Archive

Archive for the ‘Regular Season 2012’ Category

Dopo 27 anni, Dickey!

November 15th, 2012 No comments

Ora possiamo dirlo. Ora che R.A. Dickey ha vinto il NL Cy Young Award possiamo dire che quasi tutti noi in cuor nostro lo abbiamo sempre saputo. E non è questione di campanilismo o tifo con il paraocchi. Semplicemente questo era il suo anno.

Abbiamo sempre detto su questo stesso blog che i metodi di assegnazione di questi premi individuali ci lasciavano perplessi. Ma in questa occasione la differenza in quasi tutte le statistiche e la personalità dimostrata da Dickey dentro e fuori dal campo hanno reso la contesa evidentemente quasi a senso unico.

In 27 su 32 lo hanno votato come primo. Ha vinto con 209 punti contro i 96 di Kershaw arrivato secondo. Primo knukcleballer a vincere il Cy Young, succede nella storia dei Mets a Dwight Gooden, ultimo Met a vincerlo nel 1985. Con loro solo una leggenda come Tom Seaver che con i suoi 3 ( ’69 – ’73 – ’75) Cy Young domina la speciale classifica.

Le 20 W avranno di certo influenzato il giudizio di chi ha votato ed oggi mi sento di dire che va bene così anche se il premio lo merita per ben altri numeri che è riuscito a mettere su: K%, BB%, ERA e FIP. Per la costanza con cui ha affrontato questa stagione, per i due one – hitter consecutivi che non conteranno nulla ma hanno dato un’idea di come nel 2012 Dickey fosse difficilmente toccabile.

Il premio assume anche un sapore particolare proprio per il fatto che a vincerlo è la “knuckleball”. Questo lancio che rende la palla un palloncino impazzito che fluttua nell’aria e i battitori non capiscono fino all’ultimo in quale parte della zona finirà la sua corsa. Uno dei lanci più lenti dell’intero arsenale dei lanciatori (pochi) dove il polso diventa fondamentale forse più del caricamento. Odiato in egual misura da battitori e ricevitori. In particolare questi ultimi molto spesso preferiscono evitare di ricevere un pitcher che lancia la knuckle per non incorrere in brutte figure.

Un premio per la storia particolare di questo ragazzo di 38 anni che è riuscito a costruirsi una seconda carriera dopo un brutto infortunio e la quasi consapevolezza di dover dire addio al baseball. L’ultimo anno in Texas è fondamentale nella sua rinascita perché è da lì che ha iniziato a specializzarsi nel lancio della knuckleball. Non sono però subito rose e fiori. R.A fatica ad adattarsi, passa più tempo in AAA che non in MLB. I tifosi dei Mets lo ricorderanno con la casacca dei Seattle Mariners lanciare una partita stellare contro di noi. Fino al 2012 quando dai Minnesota Twins passa definitivamente ai Mets.

Ieri si è conclusa la sua “rinascita”. Ieri è entrato nell’elite. Ieri ha scritto un pezzo di storia.

GRAZIE R.A DICKEY – 2012 NL CY YOUNG

New York Mets 4 Miami Marlins 2

October 4th, 2012 1 comment

 

Si chiude con una vittoria questa stagione 2012 dei Mets. Vittoria giunta in quel di Miami contro i deludenti Marlins, partiti ad Aprile con una rosa quasi completamente rinnovata che però ha fallito nel produrre i risultati desiderati.

Per i Mets, guidati da Jeremy Hefner, la partita si mette subito in discesa grazie ad una autentica pioggia di fuoricampo. I solo shot di Torres nel terzo e Ike Davis nel quinto (32esimo fuoricampo stagionale, chi l’avrebbe mai detto?) sono intervallati dalla 2-run bomb di Scott Hairston (che arriva così a quota 20, non male per un part-time player).

Dal canto suo, Hefner si comporta bene e lancia 7.1 concedendo solo 2 punti, uno su un singolo di Gorkys Hernandez nel sesto e uno su una passed ball di Shoppach nell’ottavo. Ramirez, Acosta e Parnell (settima salvezza per lui) chiudono la partita e la stagione dei Mets, che finiscono di nuovo al quarto posto col record di 74-88.

Si chiude così un’altra stagione perdente per i Mets, ma a differenza delle recenti, disastrose campagne, questa ha avuto momenti degni di nota. Su tutti ovviamente il capolavoro di Johan e la fantastica stagione di R.A. Dickey. Non ci resta che sperare in un 2013 ancora più ricco di soddisfazioni. Ora gustiamoci i playoff, finalmente con qualche nostro amico Phillies seduto sul divano a farci compagnia.

Il blog ovviamente resterà attivo anche nei freddi mesi invernali. Vi terremo informati sui Winter Meetings, su eventuali trade, firme e ovviamente vi faremo compagnia con gli immancabili approfondimenti, da leggere vicino ad una tazza di caffè caldo e fumante. Sempre guardando la finestra in attesa di una nuova primavera.

Categories: Regular Season 2012, Uncategorized Tags:

New York Mets @ Miami Marlins 3-4

October 3rd, 2012 No comments

I Mets perdono la seconda partita consecutiva in quel di Miami e Dickey non riesce a dare il colpo di coda finale per impressionare nella corsa al Cy Young.

Il nostro attacco è subito troppo in difficoltà contro un Turner decisamente in palla. Si gioca per dare la 21° W a Dickey che avrebbe potuto avere un peso decisivo sullo sprint finale. Ma Miami non è lì per fare regali come è giusto che sia e quando nel quarto e nel quinto inning Hernandez e Brantly battono i loro rispettivi HR si capisce che non sarà una serata facile per il nostro pitcher.

Intendiamoci, Dickey mantiene quasi sempre il controllo del lineup avversario ma escono questi 2 punti che minano leggermente le sicurezze sulla knuckle di ieri sera. Il tutto è confermato dal fatto che Dickey non ha concesso nessuna BB e ha ottenuto ben 8 SO. Alla fine lancia 6 IP portando la sua ERA a 2,79, di qualche punto più alta della settimana scorsa. Subisce 7 valide e 3 ER. Non prende la L ma neanche la W. Insomma non crediamo che sarà questa prestazione non all’altezza di quelle dei mesi precedenti a far uscire R.A dalla corsa per il Cy Young.

Poi in serata si scopre che Dickey ha lanciato praticamente infortunato da aprile. Dovrà operarsi la settimana prossima. E nasce spontaneo il pensiero di cosa avrebbe potuto fare e migliorare da completamente sano.

Le nostre mazze erano anche riuscite a pareggiare la partita nell’ottavo inning con l’RBI di Wright e due regali della difesa di Miami ma gli extrainning non ci sorridono e nell’11° un McHugh decisamente in debito di benzina e ossigeno regala il punto della vittoria per i Marlins.

A questo punto ci avviciniamo a grandi falcate verso l’ultima partita di questa ennesima travagliata stagione. Chiuderà Hefner nel tentativo di conquistare la 74° W del 2012. Ore 22.10 italiane.

Categories: Dickey, McHugh, Regular Season 2012, Wright Tags:

New york Mets @ Miami Marlins 2-3

October 2nd, 2012 No comments

Ancora una prova deludente di Familia, che saliva sul monte, per la sua ultima apparizione del 2012.

Una partita che ovviamente non aveva più nulla da chiedere al campionato tra due squadre che vedono ormai la fine della stagione come la fine della loro agonia. L’attenzione era rivolta al giovane pitcher in vista del 2013.

Jeurys però non va oltre i 4 IP ma la cosa più preoccupante sono le 6 BB concesse all’attacco di Miami. Troppe. Senza considerare il fatto che le mazze avversarie in almeno altre 2 occasioni sul conto pieno hanno girato ball clamorosi che sarebbero andati ad incrementare le BB concesse. Non sempre potrà andare bene come in queste circostanze. Solo 3 SO e nessun punto subito completano una linea ancora mediocre.

L’attacco fatica forse oltre il dovuto contro Leblanc anche se alla fine sono i Mets ad andare in vantaggio per 2-0 sfruttando gli Rbi Wright e Baxter che portano a casa Cedeno e Shoppach.

Il nostro bullpen però fatica oltre misura e Acosta, Rauch e Ramirez concedono un punto a testa che porta i Marlins in vantaggio. Quest’ultimo si prende anche la L.

Speriamo che i ragazzi si siano risparmiati per la partita di questa sera quando ci sarà da dare il massimo supporto a Dickey nella sua ultima apparizione del 2012 e che potrebbe essere il definitivo trampolino nella corsa al Cy Young. Ore 1.10 italiane.

 

Categories: Baxter, Dickey, Regular Season 2012, Wright Tags:

Due sconfitte per i Mets: la serie va ad Atlanta

October 1st, 2012 No comments

Nonostante la convincente vittoria in Gara 1, i Mets non sono riusciti a ripetersi: sono infatti arrivate due sconfitte nelle partite giocate Sabato e Domenica, col conseguente risultato di consegnare la serie ad Atlanta.

E’ stato un peccato, in Gara 2, sprecare una buonissima partenza di Chris Young. Il buon Chris, che è quindi riuscito a rimanere incollato fino al termine della stagione (speriamo duri), ha lanciato 6 inning concedendo 7 valide e 2 punti, a fronte di 7 K con 1 BB. Una buona partenza, non stellare, ma comunque inutile perché l’attacco ha messo a segno ben 0 punti, ottenuto 5 valide e nessuna base su ball. Per dovere di cronaca, i punti dei Brave sono entrati nel secondo (groundout RBI di Heyward) e nel quinto (RBI double di Prado).

Gara 3, invece, è stata condizionata dalla brutta partenza di Mejia. Jenrry concede 6 valide e 4 punti in 5 inning, con McHugh che entra dopo di lui e concede i restanti due punti che mettono il sigillo alla vittoria dei Braves, guidati da Kris Medlen. Con lui sul monte, questa è la 23esima vittoria consecutiva per la squadra di Atlanta. Il nostro attacco può ben poco: ottiene di nuovo 5 valide, ma questa volta almeno riesce a mettere a segno un paio di punti. Il primo lo ottiene Tejada, abile a correre a casa dopo un erroraccio di Freeman su una battuta di Turner. Il secondo è un RBI single di Torres a partita ormai compromessa, nel nono. 6-2, quindi, e Mets che tornano mestamente a casa. O meglio, a Miami.

Il futuro

A Miami, dicevamo, per chiudere la stagione con una imperdibile serie da tre partite (sì, siamo ironici). Questa sera sul monte Jeurys Familia (0-0) contro Josh “stasera faccio no-hitter” Johnson (8-14).

Categories: Regular Season 2012, Uncategorized Tags:

New York Mets 3 Atlanta Braves 1

September 30th, 2012 No comments

I Mets sbarcano in quel di Atlanta e rovinano la serata dedicata a Chipper Jones, icona dei Braves che, come molti sanno, a fine stagione appenderà il guantone al chiodo.

La partita si è giocata sul lungo pitching duel fra Jon Niese e Tim Hudson. I due pitcher si sono sfidati per 7 inning, tenendo praticamente sempre a bada gli hitter avversari.

Ad aprire le danze è stato Freddie Freeman dei Braves, autore di un solo shot nella parte bassa del quarto. Se vogliamo, è stata l’unica sbavatura di Jon, che ha concesso solo 4 valide, 3 BB e 3 K. Lo stesso si può dire di Tim Hudson, autore di una grandissima prestazione fino alla parte alta del settimo, quando, con due out, ha concesso un 3 run shot a Lucas Duda che ha consegnato la vittoria nelle mani dei Mets. Quindicesimo fuoricampo in stagione per Lucas (che ha passato diverse settimane in Minor League).

Dopo il fuoricampo del numero 21, è toccato al bullpen portare a casa la vittoria. Acosta, Hampson e Parnell non concedono nessuna valida ed i Mets possono festeggiare nella Chipper Jones Night. Dopo anni e anni di grandi prestazioni di Larry (questo il suo vero nome) in quel di New York e specialmente allo Shea Stadium, finalmente una (piccola) consolazione.

Categories: Regular Season 2012 Tags:

Pittsburgh Pirates @ New York Mets 5-6

September 28th, 2012 No comments

Dickey fa 20! Finalmente il nostro knukleballer si scrolla di dosso questo traguardo che iniziava a pesare come un macigno non tanto per il valore reale di per se stesso quanto per tutta la pressione che si portava dietro.

I Mets giocano ormai solo per tenere Dickey in corsa per il Cy Young al quale ormai punta senza tenerlo troppo  nascosto. I Pirates non vogliono essere solo una vittima sacrificale e decidono di far partire in salita questa rincorsa.

Nel secondo inning non si fanno pregare e Barajas (un ex) e Mercer spingono a casa i punti del 2-0. Dickey sembra frastornato e la partita non appare fluida come avrebbero voluto i Mets. Ma c’è sempre Ike Davis che tira fuori dal cilindro il suo 31° HR e accorcia le distanze. Il morale torna alto anche se nel successivo at-bat Baxter si vede negare l’HR del pareggio da Snider con la palla che era ampiamente oltre le recinzione. Una presa incredibile alla quale non possiamo non far giungere il nostro applauso.

Nel frattempo Dickey si riprende, incomincia a lanciare come sa e inizia a inanellare K su K nonostante qualche valida subita di troppo e l’HR di Barajas che porta a 2 i punti di svantaggio. Ritrovatosi sul monte è il momento di aspettare i compagni nel box di battuta.

Il quarto inning è il preludio della rimonta. Murphy segna su rbi di Hairston. Dickey sempre sicuro sul monte. Nel quinto le mazze si scatenano. Rbi di Murphy che porta Torres a casa per il pareggio. Tejada in terza e Murphy in prima. L’uomo con più valide in maglia Mets si presenta al piatto. BAM! 3 run homer per Wright e Mets che passano a condurre 6-3. Dickey si sente più tranquillo ma il suo compito non è finito è diventa di volta in volta sempre più duro. Il braccio inizia a sentire la partita. La concentrazione è massima. Bisogna portarla in porto. 13 K conducono R.A fino all’ottavo inning. Il pubblico è tutto per lui. Il suo nome riecheggia in tutto il City Field. La gente esulta ad ogni strike e sembra soffiare su quella knuckle sperando di poterla aiutare ad ottenere un movimento nell’aria ancora più accentuato. Tra il settimo e l’ottavo inning Collins ha preso Dickey in disparte e si sono parlati a lungo. R.A. ha già superato di gran lunga i 100 lanci. Ma vuole rientrare nell’ottavo. E rientra. Jones e Alvarez (uno da 30 HR in stagione) non si accorgono neanche di arrivare al piatto che sono già K. A Snider concede però una BB che segna la conclusione della sua partita. Collins sale sul monte. Gli parla e dopo 128 lanci e 13 K Dickey scende dal monte con in mano salda la 20° W.

Sale Rauch per chiudere l’inning e per risalire nel nono e chiudere il match. Mercer si prende la BB ma non sembra nulla di preoccupante anche perché Clement dopo di lui va subito strike out. Ma non sarebbero i Mets se le cose non si complicassero anche quando tutto sembra andare per il meglio. Presley non concede scampo a Rauch e spara fuori una pallina che vale due punti. 6-5 Mets e un brivido corre sulla schiena di tutti i presenti.

Collins non indugia neanche un momento. Fuori Rauch dentro Parnell. Il City non fiata. Bobby è sicuro oggi. Harrison batte su Tejada che velocissimo recupera la palla e assiste Davis in prima. 2 outs. Tabata lavora bene il conto poi batte una linea profonda all’esterno destro dove Baxter la recupera al volo ed effettua l’ultimo out.

7.2 IP, 8H, 2ER, 2BB, 13K, ERA 2.69, 20° W stagionale. Primo pitcher dei Mets a vincere 20 partite dal 1990. Primo knukleballer a vincere 20 partite dal 1980. Primo in NL per SO ottenuti (222), terza ERA di tutta l’MLB (2.69).

La corsa continua…

Categories: Dickey, Murphy, Regular Season 2012, Wright Tags:

Pittsburgh Pirates 0 New York Mets 6

September 27th, 2012 No comments

Dominio totale dei Mets in questa terza partita della serie contro i Pirates. Forti di un attacco in grande spolvero, i nostri eroi hanno fatto un sol boccone dei rivali gialloneri vincendo e convincendo per 6-0.

E’ veramente difficile trovare note di demerito in giro per il roster.

Benissimo Hefner che lancia 7 inning concreti concedendo solamente 3 valide ai Pirates, assieme ad una sola base su ball e ben 7 strikeout.

Tejada è stato il vero mattatore per quanto riguarda il settore offensivo: 4 valide in 5 tentativi per il giovane interbase.

I Mets si sono portati in vantaggio nel terzo inning, grazie ad un singolo di Murphy e ad uno di Wright (di cui parlaremo tra poco), che hanno portato 1 punto ciascuno. E’ poi arrivato il doppio di Hairston (a segno il già citato Wright) e un altro singolo, questa volta ad opera di Shoppach che così esce dal suo mini slump (anche per lui 1 RBI). Quindi 4-0 alla fine del terzo.

Nel quarto inning il primo dei due RBI di Tejada, un singoletto che porta a casa Torres. Un inning dopo è di nuovo Tejada a spingere a casa…..Torres, ancora, per il definitivo 6-0.

Dicevamo di Wright: col suo infield hit nel terzo inning, David è diventato il giocatore con più valide nella storia dei Mets, superando il leggendario Ed Kranepool a quota 1419. Un grande risultato per coronare un’ottima stagione per il nostro numero 5.

Il futuro

Stasera i Mets sono a caccia della vittoria nella serie. R.A. Dickey, a sua volta, cerca la vittoria numero 20 della stagione. Proverà Correia (11-10) a fermare il nostro knuckleballer preferito.

Categories: Regular Season 2012, Uncategorized Tags:

Pittsburgh Pirates @ New York Mets 10-6

September 26th, 2012 No comments

Continuano le audizioni per il 2013 in casa Mets. Ieri sera era la volta di McHugh che ,a dispetto del suo esordio in MLB, sembra essere entrato in un tunnel senza uscita.

Anche ieri in gara 2 contro i Pirates la sua prestazione non è stata all’altezza. Tralasciando punti subiti, BB concesse e tutto ciò che di negativo può esserci in un’uscita per un pitcher, è sembrato chiaro che il ragazzo fosse davvero spaesato. Ha iniziato male concedendo molto all’attacco di Pittsburgh ma non è stato capace di riprendersi in modo adeguato. Collins è stato costretto a toglierlo dopo appena  1.1 IP nel quale ha concesso 5 valide, 7ER, 3BB e non è riuscito ad ottenere neanche uno SO.

Dopo due inning quindi partita parzialmente compromessa e dico parzialmente per il fatto che almeno 2 volte il nostro attacco era riuscito a rimetterla in piedi. Nel primo inning un 2 run homer di Turner e un soloshot di Wright riducevano ad un punto lo svantaggio dei Mets. I Pirates non mollavano e sfruttavano la giornata no del nostro pitching riportandosi a +5. Ma nel settimo inning, di nuovo trascinati da un Wright in grande spolvero che batte nella serata di ieri la sua 1418° hits in maglia Mets pareggiando il record detenuto da Ed Kranepool, i Mets provano a rifarsi sotto. Valdespin portava a casa Torres e Wright batteva il singolo che permetteva a Valdespin e Tejada di arrivare salvi a casa base. Il divario a questo punto era di sole 2 runs.

Qui però si spegnevano le mazze e l’HR battuto da Jones nel nono contro Rauch distruggeva definitivamente le residue speranze di una rimonta.

Partita dall’alto punteggio che verrà di certo ricordata per il record di Wright più che per il gioco in se stesso. Delude, come già detto,  McHugh anche se Collins gli regala l’attenuante di aver terminato definitivamente la benzina. Per il resto due squadre che non hanno più niente da chiedere alla stagione di fronte a 25.000 coraggiosi.

Questa notte gara 3. Locke vs Hefner, 1.10 ora italiana.

Categories: McHugh, Regular Season 2012, Turner, Wright Tags:

Pittsburgh Pirates 2 New York Mets 6

September 25th, 2012 No comments

Ottima prova dei Mets, che aprono la serie da quattro partite contro i Pirates con una convincente vittoria.

La partita ha segnato la prima vittoria a livello MLB per il talento Jenrry Mejia, dopo una serie di prove non del tutto convincenti. Il nostro prospetto ha lanciato 5 riprese concedendo 4 valide, 2 BB, 4 K e soprattutto nessun punto subito.

Note positive anche da parte dell’attacco, con un Ike Davis veramente incontenibile. Il prima base ha ottenuto i fuoricampo numero 29 e 30 della sua bizzarra stagione, partita con uno slump clamoroso e che solo ora sta dando segnali di ripresa. Intendiamoci, i 30 fuoricampo sono una statistica fuorviante: Ike ha ottenuto solo 1.2 fWAR, una vittoria piena sotto al giocatore titolare MLB.

Il primo fuoricampo di Ike è un 2-run shot nella parte bassa del quarto, mentre il secondo è un 3-run bomb nel quinto inning. In mezzo, sempre nel quinto inning, l’RBI single di David Wright.

Per i Pirates i due punti arrivano nell’ottavo e nel nono, entrambi su due singoli. Il primo ad opera di Garret Jones, il secondo per mano di Jose Tabata. Nonostante questo, il bullpen si dimostra tutto sommato solido e Ram-Ram chiude la partita senza la solita sofferenza alla quale ci hanno abituato di recente lui e i suoi colleghi di reparto.

Il futuro

Stanotte Gara 2, sempre al CitiField. Sul monte sfida tra McHugh (0-2) e Rodriguez (11-13).