Archive

Archive for the ‘ST 2011’ Category

New York Mets 1 Washington Nationals 2

April 11th, 2011 1 comment

I Mets perdono la seconda serie stagionale, contro i Washington Nationals. La perdono molto male, sprecando a più riprese occasioni d’oro per vincere le varie partite. Come avevamo scritto in occasione della serie contro i Phillies, questa era una serie da vincere. L’avversario ampiamente alla portata (ma ovviamente da non sottovalutare mai), il fatto di giocare in casa e, come visto a sprazzi a Philadelphia e a Miami, una squadra in buona forma facevano sperare per il meglio. Non è andata così

 

Gara 1

 

Gara 1 della serie aveva anche il diritto di fregiarsi come home opener 2011. R.A. Dickey purtroppo non ha brillato, avendo dovuto battagliare con un problema ad un’unghia. Più in generale l’intera partita è stato un lungo deja-vu della passata stagione. Tantissimi walk, valide concesse al pitcher avversario (una di questa ha portato 2 RBI ai Nationals), inabilità a portare a casa i corridori in posizione punto (0 su 10 a fine partita). Inoltre, una stramba decisione di Terry Collins ha impedito ai Mets di pareggiare nel settimo. Sotto di uno e con zero out. Thole ed Emaus avevano preso due basi ball in apertura di inning. Anziché far battere Murphy, Collins ha inserito Hu per fargli eseguire un bunt, che ha si portato due corridori in posizione punto, ma ha pure concesso (leggasi: regalato) un out ad un pitcher in difficoltà. E poi, non si poteva far buntare direttamente Murphy? Così facendo Collins ha privato il lineup di una mazza comunque superiore a quella del Taiwanese, e effettivamente diminuito le chance dei Mets di fare punto. Nelle prime partite dell’anno Collins ha mostrato una propensione al bunt preoccupante. Ivan Rodriguez ha poi chiuso la partita nell’ottavo inning. Il box score:

 

1 2 3 4 5 6 7 8 9 R H E
WSH 0 2 0 0 1 0 0 3 0 6 9 0
NYM 0 0 0 1 1 0 0 0 0 2 7 1

W: J. Zimmermann (1-1)

L: R.A. Dickey (1-1)

Gara 2

 

Gara 2 ha visto Chris Capuano salire sul monte per la prima volta da partente con la casacca dei Mets. Nonostante i 4 run concessi, la sua è stata una buonissima prestazione. Ha praticamente sbagliato solo i due lanci che hanno concesso i fuoricampi. Per il resto è stato davvero ottimo, lanciando strike su strike e mettendo in difficoltà gli hitter di Washington. Per quanto riguarda l’attacco, superlativa prova di Carlos Beltran, autore di 2 fuoricampo, e di Ike Davis, che ha ribaltato la partita nel sesto grazie ad un triplo che ha portato a casa Wright e Beltran (in base grazie ad un clamoroso errore di Jerry Hairston Jr). Ci hanno pensato poi Murphy e Reyes a battere a casa i punti della sicurezza. Notizie positive anche da K-Rod, Francisco Rodriguez, autore della prima save stagionale e impegnato, nella parte bassa dell’ottavo, nel primo at-bat della sua carriera, nel quale è andato K in 5 lanci. Il box score:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 R H E
WSH 0 3 0 0 1 0 0 0 0 4 8 1
NYM 2 0 0 1 0 3 0 2 8 8 0

W: C. Capuano (1-0)

L: T. Gorzelanny (0-1)

S: K. Rodriguez (1)

Gara 3

 

La “bella”, andata in scena ieri sera alle 19, ha visto all’opera un grande Chris Young, autore di una prova da incorniciare purtroppo sprecata dal bullpen. L’ex All-Star ha infatti lanciato 7 inning, concedendo 1 valida, 1 punto subito, 2 basi su ball e 5 strikeout. Purtroppo però il bullpen, come detto, non è riuscito a tenerla. A tal proposito, subito dopo la partita, Blaine Boyer è stato DFA, e Lucas Duda è stato spedito a Buffalo. Al loro posto Sandy Alderson ha deciso di rinforzare il bullpen promuovendo Ryota Igarashi e la sorpresa dello Spring Training, Jason Isringhausen. Probabilmente poi Igarashi verrà rispedito a Buffalo subito dopo il rientro di Jason Bay. E pensare che i Mets erano riusciti a segnare subito nel primo inning grazie a Reyes e Wright. Poi però i pitcher sono saliti in cattedra, concedendo poco o nulla. La differenza è stata fatta proprio dai due bullpen. Da dimenticare quello dei Mets, ottimo quello dei Nationals, guidato da Tyler Clippard, ormai bestia nera degli Amazins. Per lui, due inning perfetti conditi da 3 strikeout. Il box score:

 

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 R H E
WSH 0 1 0 0 0 0 0 2 0 0 4 7 7 0
NYM 2 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 3 8

W: D. Storen (1-1)

L: B. Boyer (0-2)

Il futuro

 

I Mets restano a casa, e sono pronti ad ospitare per 4 sfide i Colorado Rockies (6-2). Serie estremamente difficile. Si parte stasera con Big Pelf, seguito da Niese, Dickey e Capuano.

si comincia!

April 1st, 2011 No comments

Ed eccoci arrivati finalmente al giorno del Opening Day. E’ successo di tutto dall’ultimo giorno di RS. Non c’è più Minaya ed è stato rivoluzionato l’assetto dirigenziale. Fondamentale per poter aprire gli occhi sul futuro.

Dopo uno ST che ha dovuto dare risposte precise più che conferme da oggi ci buttiamo in una stagione che secondo molti esperti potrebbe essere solo di transizione. Iniziamo sotto la guida di Sandy Alderson e Terry Collins, senza più Castillo e Perez, segnale forte questo di totale distacco dalla gestione precedente.

Resi ufficiali i 25 che comporranno il roster, con la sola eccezione di Jason Bay entrato in DL proprio l’ultimo giorno di ST. Non ci sono grosse sorprese. Emaus, come avevamo già preannunciato su questo blog, vince il sacchetto di seconda base, e si candida ad essere la prima sorpresa della gestione Alderson.

Sarà la prima volta dopo 3 anni consecutivi che lo starter della gara d’esordio non sarà Johan Santana. Il nostro ace proprio ieri è stato messo in DL. Difficile rivederlo prima di luglio. Farà effetto non vederlo sul monte questa sera. Confidiamo nel fatto che Big Pelf possa essere all’altezza della situazione confermando le buone sensazioni che ha detto di sentire.

Nel frattempo è stato ufficializzato il lineup:

 

Spicca il nome di Harris che va a prendere il posto di Bay in LF. Molto probabile l’utilizzo di Duda tra sabato e domenica.

Una curiosità per capire il lavoro svolto fino a questo momento dalla nuova dirigenza. Proviamo ad analizzare i lineup dell’opening day 2010 con quello di quest’anno:

Soltanto David Wright, Jason Bay e Johan Santana sarebbero stati “confermati”. Mi piace sottolineare come al posto di Barajas e Castillo oggi troveremo Thole ed Emaus. Finalmente Pagan si prende la soddisfazione di essere nel lineup titolare. Lo scorsa anno gli venne preferito GMJ ed è inutile spendere parole su questa scelta. Tornano anche Reyes e Beltran.

Ora non ci resta che aspettare l’una italiana. Questa notte inizieremo, per l’ennesimo anno, a soffrire e tifare per i nostri amati Mets. La Division non è delle più agevoli e molto probabilmente la squadra non è ancora attrezzata per poter puntare a vincerla. Confidiamo che questo anno di transizione possa non essere avido di soddisfazioni.

E se poi Phillies e Braves non dovessero proprio viaggiare a mille…

Buon campionato a tutti i fratelli malati di Mets!

Categories: ST 2011 Tags:

Il 2011 dei Mets: parole in libertà sulla stagione alle porte

March 28th, 2011 2 comments

Con gli ultimi tagli e le conferme decise da Sandy Alderson e dal suo staff, il roster per l’Opening Day è ormai stabilito, salvo alcuni piccoli nodi da sciogliere nel bullpen. E’ indubbio: la ventata d’aria fresca portata dal nuovo front office fa ben sperare per il futuro, ma occorre rimanere coi piedi per terra: quest’anno ci sarà da soffrire. Abbiamo già visto, nelle scorse settimane, il roster in dettaglio. Quello che penso sia importante sottolineare è la presenza di numerosi giocatori con un contratto annuale in squadra. Come se Sandy Alderson, sia perché il mercato non offriva molto, sia per colpa degli sperperi dell’era Minaya, abbia voluto fare di questo 2011 un anno di transizione in piena regola. Tutto sommato sono d’accordo con la scelta di Sandy & Co. Inutile andare all’assalto del titolo quest’anno, magari ingolfando ulteriormente il payroll per gli anni futuri, quando ci sono due squadre, se non tre, chiaramente superiori ai Mets. Certo, una Wild Card potrebbe anche scapparci, ma realisticamente è troppo lontana dalle nostre possibilità.

In ogni caso, ci sono diverse motivazioni che rendono questo 2011 un anno comunque interessante. Innanzitutto, questa sarà la prima stagione del nuovo corso, perciò sarà possibile vedere i passi avanti (si spera!) fatta dalla squadra. Ike Davis sarà chiamato ad evitare il ciassico “Sophomore Slump”. Mike Pelfrey, R.A. Dickey e Jon Niese dovranno confermare i miglioramenti mostrati nella scorsa stagione. Senza dimenticare i giovani del nostro farm system e soprattutto il Draft, che potrebbe dare una svolta decisiva al nostro futuro.

Buon baseball a tutti!

Turner al campo di Minor

March 23rd, 2011 No comments

E’ notizia di pochi minuti fa che Justin Turner è stato opzionato per prendere parte al campo di Minor e con ogni probabilità inizierà la sua stagione a Buffalo. La notizia è importante in quanto sembra dare una decisiva spinta alle possibilità di Emaus di conquistare il posto di titolare in seconda base perlomeno per l’inizio di stagione. Rimangono solo più Murphy e Luis Hernandez a contedergli quel sacchetto, ma leggendo tra le parole di Collins dei giorni scorsi le possibilità del primo sono pressoché nulle mentre il secondo ha ancora tanto da dimostrare.

Categories: ST 2011, Uncategorized Tags:

tagliato anche Perez

March 22nd, 2011 1 comment

E termina finalmente ieri l’era di Oliver Perez con la maglia dei Mets.

La notizia è arrivata in tarda mattinata qui in Italia ed è stata accolta, come al di là dell’Oceano, con una certa soddisfazione anche dai tifosi dei Mets presenti qui in Europa. C’è poco da dire. Dopo Castillo, ormai accasato ai Phillies, era il turno di questo giovane messicano che poca fortuna ha avuto con la casacca gialloblu. Perez purtroppo paga diverse cose. Intanto la sua clamorosa regressione nello sviluppo di lanci e autonomia sul monte. Arrivato nella trade che portava Xavier Nady ai Pirates, Oliver si era presentato abbastanza bene reduce da una stagione decisamente positiva e che faceva vedere in lui prospettive discrete.

