Archive

Archive for the ‘Francoeur’ Category

Minaya e Manuel ufficialmente licenziati

October 4th, 2010 No comments

Si aspettava il termine della stagione per ufficializzare quella che era ormai diventata una certezza: Omar Minaya e Jerry Manuel, rispettivamente GM e Manager, vengono definitivamente allontanati dai Mets.

Finalmente la notizia che quasi tutti i tifosi attendevano dopo l’ennesima stagione disastrosa e dopo gli innumerevoli disastri che la coppia, insieme dal 2008, ha compiuto ai danni della nostra franchigia.

Inutile ricordare le chicche del nostro GM, che abbandona la squadra di NY dopo averla “condotta” per 6 lunghissimi anni. Inutile riprendere come particolare ricordo quella drammatica gara 7 delle NLCS del 2006 contro i Cardinals. Quell’ultimo at-bat di Beltran tanto inspiegabile quanto incredibile, rappresenta il punto di arrivo di una gestione quantomeno discutibile di squadra MLB e farm. Quel 2006 doveva essere un punto di partenza. Le World Series sfiorate dovevano dare nuova linfa alla squadra. Ed invece è stato l’inizio della fine. Un 2007 dominato quasi come il 2006 si chiude con una delle peggiori rimonte subite che la storia del baseball possa ricordare. Avanti di ben 7 partite con sole più 2 settimane da giocare. I Phillies caldissimi che ci credono sempre di più e i Mets che sentono la paura anche con 4-5 partite di vantaggio. L’ultima partita contro i Marlins è l’apoteosi della drammaticità. Il nostro ace, Tom Glavine, non dura neanche 2 IP e regaliamo ai nostri rivali il pennant dopo averlo tenuto saldamente in pugno per gran parte della stagione. Nel 2008 si lotta, per il pennant e per la WC. All’ultimo giorno di RS la Division è di nuovo dei Phillies ma siamo in cima alla WC insieme ai Brewers, autori anche loro di una cavalcata vincente. CC Sabathia li prende per mano mentre noi crolliamo portati a picco da Oliver Perez.

2009 costellato da infortuni. Minaya si nasconde dietro ad un dito e giustifica così il fallimentare 4° posto. Salva il posto. Come anche Jerry Manuel. Ma il 2010 non può avere scuse. Arriva Bay. Bisogna andare ai PO. ed invece ad agosto c’è il solito crollo. Mets fuori per il quarto anno consecutivo. E’ arrivato il punto di non ritorno.

Senza dimenticare le gemme che ci lascia la gestione Minaya: Perez, Castillo, Francoeur, Cora, Pedro Martinez rotto, Alou. L’ottima gestione dell’infortunio di Beltran, l’ottima gestione dei nostri migliori prospetti (vedi Mejia), il totale disinteresse per il draft e la fortunosa ascesa di ottimi giocatori come Ike Davis e Mejia stesso. Le bugie raccontate a se stesso e ai tifosi a riguardo della rotazione che da anni ormai non è quella di una squadra che vuole contendere. Si quest’anno è andato bene. Ma appunto, quanto ha inciso la fortuna di aver trovato per strada un Dickey che mai aveva lanciato così? Quanto incide la buona sorte sulla scoperta di Takahashi? Si, parlo di buona sorte perchè raramente Minaya ha dato prova di inserire le sue mosse all’interno di un progetto. Era sempre il solito modo di agire: top FA in off season per buttare fumo negli occhi dei tifosi e poi il nulla. Si ritrova in casa belli e pronti due fenomeni come Wright e Reyes ma non è in grado di sfruttarli appieno.

Ah già! Ma lui è l’artefice della trade che ha portato Johan Santana a NY. E’ vero, ma anche in questo caso, siamo sicuri che i Mets non fossero l’unica squadra di NL in grado di sostenere l’ingaggio di Johan, dato che i Twins non volevano assolutamente cederlo in AL? A quel tempo venne elogiato Omar per aver dato in cambio poco o niente, ma ad oggi, i Twins hanno conquistato ben due post season da quando Santana è partito, e i Mets? A voi la risposta.

Gli sono state date mille opportunità, forse non tutte meritate. E’ ora di pagare il conto.

Addio, Omar.

Jeff Francoeur ai Rangers

September 1st, 2010 No comments

Nella mattinata italiana di oggi è arrivata l’ufficialità che Jeff Francoeur non è più un giocatore dei New York Mets. E’ stato scambiato con i Texas Rangers in cambio del 25enne, utility infielder,  Joaquin Arias.

Erano di ieri sera le prime voci dell’interessamento della franchigia texana, alla ricerca di un battitore destro. Francoeur è ancora sceso in campo contro gli Atlanta Braves prima di prendere la volta del Texas.

Francoeur ci lascia con questi numeri: .237/.293/.369 e una OPS di .662. Ci lascia anche il suo “bizzarro” modo di vivere il baseball moderno. Un giocatore che dopo il 2005 e il 2006 ha fatto crollare i suoi numeri e le sue prestazioni. La sua disciplina al piatto  è diventata ormai memorabile, soprattutto per chi lo guarda tutti i giorni. I freddi numeri non riescono a descrivere la frustrazione di vedere dal vivo girare qualsiasi tipo di lancio arrivasse dal monte.

Il suo braccio dall’OF di destra ha prodotto 10 assist a casa base evitando che gli avversari segnasserro per 10 volte. Ma quanti punti ha lasciato in terza andando K in 3 lanci, tutti girati? L’ho visto troppe volte, per quasi un anno e mezzo, e mi sento di poter dire che probabilmente offensivamente ci siamo tolti un peso.

Senza dimenticare le lodevoli iniziative benefiche che Jeff ha intrapreso durante la sua permanenza a NY e, a detta di chi lo conosce, l’ottimo carattere e la buona predisposizione ai rapporti umani, che però ben poco c’entrano con il baseball attuale.

Mr OPB qualcuno aveva deciso di soprannominarlo e lui di tutta risposta:

If On Base Percentage was so important, they would put it on the scoreboard

Ed è così che vogliamo augurargli buona fortuna per la sua avventura in Texas, riservandoci e permettendoci una faccia colma di stupore quando, forse, lo vedremo in campo alle World Series.

Categories: Francoeur, Regular Season 2010 Tags:

Mets@Braves 2-9

September 1st, 2010 No comments

Nella giornata in cui Jeff Francoeur gioca la sua ultima partita in maglia Mets, i Braves si portano 2-0 nella serie appena iniziata.

Dopo gara 1 in cui Misch crolla davanti alle mazze di Atlanta, in gara 2 tocca a Niese lanciare. Ottimi i primi 4 inning, con buon controllo e buona rotazione dei lanci a sua disposizione. Forse nuovamente inizia a lanciare meno la curva ma sono questioni piccole. Come però gli accade da qualche partenza a questa parte nel quinto finisce la benzina e fa scappare i Braves. Ad onor di cronaca non possiamo non citare il clamoroso errore di Castillo che buca una facile palla da DP trasformando una situazione da 2 outs e basi vuote a zero out e uomini in prima e terza.

A quel punto il buon Niese va in difficoltà e concede singoli, doppi e un triplo e Atlanta mette in cantiere anche gara 2.

Dall’altra parte Minor non sembra intoccabile ed infatti riusciamo a portare a casa due punti caricando le basi 2 volte. Certo che per ben due volte basi piene, una volta con zero out e l’altra con 1, e riusciamo a segnare solo 2 punti.

Un appunto sul lineup di ieri sera, a mio parere impresentabile. Castillo leadoff e Francoeur cleanup sono cose che non riesco a giustificare. Anche se poi Luis va 2-3 con una R.

Su Wright al secondo spot ho una mia teoria. Ritengo che, se Bay e Beltran, fossero stati realmente i giocatori che conosciamo David avrebbe avuto le carattersitiche per poter occupare quella posizione andando a completare un lineup di questo tipo:

  1. Reyes
  2. Wright
  3. Beltran
  4. Bay
  5. Davis
  6. Thole
  7. Tejada/Castillo
  8. Pagan

Invece per tutta la stagione siamo dipesi sempre e solo da lui per la potenza. Ed è chiaro che non può battere per 6 mesi come ha battuto a giugno.

Distanze siderali ci dividono dai due accessi ai PO. E’ ora di pensare al prossimo anno, cercando di imparare dagli errori fin qui commessi. Speriamo.

astros@mets 4-1

August 29th, 2010 No comments

Per l’ennesima volta, durante questa travagliata stagione, ci ritroviamo a parlare dell’incapacità del nostro lineup di mantenere la squadra in partita.

Gara 2 della serie contro Houston. Santana non è il miglior Santana. Un primo inning da brivido ed un HR da due punti di Lee nel quarto mettono in salita la gara. Ma Myers non è mai in difficoltà. Pochissime volte impensierito se non da Davis e sull’RBI di Wright.

Inizia a diventare una costante. Santana sbaglia il primo inning e l’attacco non lo supporta per il resto della partita. Implacabili i numeri. Johan è il terzo pitcher con il peggior run-support (3.11), dietro solo a Ted Lilly dei Dodgers e Roy Oswalt dei Phillies ma fino a poche settimane fa dipendente da uno degli attacchi peggiori della lega, quello proprio degli Houston Astros.

Se a questo dato aggiungiamo che sulle partenze di Santana il record della squadra è 13-15 allora è chiaro come la situazione non sia di certo la più rosea.

Ieri sera Santana non ha avuto una linea impeccabile: 7IP, 8H, 4 ER, 4 SO. Ma non c’è mai stata partita, neanche dopo il punto segnato da Castillo. Johan quest’anno non è esente da colpe e questo lo abbiamo già detto più volte. FIP (3.52) e xFIP (4.36) parlano abbastanza chiaro ma di certo non ha avuto grandi aiuti.

Solo Davis e Castillo con 2 H, tutti gli altri ad arrancare e continuare a vedere Francoeur in RF è sempre più difficile. Mi chiedo come nel baseball moderno uno che batte dopo l’ASG .180 con .263 di OBP possa ancora avere un posto in una squadra che dichiara di essere ancora in corsa per i PO. Avrà almeno la potenza dalla sua? No! Perchè 3 HR e .300 di SLG non ne fanno di certo uno slugger da giustificare. Eppure per il suo braccio è ancora lì… il nostro problema è che non battiamo ma Francoeur non esce di dal lineup perché “ha braccio”. Bene, così invece di perdere 7-0 potremmo dire di poter perdere, grazie ai suoi assit, 5-0.

Un netto miglioramento.

a Houston finisce 2-2

August 20th, 2010 No comments

Un’altra serie che termina senza infamia e senza lode, come è ormai diventata la stagione 2010 dei Mets.

4 partite che secondo il nostro manager dovevano permetterci di rilanciarci almeno nella corsa alla WC ed invece, come prevedibile, ci spingono ancora più indietro.

4 partite in cui nuovamente il nostro pitching dimostra di esserci ma in cui nuovamente il nostro attacco dimostra di essere totalmente assente e capace di bruciare altre 2 ottime partenze:

Niese con 7IP e solo un punto subito, Santana con 8IP, 4 ER ma anche 7 SO, Dickey (anche se qui Manuel ci mette  lo zampino come vedremo dopo) 8.1IP, 2 ER, 6SO ed infine Misch che tira fuori di nuovo una discreta partenza ma anche questa volta non viene concretizzata.

E’ ormai imbarazzante l’incapacità di produrre soprattutto nei nostri uomini migliori. Pagan si è bloccato. In questa serie va 1-16 ed è tutto detto. Wright è l’ombra di quello che conosciamo e Beltran probabilmente non si è ancora completamente ripreso.

In mezzo a questa desolazione si salvano Reyes che perlomeno ci prova tra rubate e tripli, anche se un leadoff da .315 di OBP non è una cosa che si vede tutti i giorni, e Thole che sta cercando di trovare una sua dimensione in MLB.

Da segnalare, perchè evento raro, le “clamorose” 4 BB prese da Francoeur in questa serie che dimostrano però anche come Jeff abbia giocato in tutte e 4 le partite.

Insomma, non è cambiato niente. Non battiamo e non facciamo punti. Lanciamo bene ma non produciamo. Ci rendiamo ridicoli con il caso K-Rod e con il nostro proseguire con 3 catchers a roster.

Siamo indietro di 11 partite in division e 9.5 nella WC.

Manuel e Minaya sono ancora al loro posto….

la serie contro i Rockies: 2-1

August 13th, 2010 No comments

Torniamo finalmente a vincere una serie: 2-1 ai Rockies.

Serie che dice molte cose. Intanto sottolineiamo finalmente l’ottima prova sul monte di Big Pelf. Era dal 25 giugno che non vinceva una partita ed era perlomeno da allora che non dava la sensazione di controllare i suoi lanci come gli abbiamo visto fare martedi scorso. Alla fine la sua è un’ottima linea: 7IP, 4H, 9BB e 4SO. Il suo probabilmente, sulla carta, era il matchup più difficile. Di fronte aveva un Ubaldo Jimenez a pieno titolo in corsa per il Cy Young della NL.

Il pitching duel è di quelli che rimangono impressi perchè anche il pitcher avversario non è da meno. I Mets però trovano il punto grazie ad una sac fly trasformata in punto da Francoeur.

In generale tutti i nostri SP hanno dato prova di grande solidità. In gara 2 Niese prosegue nella sua ottima stagione lanciando per 7 IP concedendo solo una R e portando a casa 7 SO. Esce con la W in tasca. Purtroppo Manuel e il bullpen non riescono a mantenerla e concedono a Mora il GS che chiude una partita con grandi rimpianti.

Santana invece decide di non chiedere l’aiuto del bullpen e controlla senza troppi problemi le mazze dei Rockies. Complete game shotout per lui, con sole 4 H concesse e ben 10 K. Johan porta la sua ERA a 2,89 e spegne i dubbi e le polemiche che si erano create su di lui dopo alcune sue non felici uscite.

Molto importante constatare l’aumento progressivo dei K, sinonimo per un pitcher come lui, di ottima lucidità e perfetta sincronia fastball – changup.

In totale i nostri partenti concedono solo un punto e portano a casa due W. Il bullpen lancia bene in gara 1 mantenendo il misero vantaggio di Pelfrey ma distruggono tutto ciò che Niese aveva costruito in gara 2.

Continua invece il solito discorso sul nostro lineup. Male anche questa volta. 7 punti fatti. Come sempre pochissimi. In gara 2 paghiamo questa mancanza di efficacia e questa volta sono i pitchers che ci tirano fuori dai guai.

Eloquente la partita di David in gara 2: 0-4 con ben 4 SO. Inevitabile la sua reazione al rientro nel dogout dopo il terzo K subito. Prende la mazza e prova a distruggere la panchina per sfogare rabbia e frustrazione. Non avevamo mai visto un Wright perdere le staffe in quel modo. Non è un buon segnale per l’ambiente, non certo tranquillo grazie anche all’affare K-Rod.

Sollo 16 H, 1 solo homerun di Pagan e la sensazione di non poter mai trovare il colpo decisivo. Martinez e Tajada alla ricerca di una loro identità in MLB. Thole che fortunatamente batte con continuità.

Siamo in uno slump lunghissimo e dobbiamo provare ad uscirne per sfruttare il buon momento dei nostri lanciatori.

Da oggi serie al City Field contro i Phillies.

mets@phillies 1-0

August 8th, 2010 No comments

Si torna alla vittoria nella seconda gara della serie contro i Phillies. Un pitching duel bellissimo tra Santana e Hamels che si danno battaglia per 7 IP. Alla fine ha la meglio il nostro pitcher anche se è da rilevare l’ottima prova del pitcher avversario che sbaglia un solo lancio e lo paga con l’HR di Francoeur.

Partita che si snoda, come abbiamo detto, con il dominio del monte di lancio. Un Santana solidissimo e con una fastball costantemente sui 91 mph domina il lineup dei Phillies. Johan sembra davvero a suo agio. Concede la prima H solo al sesto inning e anche se gli SO alla fine saranno “solo” 6 ieri sera fa rendere al massimo la sua accoppiata fastball-changup.

Purtroppo l’attacco rimane abulico ed in grande difficoltà. Solo 7 H e nessuno con più di una valida. Doppi di Pagan e Beltran (con quest’ultimo che va K 2 volte) e per il resto nebbia assoluta.

Nell’ottavo Santana risale sul monte ma mette gli uomini in prima e seconda con un out, per altro bellissimo, su Werth che correva in terza base sul bunt di sacrificio di Polanco.

Manuel decide di far fare gli straordinari a K-Rod e lo manda dentro per una SV da 5 outs. Francisco la ottiene ma qualche rischio lo corre.

Tejada va 0-4 e Fernando si prende un turno di battuta da PH entrando al posto di Francoeur.

Questa sera rubber game quasi improbabile, Dickey contro Doc.

mets@phillies 5-7

August 7th, 2010 No comments

Parte male anche la trasferta in casa dei Phillies. Arriva un’altra sconfitta che ci fa scendere a meno 8 partite da Atlanta e meno 7 da Philadelphia.

Sconfitta che fa male non tanto per l’effetto che può avere su una classifica ormai pressoché compromessa ma per i termini in cui è arrivata.

Jon Niese sfodera l’ennesima ottima prestazione della sua stagione lanciando per 7 IP con 7 SO, 4 H e 1 sola R. Anche 5 BB ma che questa volta riesce a gestire ottimamente. La sua ERA scende a 3.63 e consola il fatto che per 7 inning i Phillies siano stati tenuti a bada.

Purtroppo quella di ieri non era neanche la serata del bullpen che rovina tutto il lavoro di Niese nell’ottavo inning con Parnell e Feliciano che concedono ben 6 punti agli avversari che mettono in cantiere la W. Nel nono inning Hessman batte un homerun da 3 punti ma con ormai 2 outs. Lidge la chiude per i Phillies senza troppi patemi.

Continua il periodo nero del nostro attacco. Ieri solo Francoeur e Davis con più di un singolo. Wright “esce” dallo slump con un singolo e una R mentre Beltran è alla continua ricerca di se stesso.

Peccato davvero sprecare per l’ennesima volta una buona partenza del nostro starter, che si chiami Dickey o che si chiami Niese. Attacco inguardabile che vive sui lampi di Francoeur e sulla speranza di rivedere Beltran e Wright battere come sanno.

Questa sera Santana contro Hamels. A prescindere da risultato e classifica una bella sfida tra due ottimi pitcher.

Intanto è notizia di oggi che i Mets hanno richiamato da Buffalo Fernando Martinez e Ruben Tejada. E’ stato rimandato giù Feliciano ed è stato tagliato Cora. Non si hanno ancora notizie più precise sul perché e sul come.

Per il momento mi sento di dire che se Fernando è stato portato su, se non c’è dietro qualcos’altro, deve essere stato fatto per farlo giocare TITOLARE. Altrementi non avrebbe alcun senso.  Se così fosse la mossa mi vedrebbe d’accordo ma prima di dare un giudizio più dettagliato voglio aspettare e capire se Martinez sarà in RF questa sera…

mets@braves 3-2

August 4th, 2010 No comments

Bella vittoria in gara 2 contro i Braves per 3-2 e protagonista assoluto della serata colui che non ti aspetti, l’ex di turno, Jeff Francoeur.

Il nostro RF riesce nell’impresa di prendere una BB in 4 lanci (cosa che non succedeva credo da tempo immemore), segnare il punto del secondo pareggio con una bella corsa sul singolo di Carter e nel nono, sul conto di 0-1, picchiare la fastball di Wagner per l’homerun del 3-2 finale.

K-Rod mette il sigillo sulla prova di Francoeur lanciando un nono inning perfetto e ottenendo la sua 23esima salvezza dell’anno.

Dickey va discretamente. Lancia per 6 IP subendo solo 5 valide, ma perde un po’ il controllo concedendo ai Braves 4 BB, Purtroppo questo è l’effetto della knukcle che lancia Dickey, non sempre riesce ad essere preciso anche se molte volte lo tira fuori da situazioni davvero intricate.

Con Lowe sul monte fatichiamo come al solito e riusciamo a segnare con Castillo su un doppio profondo di Reyes. Per il resto ancora attacco un po’ abulico che trova il jolly nella serata di grazia di Francoeur.

Wright continua il suo personale slump della serie, per ora 0-8 per lui. Segnali di risveglio per Castillo che va 2-3 con un doppio e una run.

Acosta, altro ex, è il vincente della partita.

Non c’è molto da commentare. L’imperativo rimane sempre lo stesso: vincere la serie. In un modo o nell’altro la pareggiamo e questa sera ci giochiamo gran parte della nostra classifica. Big Pelf deve dimostrare di poter essere pitcher di livello e abbiamo bisogno che sfoderi una prestazione decente. Siamo sempre a -6.5 mentre i Phillies accorciano ancora e vanno a -2. Situazione strana tra classifica e calendario.

Categories: Francoeur, Regular Season 2010, Wright Tags: