Archive

Archive for the ‘McHugh’ Category

New York Mets @ Miami Marlins 3-4

October 3rd, 2012 No comments

I Mets perdono la seconda partita consecutiva in quel di Miami e Dickey non riesce a dare il colpo di coda finale per impressionare nella corsa al Cy Young.

Il nostro attacco è subito troppo in difficoltà contro un Turner decisamente in palla. Si gioca per dare la 21° W a Dickey che avrebbe potuto avere un peso decisivo sullo sprint finale. Ma Miami non è lì per fare regali come è giusto che sia e quando nel quarto e nel quinto inning Hernandez e Brantly battono i loro rispettivi HR si capisce che non sarà una serata facile per il nostro pitcher.

Intendiamoci, Dickey mantiene quasi sempre il controllo del lineup avversario ma escono questi 2 punti che minano leggermente le sicurezze sulla knuckle di ieri sera. Il tutto è confermato dal fatto che Dickey non ha concesso nessuna BB e ha ottenuto ben 8 SO. Alla fine lancia 6 IP portando la sua ERA a 2,79, di qualche punto più alta della settimana scorsa. Subisce 7 valide e 3 ER. Non prende la L ma neanche la W. Insomma non crediamo che sarà questa prestazione non all’altezza di quelle dei mesi precedenti a far uscire R.A dalla corsa per il Cy Young.

Poi in serata si scopre che Dickey ha lanciato praticamente infortunato da aprile. Dovrà operarsi la settimana prossima. E nasce spontaneo il pensiero di cosa avrebbe potuto fare e migliorare da completamente sano.

Le nostre mazze erano anche riuscite a pareggiare la partita nell’ottavo inning con l’RBI di Wright e due regali della difesa di Miami ma gli extrainning non ci sorridono e nell’11° un McHugh decisamente in debito di benzina e ossigeno regala il punto della vittoria per i Marlins.

A questo punto ci avviciniamo a grandi falcate verso l’ultima partita di questa ennesima travagliata stagione. Chiuderà Hefner nel tentativo di conquistare la 74° W del 2012. Ore 22.10 italiane.

Categories: Dickey, McHugh, Regular Season 2012, Wright Tags:

Pittsburgh Pirates @ New York Mets 10-6

September 26th, 2012 No comments

Continuano le audizioni per il 2013 in casa Mets. Ieri sera era la volta di McHugh che ,a dispetto del suo esordio in MLB, sembra essere entrato in un tunnel senza uscita.

Anche ieri in gara 2 contro i Pirates la sua prestazione non è stata all’altezza. Tralasciando punti subiti, BB concesse e tutto ciò che di negativo può esserci in un’uscita per un pitcher, è sembrato chiaro che il ragazzo fosse davvero spaesato. Ha iniziato male concedendo molto all’attacco di Pittsburgh ma non è stato capace di riprendersi in modo adeguato. Collins è stato costretto a toglierlo dopo appena  1.1 IP nel quale ha concesso 5 valide, 7ER, 3BB e non è riuscito ad ottenere neanche uno SO.

Dopo due inning quindi partita parzialmente compromessa e dico parzialmente per il fatto che almeno 2 volte il nostro attacco era riuscito a rimetterla in piedi. Nel primo inning un 2 run homer di Turner e un soloshot di Wright riducevano ad un punto lo svantaggio dei Mets. I Pirates non mollavano e sfruttavano la giornata no del nostro pitching riportandosi a +5. Ma nel settimo inning, di nuovo trascinati da un Wright in grande spolvero che batte nella serata di ieri la sua 1418° hits in maglia Mets pareggiando il record detenuto da Ed Kranepool, i Mets provano a rifarsi sotto. Valdespin portava a casa Torres e Wright batteva il singolo che permetteva a Valdespin e Tejada di arrivare salvi a casa base. Il divario a questo punto era di sole 2 runs.

Qui però si spegnevano le mazze e l’HR battuto da Jones nel nono contro Rauch distruggeva definitivamente le residue speranze di una rimonta.

Partita dall’alto punteggio che verrà di certo ricordata per il record di Wright più che per il gioco in se stesso. Delude, come già detto,  McHugh anche se Collins gli regala l’attenuante di aver terminato definitivamente la benzina. Per il resto due squadre che non hanno più niente da chiedere alla stagione di fronte a 25.000 coraggiosi.

Questa notte gara 3. Locke vs Hefner, 1.10 ora italiana.

Categories: McHugh, Regular Season 2012, Turner, Wright Tags:

Pittsburgh Pirates 2 New York Mets 6

September 25th, 2012 No comments

Ottima prova dei Mets, che aprono la serie da quattro partite contro i Pirates con una convincente vittoria.