Nello stesso 2006, durante i playoff a causa della moria di pitchers, si era trovato a lanciare gara 3 contro i Cardinals, facendo un’ottima figura e continuando a far credere in lui. Ma l’involuzione era dietro l’angolo. Errori di sviluppo lo hanno portato a perdere gran parte del controllo dei suoi lanci. La sua slider, fiore all’occhiello del suo repertorio, è diventata sempre meno efficace e incisiva. Sono aumentate a dismisura le BB ed è aumentata anche la grande difficoltà di Perez di ottenere outs.

Parallelamente ai problemi sul diamante Perez si trova forse in un vortice più grande di lui. Nel 2009 Minaya gli offre un contratto “stellare” se paragonato alle prestazioni fino a quel momento fornite: 3 anni per 36 milioni di dollari.

Non ci sono commenti se non lo stupore. Minaya sostiene di credere nel ragazzo ma sono pochi quelli che lo seguono e lo sostengono. Le prestazioni di Perez continuano ad essere devastanti. Il controllo è definitivamente perso e la pazienza dei tifosi è terminata. Ollie ci mette del suo e rifiuta di andare a lanciare in AAA, forte del suo contratto.

Quest’anno si presenta allo ST sbandierando la voglia di entrare in rotazione. Le prestazioni continuano a smentirlo. Il suo atteggiamento, spesso al limite della strafottenza, indispettisce sia compagni che tifosi.  Collins gli riserva un’ultima possibilità, quella del bullpen. Lui si chiede perché. Ieri ha trovato la risposta.

Buona fortuna Ollie…

Categories: Perez, ST 2011 Tags:

vittoria contro i Marlins, sconfitta contro i Nats

March 11th, 2011 No comments

Altre due partite importanti nella giornata di ieri che danno indicazioni utili a Terry Collins in vista delle prime scelte da fare verso il roster definitivo dell’Opening Day.

La vittoria contro i Marlins mette in mostra un Dillon Gee, a nostro parere, decisamente in corsa per il quinto spot di rotazione. 3IP in sicurezza che portano in dote solo 3 H e 2 SO. Dillon sembra crederci e si sta giocando le sue carte fino in fondo. Da segnalare sul monte ancora un ottimo inning lanciato da Beato che in questo ST non ha ancora steccato.

Nel lineup si distingue il giovane Jordany Valdespin, classe 1987, passato nel corso della stagione 2010 dal A+ al AA. Seconda base di ruolo, entra per prendere il posto di Emaus e batte un 3 run homer che lo consegna alla cronaca di questa partita.  Collins ha dichiarato che lo terrà in considerazione, non di certo per il posto vacante in 2B per il quale stanno già lottando in 3 ma il futuro su quel sacchetto oggi sembra un po’ più roseo.

 

 

Persa invece 6-5 la partita contro i Nats. Pelfrey si trova nuovamente in difficoltà nella sua partenza: 3H, 4ER e 2BB. Mike non sembra ancora a suo agio con alcuni suoi lanci. Probabilmente sta provando qualcosa ma lui è il nostro Opening Day starter e deve accelerare un po’ lo sviluppo per presentarsi in condizioni accettabili il primo giorno di RS. Ancora molto bene Duda che probabilmente ha capito di potersi giocare le sue possibilità, visto l’infortunio di Beltran, e sta spingendo sull’acceleratore. Ancora una volta non pervenuto Castillo. Wright batte la sua prima valida di questo ST 2011.

Categories: Beltran, Castillo, Duda, Pelfrey, ST 2011, Wright Tags:

Bene Bay, Izzy

March 8th, 2011 No comments

Sconfitta contro i Tigers e attacco che si prende una giornata di pausa. Tolto un doppio di Bay il resto è poca cosa. Anche il punto segnato è frutto di un wild pitch che Thole sfrutta correndo a casa. Partita da ritenere importante per la conferma della buona condizione di Isringhausen che piano piano scala la classifica personale di Collins e si avvicina ad un posto nei 25 che inizieranno la stagione. Ieri per lui un altro ottimo inning lanciato con uno SO. Non benissimo Dickey che ha aumentato il conto dei lancio arrivando fino al quarto inning.

Un piccolo campanello d’allarme riguarda Beltran. Oggi ha chiesto un day-off anche se deciderà all’ultimo istante se giocare da DH.

Categories: Bay, Dickey, ST 2011, Thole Tags:

Turner, un passo avanti

March 6th, 2011 No comments

Alla fine arriva una sconfitta contro i Braves ma con alcune note positive. Intanto la continuità di Fernando Martinez che continua a trovare bene la palla e anche ieri batte un doppio che porta a casa 2 punti. Molto probabilmente Fernando non farà parte dei 25 iniziali ma di sicuro sta dando ottimi segnali che danno fiducia a lui e a tutto lo staff.

Con la partita di ieri Turner ha dato forti segnali di risveglio andando 2-2 con 1 RBI. Considerando che la lotta per un posto in seconda base è molto serrata ogni singolo miglioramento potrebbe fare variare la classifica di gradimento che ha in mente Collins.

Infine due parole su Bif Pelf. Non è andato benissimo. Ha concesso 4 H e 2 R in 3 IP. Collins è molto soddisfatto di come Mike abbia lanciato e variato i suoi lanci. Bene il fatto che non abbia concesso BB.

Categories: Martinez, Pelfrey, ST 2011 Tags:

March 5th, 2011 No comments

Questa sera contro i Braves Collins schiera questo lineup. Attenzione perché, secondo le indiscrezioni, si potrebbe avvicinare parecchio a quello che potrebbe scendere in campo all’Opning Day. Mancano ovviamente Pagan e Bay ma non escluderei neanche Martinez in quanto sta facendo uno ST decisamente sopra le righe.

Categories: Bay, Martinez, Pagan, ST 2011 Tags:

seconda base e perez

March 5th, 2011 No comments

Sono ormai due settimane che i nostri ragazzi hanno iniziato lo Spring Training. Sono ormai arrivati tutti a PSL. Manca solo Paulino che ha dei problemi nel ricevere il visto ma la situazione si dovrebbe sbloccare nei prossimi giorni. Per il momento non ci sono grandi novità per quel che riguarda i dubbi che questa fase della stagione dovrà andare a sciogliere. In seconda base è confermato il dualismo tra Emaus (forse il favorito per il ruolo di every day) e Murphy. C’è anche Castillo che continua a sostenere una sua candidatura per quel ruolo ma che pare, anche se non ufficialmente, fuori dai giochi. Collins mantiene una posizione molto diplomatica in questo senso. Castillo si sta giocando le sue possibilità al pari dei compagni ma è chiaro che sia un passo indietro rispetto agli altri.

Subisce una strana evoluzione la situazione di Perez. In odore fortissimo di taglio, gli vengono concessi altri 2 IP dopo quelli che aveva disastrosamente lanciato qualche giorno prima. Ebbene, in questa circostanza, offre una più che discreta prestazione che convince sia Collins che Alderson a rivedere i loro piani e programmare una nuova partenza. E’ chiaro, come anche ripetuto da Terry, che Perez non farà di certo parte della rotazione ma a noi sembra perfino troppo considerarlo per entrare nei 25 che inizieranno la stagione. E’ chiaro che il contratto che si porta sulle spalle non rende agevole nessun tipo di decisione possa essere presa nei suoi confronti. Ma in questo momento è il bene della squadra la cosa più importante. Perez ha già avuto molte occasioni per dimostrare di essere un pitcher degno di questo nome e le ha fallite tutte. Anche il suo atteggiamento strafottente e altezzoso non lo ha aiutato soprattutto agli occhi dei compagni.

Sono dell’idea che Perez abbia terminato la sua avventura con i Mets. Deve essere tagliato, anche se questo vuole dire “buttare” via 12 milioni. Sarebbe un segnale inequivocabile che i tempi sono cambiati.

Categories: Perez, ST 2011 Tags: