Archive

Archive for the ‘Roster 2009’ Category

maine e perez

June 25th, 2009 No comments

Maine e Perez hanno fatto ieri, prima dellapartita contro i Cards, una sessione di bullpen da 40 lanci. E’ andato tutto bene a sentire i due protagonisti, che si sentirebbero già pronti per rientrare. Manuel però allontana i tempi di rientro di qualche giorno dicharando che durante le Subway Series di questo mainew-end non verrà riattivato nessuno dalla DL.

Maine: ” Mi sento bene. Credo basterà una sola partenza di riabilitazione ed andrà tutto a posto.”

Perez: ” Non sento più dolore. Appena potrò andare per 100 lanci sarò pronto“.

A questo punto sorgeranno due problemi:

  1. Chi farà posto a Maine in rotazione?
  2. Perez sarà utilizzato da starter o da rilievo?

Per quel che riguarda la prima domanda, credo che il più probabile, visti i risultati, a far posto al rientro di Maine possa essere Redding. Avrei detto oliver perezNieve ma visto come sta lanciando credo che potrà giocarsi ancora le sue possibilità. Certo Maine non avrà molto bonus da giocarsi vista l’abbondanza di SP che si è venuta a creare.

Per Perez il discorso è un po’ più complesso ed entrano in gioco non solo fattori tecnici ma anche economici. Si pensa di metterlo nel bullpen, bene. Si possono mettere 12 milioni di dollari all’anno nel bullpen senza neanche sapere come reagirà al nuovo ruolo? Sarà Perez in grado di calarsi in un rilievo, considerando anche il fatto che non fa il bullpen da anni? Non rischia di essere più deleterio in questo modo che da starter?

Bene. Mettiamolo in rotazione, allora. Ma anche in questo modo i dubbi rimangono tanti. I soliti di cui abbiamo già parlato innumerevoli volte, sulla tenuta e sul controllo di Oliver. Idem come per Maine, chi esce dalla rotazione? A meno di non utilizzare una rotazione a 6 il nome da togliere non sarebbe facilissimo trovarlo.

Una bella questione per Manuel.

Categories: Perez, Roster 2009 Tags:

operazione riuscita per Delgado

May 19th, 2009 No comments

E’ stato operato nella mattinata americana, a New York, dal professor Struan delgadoColeman, Carlos Delgado. L’operazione è riuscita ed ora il giocatore avrà bisogno di circa 10 settimane per recuperare la piena efficienza fisica.

E’ una perdita importante per i Mets che si ritrovano a due mesi dall’inizio della stagione con un enorme buco in prima base ma soprattutto nel lineup.

Per il momento sta prevalendo la soluzione interna con ad alternarsi sul cuscino di prima Reed, Tatis e tra qualche giorno anche Murphy. Ma tutte e 3 queste soluzioni non convincono totalmente. Minaya getta acqua sul fuoco dicendo che fino al rientro di Carlos non ci saranno ricerche sul mercato anche se un occhio verrà sempre buttato.

Staremo a vedere gli sviluppi della situazione. Certo è che con un prima base non di ruolo e uno SS non di ruolo difficilmente si possono affrontare corazzate come Dodgers e Red Sox senza uscirne con le ossa rotte.

Nel frattempo non mi resta che fare gli auguri a Delgado, da me pesantemente criticato in passato dal punto di vista sportivo, per la buona riuscita dell’operazione e sperare per i Mets che ritorni quello visto negli ultimi mesi.

Categories: Roster 2009 Tags:

AAA o bullpen?

April 27th, 2009 No comments

perezSi continua a parlare di Oliver Perez. Dopo il pessimo inizio di stagione si sta cercando di capire quale potrà essere il suo destino da qui alla fine dell’anno.

4 partenze, 9.31 di ERA, 18 BB, 15 SO, 1.97 di WHIP sono statistiche che preoccupano il pitching staff. Il primo pensiero è stato subito quello di farlgli saltare qualche partenza per poter lavorare con tranquillità su alcuni fondamentali e sulla solidità mentale sul monte. Mi piacerebbe sapere cosa vorrebbero insegnare ad un pitcher di 28 anni che calca i campi delle Majors già da qualche tempo. Credo che ormai il suo modo di lanciare sia questo e o si lavora sulla testa del ragazzo oppure non può essere in una rotazione di una presunta contender.

La seconda soluzione è quella di mandarlo nelle Minors. A tal proposito è anche sorta una piccola querelle sul fatto che i Mets potessero o meno mandare in AAA il giocatore senza il suo consenso. Alla fine si è appurato che la squadra può disporre la “retrocessione” del pitcher anche contro la sua volontà.

Esiste anche una terza ipotesi: Perez nel bullpen, anche se potrebbe andare ad intaccare il buon equilibrio che i rilievi hanno trovato quest’anno. E’ altresì vero che lanciare 1 o 2 inning, magari con meno pressione, potrebbe aiutare Perez a trovare una nuova dimensione che sicuramente va contro quella del partente, in questo momento.

Problemi questi che in molti dopo la firma di Oliver, avevano tirato fuori ancor prima che la stagione incominciasse. Forse solo Minaya credeva che questo fosse il pitcher che mancava ai Mets per rendere più solida la rotazione. Il principale responsabile è lui. Trovi una soluzione adeguata per evitare che Perez ci faccia perdere altre partite che potrebbero, alla fine della stagione, rivelarsi fondamentali.

Gli ha dato 12 milioni di dollari all’anno, ora motivi la sua scelta.

Categories: Roster 2009 Tags:

wily mo pena e pelfrey

April 22nd, 2009 No comments

E’ notizia di poche ora fa la firma con un contratto di Minor League di Wily Mo Pena, outfielder in forza ai Nationals fino al 28 febbraio 2009, data in cui è stato rilasciato. Wily Mo ha subito nel luglio scorso un brutto infortunio dal quale non sembra mai esserne uscito. Ci proverà nel AAA dei Mets per vedere se ci sono ancora possibilità di vederlo competitivo. Pena batte in carriera .253 con 77 homeruns con un’ottima stagione nel 2004 ai Reds conclusasi con 26 homeruns. Per il momento si trova a Port St. Lucie per un extended Spring Training.

pelfreyRaggiungerà Buffalo appena pronto.

Intanto buone notizie arrivano da Pelfrey che ha confermato la sua partenza per sabato contro i Nationals. Decisione questa presa dopo una sessione di lanci prima della partita contro i Cardinals al Bush Stadium.

Mike aveva saltato la sua ultima partenza per un problema di tendinite all’avambraccio destro; ma martedi non ha sentito alcun dolore ed è stato quindi dichiarato pronto.

Categories: Roster 2009 Tags:

sheffield & wagner

April 15th, 2009 No comments

sheffieldE’ giunto il momento dell’esordio dal primo lancio di Gary Sheffield. Questa notte nella seconda gara che i Mets giocheranno contro i Padres, il nuovo acquisto partirà in right field al posto di Ryan Church.

Riparte così la caccia al 500° homerun, anche se a fargli posto è uno dei giocatori più caldi del lineup. E proprio su questo aspetto si è soffermato Gary nelle dichiarazioni pre partita:

” Ryan non deve preoccuparsi della mia presenza ma deve solo pensare a fare meglio dello scorso anno”.

” Mi ha già dato un paio di consigli sui riferimenti da prendere nel nuovo City Field”.

Sheffield al primo at-bat concessogli da Manuel quest’anno ha collezionato subito uno strikeout. Oggi ritornerà ad indossare il guanto, cosa che non gli capitava dal 2006.

 

Nel frattempo  giungono altre notizie sul recupero di Billy Wagner. Ha lanciato la prima bullpen session, molto corta, ma molto significativa come passo avanti verso il recupero.

23 lanci effettuati con il catcher di Minor Juan Centeno il quale ha dichiarato dopo la sessione che Billy ha lanciato solo fastballs e changeups e che il controllo è stato molto buono.

La strada è ancora lunga ma quando la tabella di marcia viene rispettata la fiducia sale.

Categories: Roster 2009 Tags:

shortstop e third base 2009

April 6th, 2009 No comments

wright and reyes

Parliamo oggi di due ruoli ampiamente coperti sia per il 2009 che per gli anni futuri.

All’interbase Josè Reyes inizia la sua terza stagione da titolare. Classe 1983, leadoff della squadra e fenomenale ladro di basi: nel 2007 ben 78 mentre “solo” 56 in un travagliato 2008. 

Molto buona la sua OBP che si assesta sui .358, nel tempo ha anche trovato una discreta potenza con la mazza. Quindi non solo capacità di mettersi in base ma anche produttività.

Difensivamente ottimo, sfrutta la sua velocità per prese al limite dell’impossibile. Per il momento paga amnesie di concentrazione che a volte lo portano a commettere errori talvolta grossolani. 

Nel complesso comunque un ottimo giocatore, giovane e con ancora margini di miglioramento che rappresenta una garanzia per il nostro futuro in uno dei ruoili più critici ed importanti di tutto l’infield.

Terza base anche lei assolutamente coperta dal nostro fenomeno: David Wright.

Giocatore completo in tutto e per tutto. In pochi anni ha scalato le posizioni del lineup andandosi ad assestare sul terzo spot a suon di homeruns ed RBI.

E’ da due anni che, nonostante il crollo delle prestazioni della squadra a settembre, lui è l’unico che si salva e da solo prova a tenere a galla la barca che affonda.

E’ diventato un trascinatore, sia in campo che nello spogliatoio. Una faccia pulita che da fiducia e che gioca bene.

L’escalation della sua potenza rispecchiata nell’aumento annuale degli homerun e degli RBI: nel 2006 26, nel 2007 30, nel 2008 33. RBI: nel 2006 116, nel 2007 107, nel 2008 124!

Wright ha 27 anni e un contratto che lo lega ai NY Mets fino al 2012. Quest’anno guadagnerà 7.5 milioni. Nel 2012, 15 milioni. A tutto ciò va aggiunta la club option per il 2013 a 16 milioni.

Ha giocato un ottimo WBC, sembra pronto per una grande stagione!

Categories: Roster 2009 Tags:

il roster per l’opening day

April 1st, 2009 4 comments

Alla fine Manuel ha preso tutte le sue decisioni e ha risolto gli ultimi dubbi per stilare i nomi dei giocatori che faranno parte del 25 man roster all’Opening Day.

Conferma per Livan Hernandez come quinto della rotazione, anche se verrà inserito nel roster solo a partire dall’11 aprile. Era da giorni che si sapeva che sarebbe stato lui ad iniziare nel quinto spot ma solo ieri è arrivata l’ufficialità.

Nel bullpen le maggiori sorperese: Bobby Parnell e Darren O’Day che entrano a suon di risultati. In particolar modo Parnell ha impressionato Manuel, il quale lo ha definito l’unico dei setup relievers in grado di creare swing-and-miss. Si spera molto nella sua crescita.

Il ballottaggio invece tra Marlon Anderson e Bobby Kielty si risolve, come previsto, a favore del veterano il quale offre più versatitlità nei ruoli in cui sarà chiamato a districarsi.

jeremy reedJeremy Reed sarà il 4° outfielder.

Entra anche Nick Evans ma solo fino a quando non sarà reintegrato Hernandez.

Ecco il dettaglio:

Rotation: Johan Santana, Mike Pelfrey, Oliver Perez, John Maine, Livan Hernandez (dall’11 aprile)

Bullpen: Francisco Rodriguez,J.J.  Putz, Green, Pedro Feliciano,Bobby Parnell, Brian Stokes, Darren O’Day

Catchers: Brian Schneider, Ramon Castro

Infielders: Carlos Delgado, Luis Castillo, David Wright, Jose Reyes, Marlon Anderson, Alex Cora, Nick Evans (fino all’11 aprile)

Outfielders: Carlos Beltran, Ryan Church, Dan Murphy, Jeremy Reed, Fernando Tatis.

Categories: Roster 2009 Tags:

second base 2009

March 30th, 2009 No comments

Il ruolo di seconda base credo sia uno di quelli più scoperti per la stagione 2009.

castillo

Si partirà con Luis Castillo, dopo che lo scorso anno era stato accantonato causa infortuni e basso rendimento. Durante l’offseason ha convinto Minaya a concendergli una nuova opportunità e in qualche modo l’ha ottenuta.

Sta disputando un discreto spring training, partito forte ed ora leggermente calato. Batte .267 con 45 at-bat. Buona la sua OBP .459. Certo è che non è più il Castillo di qualche anno fa. Ha perso velocità sulle basi ma soprattutto fa fatica ad andare oltre al singolo. Mette spesso la valida ma l’inversione di rotta sulle rubate non gli permette di andare oltre.

Castillo aveva disputato una buona prima parte da quando era arrivato ai Mets, seconda parte del 2007. Fatto che lasciava presagire un buon duo con Reyes al primo e secondo spot del lineup. Piano piano però si è spento e ha fatto fatica a ritrovarsi. Quest’anno dovrebbe battere tra il sesto e l’ottavo spot.

Difensivamente può dire ancora la sua e probabilmente questo arà importantissimo per la sua stagione e per quella dei Mets.

Dietro di lui un nuovo acquisto, un jolly dell’infield, Alex Cora.

cora

Arriva da tre anni a Boston in cui ha svolto prevalentemente il ruolo di backup di Lugo e Pedroia. Offensivamente non è un fenomeno anche se nel 2008 ha avuto un buon picco di media batuta portata a .270 con relativa salita della OBP a .371. Tutto questo considerando il fatto che gli at-bat concessi ad Alex sono stati soltanto 152.

Difensivamente sempre positivo, è chiaro che il suo ruolo sarà dietro a Castillio prevalentemente. Certo, se le cose per il titolare non dovessero andare bene potrebbe sempre giocarsi un’importante opportunità.

In questo ST non sta entusiasmando: 20 at-bat, .200 di media battuta e sole 4 valide battute.

Fortunatamente il 31 luglio è ancora lontano.

Categories: Roster 2009 Tags:

first base 2009

March 23rd, 2009 5 comments

Poco da discutere sulla titolarità del ruolo di prima base per la stagione 2009. Per il quarto anno consecutivo sarà Carlos Delgado a posizionarsi sul cuscino in questione. Molti sono i discorsi da fare su questo giocatore. Arrivato nel 2006 ai Mets ha disputato un’annata ottima sotto tutti i punti di vista; certo la difesa è sempre stata un po’ deficitaria ma la mazza compensava adeguateamente questo situazione.: 38 HR per .265 di AVG.

Il 2007 è l’anno della “grande crisi”. Delgado entra in un tunnel di discontinuità che lo porterà ad essere messo più volte in discussione e gli farà chiudere la stagione con 24 HR (lui che tra 2005 e 2008 è sempre stato sopra i 30) e .258 di AVG. Allarmante, per uno come lui, la SLG a .333.

Delgado

Il 2008 si apre come era fintio il 2007, tantochè a giugno si inizia a parlare di possibili trade per sostituirlo. Con l’allontanamento di Randolph e la chiamata di Manuel il rendimento di Carlos cambia radicalmente: se prima dell’All Star Game batteva .248, dopo ha battuto .303, se prima la sua SLG era .455 dopo è salita fino a .606 e se prima era andato strikeout ben 78 volte, dopo soltanto 46.

Questa inversione di rotta ha avuto 3 benefici:

  • I Mets, grazie alle sue “nuove prestazioni” sono rimasti in corsa per entrare nei playoff fino all’ultima partita di regoluar season
  • Delgado ha evitato una trade che ormai sembrava cosa fatta
  • Si è guadagnato il rinnovo per un altro anno a 9 milioni di dollari

Se i numeri piazzati nella seconda metà del 2008 dovessero rivelarsi veritieri, Delgado confermerebbe un’inversione di tendenza che renderebbe il 2007 e parte del 2008 poco più che un episodio. Al campo l’ultima parola.

Dietro Delgado vedo bene Nick Evans. Classe 1986, ha esordito nel 2008 in 

Nick Evans

MLB con 109 at-bat che hanno prododtto una AVG di .257. Ha quasi sempregiocato in outfiled anche se il suo ruolo originario era quello di prima base. Pare che Manuel voglia dare molte più possibilità ai giovani e sarei quindi dell’idea di provare Nick più volte in prima per poter dare maggior riposo a Delgado e per poter dare a lui la possibilità di dimostrare che può stare nel roster.

Molto probabilmente anche Marlon Andersson graviterà dalle parti del cuscino di prima base qualche volta. Giocatore utilizzato prevalentemente come pinch hitter, difensivamente può ricoprire diversi ruoli senza eccellere in nessuno. Utile ma non indispensabile.

Categories: Roster 2009 Tags:

chi fa il quinto?

March 20th, 2009 No comments

Ed eccoci a parlare dell’ultimo posto disponibile della rotazione del 2009.

Qualche post più in basso avevamo elencato i candidati: Tim Redding,  Freddie Garcia, Livan Hernandez e Jhonaton Niese.

I primi tre sono arrivati durante questa off season per garantire profondità ed esperienza alla rotation, mentre Niese è un giovane di belle speranze che però deve ancora sbocciare.

Garcia Purtroppo per loro Garcia e Redding si sono  autoeliminati, per il momento, dalla corsa perchè il  primo ha offerto prestazioni nettamente al di sotto  di un livello decente per poter competere per uno  spot in rotazione, il secondo si è infortunato dopo aver disputato poche partite ma decisamente negative.

 Di Garcia la situazione è particolarmente grave, anche se Manuel tende a ridimensionarla. E’ stato uno dei peggiori di questo spring training. Non è mai riuscito a trovare il “braccio” ed ha sempre arrancato.

E dire che probabilmente era prorpio su di lui che erano riposte le speranze maggiori. La sua ERA? 16.71! Costantemente fuori controllo, ha lanciato solo 7 IP senza mai dimostrare di meritare quel posto.

Sarà necessario capire quale potrà essere il suo destino e in questo momento non sembra essere neanche il bullpen, come si era parlato per esempio per Redding (long reliver).

Alla fine le due opzioni migliori rimanevano Hernandez e Niese.Hernandez

L’ha spuntata Hernandez, un po’ per il buon rendimento mostrato nei 14.2 IP lanciati fino a questo momento e un po’ per l’esperienza e capacità dimostrata con la mazza. L’ERA a 3.07 lo pone presumibilmente al riparo da qualsiasi sorpresa. Livan dovrà comunque lavorare sulla velocità poichè è qui che pecca ed è su questo che diventerebbe prevedibile.

Nel frattempo,  notizia di poche ore fa, è giunta la decisione di rispedire Niese e il suo 6.75 di ERA nelle Minors per affinare e rendere più competitiva la sua curva. 

A questo punto la rotazione per l’opening day si delinea in questo modo: Johan Santana, John Maine, Mike Pelfrey, Oliver Perez e Livan Hernandez.

Categories: Roster 2009 Tags: