Archive

Archive for the ‘Gee’ Category

Vinta la serie contro i Marlins

September 16th, 2013 No comments
I Mets festeggiano il singolo vincente di d'Arnaud

I Mets festeggiano il singolo vincente di d’Arnaud

Finisce la serie di quattro partite contro i Marlins e la vinciamo anche nettamente. 3 partite vinte e 1 persa con delle discrete prestazioni dei nostri pitchers e la solita fatica delle mazze.

Eloquente quanto successo in gara 4 dove entrambe le squadre esaltano le prestazioni dei due partenti i quali concedono davvero le briciole ai rispettivi attacchi. Gee conferma il suo ottimo stato di forma ottenendo anche 8 SO ed abbassa ulteriormente la sua ERA a 3,47. La partita arriva sullo 0-0 fino al nono inning.

Negli extra la musica non cambia molto. I bullpen sono anche loro padroni del campo fino al dodicesimo. Il nostro Black lo lancia in modo perfetto. Phillips e Webb per i Marlins vanno in difficoltà ed alla fine concedono ad un d’Arnaud finalmente in multihits di battere il singolo che porta a casa Duda per il punto che decide la partita.

Ovviamente nulla cambia a livello di classifica e oggi la partita più importante si gioca in uno studio medico. Harvey dovrebbe decidere oggi se sottoporsi alla TJ oppure no.

Attendiamo in trepidante attesa.

Categories: d'Arnaud, Gee, Regular Season 2013 Tags:

New York Mets @ Washington Nationals 3-2

September 1st, 2013 No comments
Dillon Gee

Dillon Gee

Ancora un’altra gemma per Dillon Gee che concede nuovamente ai suo compagni di aggiudicarsi una bella vittoria in gara 1 contro i Nationals.

7.2 ip di altissima intensità che confermano come il ragazzo, una volta risolti i suoi problemi fisici, stia migliorando a vista d’occhio. Solo 6 valide concesse e soli 2 punti per il lineup avversario che portano la sua ERA a 3,63 e il suo record per la prima volta nell’anno è positivo a favore delle W rispetto alle L.

I Mets però partono subito in svantaggio. Nel terzo inning Ramos colpisce duro e batte l’HR che da il vantaggio ai Nats. L’attacco fatica a concretizzare contro un buon Zimmermann. Ma nel quarto inning arriva il nono Hr stagionale per Ike Davis che sfrutta anche l’arrivo in base di un Murphy nuovamente scatenato.

Gee e Zimmermann portano la partita fino all’ottavo inning quando Brown per i Mets batte un rbi che porta a casa ancora Murphy per il punto del 3-1 mentre Lombardozzi batte il secondo hr di giornata per i Nats che accorcia il vantaggio.

Per chiudere la partita Collins si affida nuovamente a Hawkins che questa volta non delude e difende il risicato vantaggio.

Categories: Davis, Gee, Regular Season 2013 Tags:

Colorado Rockies @ New York Mets 1-2

August 9th, 2013 No comments
4° rbi per Wilmer Flores

4° rbi per Wilmer Flores

Dopo 5 mesi otteniamo finalmente il primo sweep casalingo della stagione 2013.

Dopo la splendida prestazione di Harvey della sera prima Dillon Gee sale sul monte e sfodera una partenza super, molto vicina a quella del suo compagno. 7.2 ip, 8 valide subite tra cui l’HR di Dickerson che da il vantaggio ai Rockies e 3 SO. Lineup avversario sempre sotto controllo e la conferma che Gee ha ritrovato se stesso e non sfigura affatto in mezzo ai giovani terribili della nostra rotazione.

Impressionante il suo ruolino di marcia nelle ultime 13 partenze: 2.42 di ERA e un record W/L di 6-2. Ma soprattutto ha ritrovato i suoi lanci e la fiducia nei suoi mezzi dopo l’infortunio e il pessimo rientro della prima parte di stagione.

Le mazze non aiutano molto Gee e la partita si gioca tutta nel quarto inning quando i Mets rispondno al fuoricampo del vantaggio Colorado con gli rbi di Flores e Reacker, ieri dietro al piatto per il dayoff di Buck.

Ulteriore conferma di un bullpen in buona salute nonostante la defezione pesante di Parnell con Aardsma che si prende un out fondamentale su Cuddyer nell’ottavo inning dopo che Rice aveva mandato in base Tulowitzki e la bella seconda salvezza stagionale di Hawkins.

Categories: Flores, Gee, Hawkins Tags:

Arizona Diamondbacks@New York Mets 5-4

July 5th, 2013 No comments
Quintanilla segna il punto del pareggio nel quinto inning

Quintanilla segna il punto del pareggio nel quinto inning

Partita infinita gara 4 contro Arizona. Ci vogliono 15 inning per decretare il vincitore in una gara sostanzialmente equilibrata che vede i due partenti darsi battaglia per 7 ip quasi dominanti. Gee e Kennedy concedono il minimo indispensabile ai due lineup e 2 punti  a testa grazie agli rbi di Byrd e Gee per i Mets e Nieves per i DBacks.

Dal settimo in poi tocca ai bullpen decidere la partita. I primi rilievi copiano i partenti e zittiscono le mazze fino al tredicesimo inning. Da qui inizia una rincorsa delle due squadre a chi sbaglia di meno.

Aardsma sul monte riempie le basi. Ross lavora bene il conto al piatto e riesce a prendersi la base che vale il punto del 3-2.

Ma i Mets di questo periodo sono duri a morire e ci pensa Recker, davvero in un momento d’ora, a mandarla fuori per il punto del 3-3. La partita prosegue.

Nel quattordicesimo tocca a Lyon il quale in 2 turni di battuta manda Pennington in terza base. Prado al piatto non si fa pregare e con l’ennesimo bloop single della serata consente al compagno di segnare il punto del 4-3.

Lyon a fine partita sarà DFA.

Quando sembra tutto finito si presenta al piatto il “Capitano Kirk” e quando meno te lo aspetti si inventa un HR in campo sinistro che pareggia nuovamente la partita. Insomma, se vogliono pareggiare la serie se la devono sudare.

Rice sul monte per il quindicesimo inning di questa infinita giornata dell’Indipendenza. E sono di nuovo problemi. Dopo aver ottenuto 2 out Rice va in bambola e concede 3 valide consecutive. Sull’ultima di Pennington, Parra vola a casa per il 5-4.

Non riesce un altro miracolo nella parte bassa dell’inning con Ziegler bastonato 2 sere fa che riesce a chiudere inning e partita.

New York Mets @ Philadelphia Phillies 7-8

June 24th, 2013 No comments

Torres guarda l'HR della sconfitta

Torres guarda l’HR della sconfitta

Gara 2 della serie contro i Phillies è una di quelle partite pazze. Quasi come scalare una montagna, arrivare in cima con uno sforzo enorme e poi cadere giù.

I Mets si presentano con Gee sul monte ma non è una grande giornata per Dillon e lo si vede subito. 8 valide concesse di cui 3 HR e 5 punti sul suo tabellino mettono subito la partita in salita.

Il punto segnato da Quintanilla nel terzo illude che i Mets possano tenere la partita chiusa punto a punto. Ed invece tra il quarto e il sesto inning i Phillies dilagano trascinati da un Howard che quando vede Gee si scatena: 3-4 con 4 RBI per lui e 2 HR che mandano il morale del nostro pitchers sotto le scarpe. Detto e fatto il risultato si piazza sul 7-1 per i padroni di casa.

Pettibone lancia bene ma la sfortuna è dietro l’angolo e arriva l’infortunio che lo costringe ad abbandonare il monte per lasciarlo a Stutes. E qui gira la partita per i Phillies.

Il rilievo va subito in difficoltà e per i Mets si apre la strada della rimonta. Singolo di Quintanilla e Buck fa 2-7, doppio di YoungNieuwenhuis e Quintanilla fanno 4-7, rimbalzante di Valdespin e Satin fa 5-7. Partita riaperta anche se il suo clou deve ancora arrivare.

Si entra nel nono con il punteggio acquisito nel settimo. Papelbon va sul monte con alle spalle 2 salvezze bruciate consecutivamente. Ha due punti di vantaggio. Dopo aver ottenuto il primo out su Young, al piatto si presenta Valdespin che non si fa pregare e la spara oltre le recinzioni per il 6-7. Papelbon inizia a sentire un po’ di tensione. Arriva Wright. Rimbalzante sulla terza base, errore di Young e il Capitano arriva salvo in prima. Byrd si fa eliminare al volo ma con Murphy al piatto arriva il capolavoro di Wright. Sul conto pieno Murphy batte un singolo profondo. David parte dalla prima vede che la palla è lunga e vola fino in terza per poi sfruttare un incertezza degli esterni per arrivare fino a casa e segnare il punto del pareggio: 7-7 e terza salvezza bruciata per il super closer di Philadelphia.

Ma il baseball si sa è crudele. Nel nono per il Mets sale sul monte Torres, uno che da quando è arrivato non ha sbagliato ancora una partita. Frandsen e il primo battitore per i Phillies che al secondo lancio gira la mazza in modo perfetto ed ottiene il fuoricampo che da la vittoria a Philadelphia e rendendo vano tutto lo sforzo fatto negli inning precedenti.

Categories: Gee, Regular Season 2013, Uncategorized Tags:

Bufera di neve a Denver, serie a rischio

April 16th, 2013 No comments
Matt Harvey si "scalda" in un Coors Field innevato

Matt Harvey si “scalda” in un Coors Field innevato

Seconda partita consecutiva rinviata per maltempo. Dopo gara 3 nel Minnesota, i Mets si spostano a Denver dove trovano ad aspettarli una vera e propria tempesta di neve. Era chiaro a tutti fin dal mattino che sarebbe stata un’impresa ardua poter giocare la partita. Anche dall’Italia, grazie alle webcam piazzata sulla downtown di Denver era facilmente percepibile la situazione critica. Le previsioni meteo non lasciavano scampo e puntualmente la neve è arrivata.

Il vero problema è che fino a giovedì mattina non sembrano esserci miglioramenti. Neve continua per 2 giorni e campo impraticabile. Dopo il rinvio di ieri il calendario prevederebbe un doubleheader per quest’oggi con partenza di gara 1 alle 21.10 e gara 2 alle 2.40 ore italiane. Gee e Laffey dovrebbero essere i partenti, ma il tempo non migliora.

Categories: Gee, Regular Season 2013 Tags:

San Diego Padres @ New York Mets 2-1

April 5th, 2013 No comments
John Buck batte il suo secondo HR nella serie

John Buck batte il suo secondo HR nella serie

I Mets trovano la prima sconfitta della stagione ieri pomeriggio in gara 3 contro i San Diego Padres. Gee lancia discretamente nella sua partita d’esordio del 2013 ma non basta ad evitare una sconfitta che l’attacco ha fatto poco per portare a casa.

Dillon sembra un po’ arrugginito dopo che ha terminato troppo presto la stagione 2012 con soli 109 IP. Nonostante tutto il suo apporto basta a tenere a bada un lineup mediocre. In 6.1 Gee concede solo 3 valide e mette 4 volte K i battitori avversari. Anche 3 BB ma nel complesso la sua prova può dirsi positiva anche se rivedibile in futuro.

I problemi arrivano da un attacco che si prende una pausa di riflessione dopo le belle prove dei giorni precedenti. Impressionano i 14 K subiti complessivamente ed  in particolare i 3 di Wright e Duda che vanno a fare il paio con i 4 di Davis presi in gara 1. Quando i numeri 3 e 4 del lineup faticano così al piatto non è mai un bel segnale.

Nonostante questo Gee e un di nuovo ottimo Rice riescono a tenere la partita con un solo punto di scarto. Collins decide di far esordire Familia nell’ottavo inning. Ma non si rivelerà una grande idea. Familia va  in difficoltà. Concede una valida e una BB. Fa un out. Ma chiaramente sta faticando. Denorfia arriva in terza e rimane lì come un falco in attesa del cedimento del pitcher. Che puntualmente arriva. Lancio pazzo di Familia che Buck non riesce a controllare e secondo punto che entra per i Padres. Nulla di trascendentale ma quanto basta per metterci al tappeto. Questo si rivelerà il punto decisivo poiché non basta più il secondo HR della serie di Buck per riaprire la partita che termina 2-1.

Sconfitti ma con la serie in tasca per vederla dal lato positivo. E questo è fondamentale.  Si sono viste ottime cose ma anche parecchie ombre come purtroppo immaginavamo dall’inizio dello Spring Training. Teniamoci queste due W come fieno in cascina per i tempi più duri che di sicuro arriveranno.

Da stasera serie contro i Miami Marlins con l’esordio di Jeremy Hefner sul monte.

Categories: Buck, Duda, Gee, Regular Season 2013, Wright Tags:

Cubs ancora bestia nera: serie persa 2-1

July 11th, 2012 No comments

Nulla da fare per i Metropolitans, nuovamente sconfitti nella seconda serie stagionale contro i Chicago Cubs. Anche questa volta la serie termina con due vittorie ad una per i Cuccioli, che evidentemente trovano particolarmente piacevole giocare contro i Mets. Ma andiamo con ordine.

Gara 1

Gara 1 è stata quella che oltre oceano chiamano “high-scoring affair“. 8-7 per i Cubs con la squadra dell’Illinois che riesce a prendere il largo negli inning centrali. Il vantaggio arriva ad essere di 5 punti nel quinto inning. Responsabile di questo disastroso avvio è un non brillantissimo Johan Santana, che concede la bellezza di 13 valide e 7 punti, con 0 walk e 6 strikeout. Quando tutto sembra perduto, i nostri riescono a mettere su una improbabile rimonta. Arrivando fino all‘8-7 nel nono inning con un out. Purtroppo, il comeback è terminato in perfetto stile Mets: bomba di Duda presa al volo dal pitcher, tiro in prima ed eliminazione di Ike staccatosi dalla base. You can’t win them all, giusto? Prendiamola con filosofia.

 Gara 2

Gara 2 ovviamente è totalmente diversa da quella del giorno precedente: punteggio basso e grande pitching da parte del nostro partente, Dillon Gee. Alla fine il nostro totalizzerà 8 inning con 7 valide, 4 strikeout e 1 punto subito. Tutti i punti segnati dai Mets arrivano su fuoricampo: il solo shot di Jordany Valdespin nel secondo inning e il 2-run shot di Ike nel terzo. Per i Cubs l’unico punto arriva su un singolo RBI di David DeJesus. Parnell si porta  a casa la salvezza. Purtroppo questa potrebbe essere l’ultima partenza per Gee per molto, molto tempo. Il nostro ha infatti rischiato grosso (molto più della carriera) a causa di una trombosi alla spalla. E’ stato portato di corsa in ospedale e al momento appare fuori pericolo. Ovviamente non ci sono ancora ipotesi sul suo rientro, ma uno stop di diversi mesi appare molto probabile.

Gara 3

E arriviamo alla bella, ultima sfida prima dell’All Star Break. Importante finire bene, si dice sempre. I Mets infatti hanno chiuso benissimo con una convincente sconfitta per 7-0. Niese parte maluccio (7 IP 9 H 7 ER 0 BB 3 K), Dempster dura meno ma, in collaborazione coi rilievi, tiene i Mets a 8 valide e 0 punti. I Cubs partono forte con 4 punti segnati nel primo coi singoli RBI di Soriano e Soto (2 RBI) e il doppio RBI di Jeff Baker. Il 3-run shot di Starlin Castro nel settimo chiude definitivamente la partita. Poco da dire su questa sfida: Mets deludenti e Cubs bestia nera con la serie stagionale che si chiue sul 4-2.

Il futuro

Dopo la pausa per l’All Star Game, serie da tre contro i Braves. Apre il duello fra Young (2-2) Hudson (7-2)

Finale dolceamaro per la serie contro i Dodgers

July 3rd, 2012 No comments

 

E’ giunta al termine la serie disputata dai Mets in quel di Los Angeles contro i Dodgers. Nelle partite conclusive della sfida, disputate Sabato e Domenica, i Mets hanno portato a casa rispettivamente una bella vittoria e una brutta sconfitta.

Nella gara di Sabato i nostri eroi hanno conquistato il secondo shutout consecutivo con un 5-0 grazie ad una ottima prova di Johan Santana (che si porta sul 6-4) e ad una prova convincente dell’attacco. In grandissima forma Ike Davis autore di un 3 run shot nel sesto inning che ha chiuso definitivamente i giochi.

Domenica, purtroppo, le cose non sono andate così bene.

Nonostante la sfida sul monte a favore dei Dodgers con Kershaw che sfidava il nostro Gee, i nostri sono stati in vantaggio per buona parte dell’incontro. Purtroppo, a causa di una serie di svarioni difensivi (ad opera di Nickeas e Turner), i Dodgers prendono in largo fino a segnare 8 punti, mentre ai Mets ne restano solamente 3 segnati ad inizio partita.

Dunque, un fine settimana fra luci e ombre. Certo, una brutta partita non puo’ cancellare una serie comunque dominata in lungo e in largo. La speranza ora è di chiudere alla grande prima dell’All Star Break, al quale mancano solo 6 partite. Dopo sapremo la verità. Sperando che i Mets evitino, come ormai sono soliti fare, di affondare nella seconda metà di stagione.

New York Mets 1 Chicago Cubs 6

June 26th, 2012 No comments

Parte male il road trip che vede i Mets impegnati a Chicago e (successivamente) Los Angeles. Nella Windy City, infatti, i Cubs si impongono con un pesante 6-1 nella prima partita della serie.

La sfida sul monte (Santana vs Wood) e la classifica, coi Cubs ampiamente sprofondati nel baratro, potevano far credere ad una partita facile per i nostri. Ma il baseball è uno sport dove nulla è scontato, e dove, in una singola partita, anche una squadra terribile puo’ battere una fortissima. Dovremmo essere i primi a saperlo, dato che i derelitti Mets del ’62 hanno vinto 40 partite.

Ma, come sempre, andiamo con ordine.

Partita senza sussulti fino al quarto, quando Joe Mather la butta fuori con Geovany Soto in prima: 2-0 per i Cuccioli. Sarà l’unico errore di Santana della partita, dato che per il resto il nostro eroe lancia una partita onesta, nella quale concede appunto 2 R, con 5 H 6 K 3 BB in 6 inning. Dall’altra parte, invece, Wood lancia 7 inning con 5 H 6 K 1 BB senza concedere punti. A dirla tutta è stata qui la chiave della partita: l’incapacità dei Mets di segnare. Perché la partita è rimasta aperta per parecchio tempo. Fino al settimo inning.

Il disastroso settimo inning è da proibire a qualunque bambino stia imparando a giocare a baseball. L’inizio non è dei migliori: Rauch, entranto per sostituire Santana, costringe Cardenas, entrato per sostituire Wood, ad un pop up. Anche a causa del vento, la pallina torna verso casa base. Wright si posiziona sotto, e ovviamente la pallina cade un metro buono più in là del suo guantone. Cardenas corre fino alla terza ringraziando i Mets del regalo. Sul battitore successivo, altra palla molto alta, una comoda flyball in esterno destro. Tre giocatori si lanciano, con Duda che si tuffa. Risultato: palla che sbatte sulla gamba di Lucas e rotola per l’eternità verso i muretti del Wrigley. Cardenas ovviamente segna, mentre il battitore, Barney, arriva a sua volta comodamente in terza. Ovviamente, il battitore successivo (Castro) batte una grounder che Cedeno sbuccia, il corridore in terza segna ed è 4-0. Dopo un walk a Soriano (!), Rauch viene rimpiazzato da Ram-Ram, che concede prontamente altri due punti per il 6-0. Beh, forse è meglio farlo vedere ai bambini questo inning. Capiranno come non si gioca al baseball.

L’unico punto dei Mets arriva nel garbage time, ovverosia nel nono inning. A metterlo a segno è Ike Davis che realizza un altro fuoricampo, segno che, piano piano, sta uscendo dal clamoroso slump di questo primo terzo di stagione.

Il futuro

Dopo aver aggiustato i guantoni, i Mets ci riprovano stanotte. Sul monte Gee (5-5) vs Wells (1-2).