La partita ha segnato la prima vittoria a livello MLB per il talento Jenrry Mejia, dopo una serie di prove non del tutto convincenti. Il nostro prospetto ha lanciato 5 riprese concedendo 4 valide, 2 BB, 4 K e soprattutto nessun punto subito.

Note positive anche da parte dell’attacco, con un Ike Davis veramente incontenibile. Il prima base ha ottenuto i fuoricampo numero 29 e 30 della sua bizzarra stagione, partita con uno slump clamoroso e che solo ora sta dando segnali di ripresa. Intendiamoci, i 30 fuoricampo sono una statistica fuorviante: Ike ha ottenuto solo 1.2 fWAR, una vittoria piena sotto al giocatore titolare MLB.

Il primo fuoricampo di Ike è un 2-run shot nella parte bassa del quarto, mentre il secondo è un 3-run bomb nel quinto inning. In mezzo, sempre nel quinto inning, l’RBI single di David Wright.

Per i Pirates i due punti arrivano nell’ottavo e nel nono, entrambi su due singoli. Il primo ad opera di Garret Jones, il secondo per mano di Jose Tabata. Nonostante questo, il bullpen si dimostra tutto sommato solido e Ram-Ram chiude la partita senza la solita sofferenza alla quale ci hanno abituato di recente lui e i suoi colleghi di reparto.

Il futuro

Stanotte Gara 2, sempre al CitiField. Sul monte sfida tra McHugh (0-2) e Rodriguez (11-13).

Washington Nationals 5 New York Mets 1

September 11th, 2012 No comments

Prosegue il brutto periodo dei Mets, costretti dai Nationals alla quarta sconfitta consecutiva e alla sesta nelle ultime sette giocate. Sul monte, sfida fra Gio Gonzalez e Colin McHugh.

La partita inizia male. Nella parte alta del terzo, il catcher Kurt Suzuki batte un pop in foul. Shoppach si prepara alla presa ma calcola male la traiettoria della pallina, che cade. Questo concede a Suzuki di proseguire nel suo at bat e, ovviamente, pochi lanci dopo la pallina atterra comodamente sugli spalti in esterno sinistro: 1-0 Nationals.

Pochi battitori dopo, con Harper in terza dopo un walk, Ryan Zimmerman la butta fuori a sua volta, portando i Nats sul 3-0. Un inning dopo è la volta di Ian Desmond, che col suo 2-run shot consegna a Washington il provvisorio 5-0. Non bene quindi McHugh, che concede 3 fuoricampo nel giro di due inning. Non bene.

Nella parte bassa del quarto colpo di coda dei Mets, col leadoff solo shot di Scott Hairston, per il 5-1. Ma, ovviamente, la reazione dei Mets finisce qui. Come abbiamo purtroppo già sperimentato nelle ultime settimane, l’attacco non si rivela all’altezza e la partita scivola verso la conclusione senza sussulti.

Il futuro

Oggi i Mets saranno impegnati in Gara 2. Sul monte R.A. Dickey (18-4) vs Jordan Zimmermann (10-8).

Serie persa a St. Louis

September 7th, 2012 No comments

I Mets perdono una serie a St. Louis che sa molto di addio alle residue speranze di andare ai playoff. Infatti, la loro situazione prima di Gara 1 era pressoché identica a quella dei Cardinals lo scorso anno nel medesimo punto della stagione.

Gara 1 presenta sul monte Colin McHugh e Joe Kelly. Partenza alla grande dei Cardinals, che nei primi 4 inning piazzano subito 4 punti sul tabellone. I Mets non si perdono d’animo e mettono a segno 2 punti nel settimo e due nell’ottavo, grazie a due 2-run shot di Kelly Shoppach e Daniel Murphy, intervallati però dal singolo di Craig, che quindi permette ai Campioni del Mondo di arrivare avanti di un punto nel nono inning. E qui succede il pasticcio. Andres Torres apre il nono inning con quello che sembra un doppio. Ma i Cardinals, avendo notato un passo incerto del nostro esterno nel passaggio sopra la prima base, tentano una giocata d’appello. Torres viene chiamato out e a nulla servono le proteste di Terry Collins con l’arbitro di prima base. Il replay mostra abbastanza chiaramente come Torres abbia calpestato l’angolo inferiore sinistro del cuscino col tallone del piede destro, ma ormai la frittata è fatta e i Mets si ritrovano con un out e senza un prezioso corridore in seconda. Davvero complimenti al trio di commento di SNY che è riuscito ad essere veramente imparziale senza dare in escandescenze come avrebbe fatto qualche telecronista nostrano. Per quanto ci riguarda, la nostra linea sugli errori arbitrali non cambia: fanno parte del gioco e vanno accettati sempre, non solo quando fa comodo. A chi si è imbestialito a tal punto da insultare l’arbitro, vorremmo ricordare come, proprio contro i Cardinals, un errore dell’arbitro abbia contribuito a far realizzare uno dei momenti indimenticabili nella storia dei Mets solo di 3 mesi fa.

Dopo l’out di Torres i Mets combinano poco e Motte ottiene la meritata salvezza per il 5-4 finale.

Gara 2 è decisamente più tranquilla. In estrema sintesi, Matt Harvey viene bombardato nel terzo inning (entrano tre punti) e si prende la quarta sconfitta stagionale, mentre purtroppo l’attacco risulta scarsamente produttivo, limitandosi ad un misero punto segnato su una sac fly di Mike Baxter a partita ampiamente terminata (nella parte alta dell’ottavo). Degna di nota la valida numero 1000 della nostra nemesi Yadier Molina, un grande giocatore che però non riscuote molte simpatie dalle nostre parti (il ricordo del 2006 è ancora terribilmente fresco) e il debutto del prospetto Jeurys Familia, lanciando uno scoreless inning nell’ottavo.

Gara 3 segna il ritorno sul monte di R.A. Dickey e il ritorno alla vittoria dei Mets, che quindi almeno salvano il salvabile dalla trasferta nel Missouri. Nella sfida contro il sempre temibile Wainwright, anche lui, come Molina, non molto amato in questi lidi per i motivi che tutti sapete (citofonare Beltran per maggiori informazioni), il nostro eroe ottiene la 18esima vittoria stagionale, diventando il primo pitcher della MLB ad arrivare a tale cifra in questa stagione. Ci riesce nonostante conceda un fuoricampo al collega nel terzo inning. Infatti, nonostante un altro punto subito nel settimo sul double play di Craig, R.A. riesce a tenere a bada quasi senza problemi le mazze biancorosse. Quelle dei Mets, invece, si svegliano, mettendo a segno 6 punti, aiutate dal tre-run shot di Ike nel quinto inning e da un walk a basi cariche di Lucas Duda.

Il futuro

Stasera i Mets iniziano una dura sei giorni che li porterà a sfidare le due migliori squadre della NL East. Prima ci saranno tre sfide contro gli Atlanta Braves e poi, ad inizio della prossima settimana, tre partite contro i lanciatissimi Washington Nationals.

Sweep da quattro

August 24th, 2012 No comments

Che cosa si può dire dopo una serie come quella contro i Colorado Rockies? Probabilmente poco e niente perché sembra di nuovo un film già visto. La pochezza dell’attacco e un bullpen inguardabile sono ormai una costante da quando è ripreso il campionato dopo la pausa dell’ASG.

Abbiamo segnato solo 5 punti in 4 partite affrontando lanciatori che, con tutto il rispetto, non sembravano così irresistibili. Ma probabilmente sono le motivazioni che sono venute a mancare. Vedere gente come Wright e Davis andare k il più delle volte che arrivavano nel box non è un bel vedere. E poi quanti corridori lasciati sulle basi in momenti anche importanti.

Questa serie ha definitivamente chiuso la stagione 2012. Ha definitivamente messo una pietra sopra questo 2012 di transizione. Si perché fin dall’inizio questo 2012 doveva esserlo. Ma un inizio scoppiettante, forse troppo al di sopra del reale valore dei giocatori, aveva fatto pensare ad una stagione con qualche piccola soddisfazione in più.

Ed invece siamo qui a dover vedere un bullpen che brucia partenze al limite dell’ottimo e di un attacco che non è in grado di dare un minimo di supporto ad un giovanotto che esordisce in MLB con 7 IP, 9SO e nessun punto subito. Non sono vittorie che cambierebbero la classifica ma è ormai il momento di pensare alla squadra 2013. Onestamente, quanti di coloro che sono sul 25 man roster si potrebbero rivedere l’anno prossimo. E non parliamo di contratti in essere ma di rendimento sul campo. Rispondo io: pochi.

Prendiamo uno sweep da quattro partite da una squadra che sta facendo fatica come noi. Ma lo facciamo senza combattere e senza mettere in campo la benché minima resistenza.

Ma stiamo lavorando per il futuro. Matt HarveyCollin McHugh hanno regalato due gemme in questo sweep tristissimo. Matt sta confermando che in MLB ci può stare. Ha molti margini di miglioramento ma ha di nuovo dimostrato di poter gestire al meglio il lineup avversario. Collin, per lui era la prima volta ma se il buongiorno si vede dal mattino…

Da questa sera tre partite contro gli Astros, sempre al City Field. Partiranno alle 1.10 italiane Niese vs Lyles.

Categories: Harvey, McHugh, Regular Season 2012 Tags: