quinto punto.

Alla fine sarà 5-0. w che porta il record a 37-32 e serie vinta che riscatta parzialmente lo sweep subito dai Reds. Questa notte ultima partita: Matusz vs Gee per fare un altro balzo. Ore 1.10 italiane.

Categories: Duda, Regular Season 2012, Valdespin, Wright Tags:

Cincinnati Reds @ New York Mets 3-1

June 18th, 2012 No comments

Una prestazione stellare di Cueto permette ai Reds di vincere anche la terza gara al City Field. Nonostante una discreta prestazione di Young, poco supportato dall’attacco, Cincinnati ci rifila uno sweep, secondo dopo quello subito nel Bronx. Alla fine della partita saranno sette le valide per i Mets e tra l’altro neanche un RBI. Il solo punto entrato ieri sera è frutto di una BB concessa da Cueto a Young nell’unico momento di difficoltà passato dal pitcher avversario nel secondo inning.

L’errore di Duda nel tiro in terza base nel tentativo di eliminare Votto pesa ma è anche vero che i Mets si sono fermati ad una sola run. Il solo Thole va in doppia hit con due singoli. Per il resto è buio pesto. Se sembra che Davis molto lentamente stia provando ad uscire dal suo periodo nero non possiamo far finta che Torres non sia un altro problema. Purtroppo l’infortunio di Baxter gli permette di vedere maggiormente il campo ma il suo .213 avg è davvero misero dopo quasi 3 mesi di gioco. Si era detto che lo scambio con Pagan fosse favorevole a noi dal punto di vista della difesa ma onestamente anche ieri Torres non è parso così sicuro in CF. Forse perchè ormai siamo abituati a vedere  Nieuwenhuis ma oltre a Bay e Davis anche lui sta diventando un problema insormontabile soprattutto quando quelli che battono con costanza entrano in un periodo di difficoltà fisiologica. In questa squadra c’è bisogno di tutti e non si può fare a meno di nessuno.

Uno sweep che arriva nonostante le buone prove dei nostri pitcher in tutte e tre le partite. Purtroppo a nessuno è bastato quello che l’attacco ha prodotto. Ci troviamo quindi con un record  35-32 ed in vista della quarta serie durissima contro gli Orioles, secondi ad Est dietro a quegli Yankees che non perdono da 9 partite e che verranno a farci visita nel w-end.

Si parte questa notte: Arrieta vs Dickey, ore 1.10 italiane.

Categories: Duda, Regular Season 2012, Thole Tags:

New York Mets @ New York Yankees 4-5

June 11th, 2012 No comments

Perdiamo anche gara 3 delle Subway Series. Gli Yankees ci rispediscono al mittente con 3 sconfitte che pesano moltissimo soprattutto in termini di testa.

Una partita che sembrava messa bene dopo il secondo inning in cui Rottino e Valdespin spingevano a casa 3 punti che davano tranquillità a Niese sul monte. Ed è proprio Jon la nota più lieta della serata con un’altra ottima partenza. Niese tiene  a bada il lineup dei cugini senza troppi patemi. Lancia 7IP subendo 7 valide ma nessuna ER. 6 strikeout a testimonianza dell’ottimo controllo  a fronte di solo 1 BB. Era che scende a 3,61 e la fiducia totale di compagni e staff tecnico.

Niese ci tiene in partita fino al settimo quando sbaglia forse il suo unico lancio della serata e Martin batte un HR da 2 punti che rinvigorisce i nostri avversari. Poteva essere un soloshot ma Jones si trovava in prima a causa dell’errore in difesa di Quintanilla che non raccoglie una rimbalzante in corsa e concede la base al LF degli Yankees. E questo si rivelerà fondamentale alla fine.

Parnell rileva Niese e i dolori proseguono. Gli Yankees segnano due punti e passano in vantaggio: 4-3.

Non è finita perché i ragazzi provano a buttare il cuore oltre l’ostacolo. Nel nono entra Soriano per loro. Duda la piatto: doppio profondo al centro. Davis al piatto: doppio anche per lui e e Duda pareggia la partita con Soriano che brucia la SV. Siamo ancora in partita. O almeno è quello che abbiamo pensato tutti. Ma i conti con il nostro bullpen vanno fatti sempre alla fine.

Dentro Rauch per giocarsi il nono inning. Martin al piatto per loro. Ball, strike, ball, strike, ball: conto pieno. Sesto lancio senza rischi piuttosto dentro al piatto e Martin non se lo fa ripetere due volte e gira la mazza in modo tale che la palla voli verso le tribune: 5-4 Yankees e arrivederci al City Field.

Sono state delle Subway Series decisamente amare per noi anche se, a parte Santana in gara 1, Gee e Niese hanno fatto davvero un ottimo lavoro. Purtroppo siamo mancati nei momenti importanti. Siamo mancati nei ricambi e nella gestione dei PH. Siamo mancati nel bullpen che continua ad essere una macchina da punti per gli avversari. Mi chiedo anche che cosa aspetti Collins a prendere provvedimenti nei confronti di Torres, Davis e Bay. Tutti e tre impresentabili e tutti e tre che diventano ormai insostenibili per questa squadra. Mi dispiace soprattutto per Davis ma evidentemente ha bisogno di non avere pressione per poter provare a ritrovarsi. Su Bay non ci sono più parole da spendere. Da quando è rientrato dalla DL non ha ancora battuto una valida. Small simple size mi si dirà. Ma Jason sono ormai 2 stagioni che è totalmente improduttivo. Torres era partito bene ma la sua involuzione al piatto è preoccupante. Era stato preso per la sua difesa si diceva, ma al piatto in questo momento è una sciagura.

Oggi giorno di riposo per ritrovare un po’ di serenità in vista di un’altra terribile trasferta a Tampa. Da domani con questi matchups: Young vs CobbDickey vs PriceSantana vs Hellickson.

New York Mets 2 New York Yankees 4

June 10th, 2012 No comments

Nuova sconfitta per i Metropolitans nella seconda sfida delle Subway Series 2012. Allo Yankee Stadium, infatti, i padroni di casa si impongono 4-2 dopo essere stati in svantaggio per buona parte della sfida, sfruttando la potenza del loro lineup e la pochezza del nostto. Ma, come tradizione, andiamo con ordine.

Bella serata di fine primavera nel Bronx. Sul monte da una parte Dillon Gee, dall’altra Phil Hughes. Partono forte gli Yankees: Jeter, in seconda dopo un balk di Gee, segna su una rasoterra di A-Rod che trova un varco e arriva fino all’esterno centro. Nella parte alta del terzo arriva il pareggio: Omar Quintanilla batte un improbabile fuoricampo e trova così l’1-1.

I due giovani pitcher sono veramente in forma. Ne fornisce testimonianza il fatto che negli inning centrali siano veramente pochissimi i battitori ad arrivare in base. Quei pochi in grado di arrivarvi, comunque, non vanno molto lontano. Non è un caso che, per passare in vantaggio, i Mets si debbano affidare ad un solo shot di Wright, nel sesto.  Un peccato battere due fuoricampo a basi vuote. Ma d’altro canto, se un terzo del lineup batte .200 o meno….

Comunque, la parte alta del sesto si chiude coi Mets avanti di 1. Purtroppo però. nell’inning seguente, gli Yankees riescono a fare quello che ai Mets non è riuscito: battere un fuoricampo con uomini in base. Teixeira spara una bomba sugli spalti con Granderson in terza, e c’è il sorpasso che porta i Bronx Bombers sul 3-2. Nella bassa dell’ottavo Gee lascia spazio a Parnell, che esordisce concedendo un solo shot, l’ennesimo della partita, proprio al già citato Granderson, fissando il punteggio sul 4-2. I Mets tentano una reazione nel nono mettendo uomini agli angoli con 2 out, ma la volata di Valdespin chiude la partita e manda  a casa felici i tifosi dei pinstripes.

Il futuro

Alle 19 italiane i Mets tenteranno di evitare lo sweep. In azione Niese (4-2) contro il veterano Andy Pettitte (3-2).

New York Mets @ New York Yankees 1-9

June 9th, 2012 No comments

Prima gara delle Subway Series e prima batosta per i Mets. Perdiamo 9-1 una partita dominata dai nostri avversari senza possibilità di replica.

Santana torna sul monte dopo la sbornia da No Hitter di una settimana prima e molta è la curiosità per capire come si comporterà il suo braccio dopo i 134 lanci della partita contro i Cards. Ebbene Santana fa fatica, molta fatica. Cano lo irride per ben 2 volte in due inning, nel secondo e nel terzo la butta oltre le recinzioni dando agli Yankees un vantaggio incolmabile per un attacco che definire sterile ieri è come fargli un complimento. Molto merito va dato a Kuroda che lancia in modo splendido per tutti i 7IP in cui rimane sul monte facendo anche pensare ad un altro no hitter.

Nel terzo inning Santana perde completamente la pericolosità dei suoi lanci e concede ben 3 HR consecutivi: Cano, Swisher e Jones portano il punteggio sul 6-0 e chiudono di fatto la partita. Il resto è accademia da parte degli Yankees e il tentativo da parte dei Mets di chiuderla il prima possibile.

Le due uniche valide battute sono stati due doppi, uno di Duda e uno di Quintanilla, quest’ultimo importante perché è quello che rompe il no hitter di Kuroda.

Questa sera si torna in campo, cercando di dimenticare la brutta prestazione di gara 1: Gee vs Hughes, ore 1.15 italiane.

New York Mets @ Washington Nationals 3-1

June 8th, 2012 No comments

Nella terza partita della serie contro i Nationals era obbligatorio vincere per rimanere attaccati al treno delle più forti ed evitare che gli stessi Nats prendessero troppo il largo in classifica in vista soprattutto del periodo molto difficile per noi di Interlega.

Sul monte sale Dickey con il suo record di 8 partite vinte a fronte di una persa non delude le aspettative. Completo dominio del lineup avversario che si tramuta in 7IP, 4H, 2BB e ben 8 SO. Bellissimo il modo in cui ieri la knuckle produceva vittime al piatto e incredibile come quella FB a 81 mph risulta letale in determinate circostanze.

I Mets prendono il vantaggio della partita nel quinto inning: Nieuwenhuis si mette in base  e al piatto si presenta Duda che non si fa pregare e batte il suo 10° HR stagionale: 2-0 Mets

Dickey tiene chiusa la partita non rischiando praticamente niente. In attacco si prova a mettere qualche altro punto per dare maggiore tranquillità al bullpen. Dopo vari tentativi nel settimo finalmente ci riusciamo: Wright batte singolo, ruba la seconda e arriva in terza su un WP di Wang. Al piatto Murphy che non batte valido da 18 turni. Singolo sporco a destra, Wright a casa e 3-0 Mets.

Dopo 7.1 IP Dickey lascia la palla in mano a Parnell il quale dopo una BB ad Ankiel elimina con due grounder sia Lombardozzi che Harper. Tocca a Francisco per la salvezza. Le cose per il nostro closer non cominciano bene. Zimmerman al piatto “vede” la sua palla, gira la mazza e la spara oltre le recinzioni: 3-1 Mets e si inizia ad avere un certo timore. Ma Frank oggi c’è. Due grounders e una linea al centro su Torres fanno i tre outs necessari per portare a casa la W.

Partita molto chiusa che sia Dickey che Wang tengono bene per i primi 4 inning. Il pitcher dei Nats però cede per primo e Duda ne approfitta. Questo Dickey è davvero implacabile. Difficile per tutti battergli contro. Ed ora sono molto curioso di vederlo all’opera contro una squadra come Tampa Bay.

I Mets conquistano la 32° vittoria dell’anno e acquistano morale, fondamentale da adesso in avanti.

Questa sera si parte con le Subway Series al nuovo Yankees Stadium: Santana vs Kuroda, ore 1.10 italiane.

Categories: Duda, Regular Season 2012, Wright Tags: