Archive

Archive for the ‘Turner’ Category

New York Mets @ Cleveland Indians 4-9

September 8th, 2013 No comments
Turner scivola a casa per il primo punto Mets

Turner scivola a casa per il primo punto Mets

Arriva la seconda sconfitta consecutiva al Progressive Field. Questa volta è Niese a compromettere fin da subito la gara anche se questa volta gli Indians hanno provato a farci rientrare in partita.

Un primo inning da brivido per il nostro pitcher che concede ben 5 punti agli avversari prima di trovare il secondo e terzo out su una palla che viaggia veloce nel guanto di Duda per un doppio gioco fortunoso.

Niese si riprende e continua la sua partita lanciando bene. Ed è questa la nota positiva. Mentalmente non è crollato ed è arrivato fino al sesto inning senza più concedere punti. Ma non è bastato.

Il lineup con le sue 9 valide ha provato a rientrare in partita in particolare grazie a Turner che sfrutta un singolo di den Dekker per siglare il primo punto per i Mets e nel sesto inning va a segnare il punto del 6-4 dopo aver battuto un bel doppio.

Mets in partita ma il bullpen è di nuovo letale. Atchinson rileva Niese, mette in base Kipnis e Gomes e poi concede l’Hr che fissa il punteggio sul 9 a 4 a Cabrera.

Questa sera Matsuzaka per cercare di evitare lo sweep.

 

Categories: Niese, Regular Season 2013, Turner Tags:

New York Mets @ Cleveland Indians 1-8

September 7th, 2013 No comments
Flores in azione in seconda base

Flores in azione in seconda base

I Cleaveland Indians mettono a dura prova il nostro giovane talento Zack Wheeler che si presentava sul monto dopo una serie di quality start non indifferenti.

Evidentemente quella di ieri non era una giornata fortunata e positiva ed infatti Zack va subito in difficoltà nel primo inning riempiendo le basi con zero out. Una situazione difficile dalla quale esce con grande capacità concedendo soltanto un punto agli avversari su una sacfly di Santana. 

Il controllo non è quello solito e anche nel secondo inning è costretto a subire un punto. Con una attacco incapace di produrre contro un Kazmir che sfodera tutta la sua classe ottenendo anche 12 SO, Wheeler non riesce a contenere come servirebbe le mazze della Tribù e nel quinto inning subisce anche il terzo punto.

Dopo 95 lanci e 5 ip lascia la palla in mano al bullpen ma la musica non cambia. 5 punti ancora per gli Indians intervallati dall’HR di Turner che mette a referto l’unico punti per i Mets della serata.

Alla fine saranno 7 le valide battute dal nostro attacco con il solo Lagares con 2. Sombrero per Brown che chiude una serata davvero da dimenticare con 4 K.

Categories: Regular Season 2013, Turner, Wheeler Tags:

Pittsburgh Pirates @ New York Mets 10-6

September 26th, 2012 No comments

Continuano le audizioni per il 2013 in casa Mets. Ieri sera era la volta di McHugh che ,a dispetto del suo esordio in MLB, sembra essere entrato in un tunnel senza uscita.

Anche ieri in gara 2 contro i Pirates la sua prestazione non è stata all’altezza. Tralasciando punti subiti, BB concesse e tutto ciò che di negativo può esserci in un’uscita per un pitcher, è sembrato chiaro che il ragazzo fosse davvero spaesato. Ha iniziato male concedendo molto all’attacco di Pittsburgh ma non è stato capace di riprendersi in modo adeguato. Collins è stato costretto a toglierlo dopo appena  1.1 IP nel quale ha concesso 5 valide, 7ER, 3BB e non è riuscito ad ottenere neanche uno SO.

Dopo due inning quindi partita parzialmente compromessa e dico parzialmente per il fatto che almeno 2 volte il nostro attacco era riuscito a rimetterla in piedi. Nel primo inning un 2 run homer di Turner e un soloshot di Wright riducevano ad un punto lo svantaggio dei Mets. I Pirates non mollavano e sfruttavano la giornata no del nostro pitching riportandosi a +5. Ma nel settimo inning, di nuovo trascinati da un Wright in grande spolvero che batte nella serata di ieri la sua 1418° hits in maglia Mets pareggiando il record detenuto da Ed Kranepool, i Mets provano a rifarsi sotto. Valdespin portava a casa Torres e Wright batteva il singolo che permetteva a Valdespin e Tejada di arrivare salvi a casa base. Il divario a questo punto era di sole 2 runs.

Qui però si spegnevano le mazze e l’HR battuto da Jones nel nono contro Rauch distruggeva definitivamente le residue speranze di una rimonta.

Partita dall’alto punteggio che verrà di certo ricordata per il record di Wright più che per il gioco in se stesso. Delude, come già detto,  McHugh anche se Collins gli regala l’attenuante di aver terminato definitivamente la benzina. Per il resto due squadre che non hanno più niente da chiedere alla stagione di fronte a 25.000 coraggiosi.

Questa notte gara 3. Locke vs Hefner, 1.10 ora italiana.

Categories: McHugh, Regular Season 2012, Turner, Wright Tags:

New York Mets @ Miami Marlins 5-1

September 3rd, 2012 No comments

I Mets completano lo sweep ai danni dei Miami Marlins e conquistano la settima vittoria delle ultime otto partite.

Gara che si decide praticamente nel primo inning quando un Buehrle che non entra subito in partita subisce una pioggia di valide e punti. Inizia Cedeno che entra in gioco con un doppio. Turner un po’ fortunosamente ne batte un altro subito dopo. Wright al piatto con corridori in seconda e terza. David batte una rimbalzante su Reyes che lo elimina in prima ma permette a Cedeno di far entrare il punto del vantaggio Mets. L’inning sembra tornare nelle mani del pitcher di Miami che fa il secondo out su Hairston. Ma con Davis al piatto la situazione sfugge nuovamente dalle sue mani. Walk per Ike e poi Shoppach colpito riempiono le basi. Jason Bay va al piatto portandosi dietro tutta la frustrazione di una stagione da dimenticare. Ma oggi è la sua giornata e colpisce quella pallina con tutta la forza che ha. E la colpisce bene. GRAND SLAM per lui e Mets avanti 5-0.

E’ chiaro che non basta questo HR a riabilitare una stagione pessima di Bay ma non possiamo nascondere di aver provato un minimo di contentezza per un giocatore davvero in crisi e che probabilmente non sa bene neanche lui come uscirne.

Il resto è un buon Young che tiene bene contro un lineup decisamente sgonfiato come quello dei Marlins anche se utilizza tutti i suoi 94 lanci in soli 5 IP. Buehrle invece dimentica il pessimo primo inning e alla fine la sua linea dirà che per 7 IP ha concesso ai Mets soltanto sei valide e li ha messi K 3 volte.

Ancora una volta ci troviamo ad elogiare un bullpen perfetto che per 4 inning ha tenuto salda la W di Young. Su tutti spicca Rauch che in queste ultime apparizione sta dando prova di solidità e controllo.

Pratica Marlins archiviata. Si volta pagina e si va in quel di St. Louis per una serie da tre contro i campioni in carica. Iniziano McHugh vs Kelly, ore 20.15 italiane.

Categories: Bay, Cedeno, Davis, Regular Season 2012, Turner, Wright Tags:

I Mets tornano a vincere una serie: 2-1 agli Astros

August 28th, 2012 No comments

Series win per i Mets, che in una serie da tre partite nel segno dei punteggi bassi riescono ad avere la meglio dei derelitti Astros per 2-1 in quel di Flushing Meadows, NY.

Gara 1 sarà ricordata soprattutto per il fuoricampo di David Wright nel quarto inning. Non solo è stato l’unico punto dei Mets in tutta la partita, ma è stato anche il 200esimo fuoricampo di David in carriera e, ovviamente, con la casacca dei Mets. Diventa così il terzo giocatore di sempre a raggiungere quota 200 nel Queens, andando a fare compagnia a Darryl Strawberry (252) e Mike Piazza (220), ma di questo ha già abbondantemente parlato Andrea nel suo articolo. Parlando della partita, gli Astros hanno messo a referto due punti nel secondo: il primo su un doppio di Barnes (Snyder a segno), il secondo su un altra battuta da due basi, questa volta ad opera del pitcher Lyles (a segno proprio Barnes). Dopo la parentesi del fuoricampo di Wright, come detto, Niese ha tenuto bene fino al settimo, quando ha concesso un fuoricampo a Tyler Green per il definitivo 3-1 che ha chiuso la partita.

Gara 2 ha visto il ritorno alla vittoria dei Mets e di R.A. Dickey, arrivato a quota 16 in stagione. E’ stato proprio lui ad aprire le danze, con un infield hit che ha portato a casa Cedeno nel quarto inning. Nel sesto i Mets hanno poi allungato con l’improbabile solo shot di Justin Turner (al primo fuoricampo stagionale) prima di assistere al tentativo di comeback degli Astros, fortunatamente limitato ad un singolo punto entrato su lancio pazzo di Dickey nel settimo. Un inning dopo ci ha pensato Jason Bay (no, non è un refuso) a chiudere la sfida con un RBI single che ha mandato a casa Hairston dopo una simpatica striscia di 0 su 14 al piatto per il nostro eroe canadese. La salvezza è andata a Frank Francisco.

La partita più emozionante del fine settimana è pero stata, senza dubbio, Gara 3. Jeremy Hefner lancia benissimo, ma l’unico punto in suo supporto arriva nel quarto inning, con un solo shot di Ike Davis. Un out dopo l’altro, il nostro eroe arriva alla parte alta del nono con la chance di un complete game shutout. L’inning inizia però male, con una valida interna del pinch hitter Altuve, il quale in seguito ruba la seconda. Il battitore seguente, Marwin Gonzalez, batte una flyball verso Lucas Duda. Il nostro però la gioca malissimo e gli Astros pareggiano. Addio shutout e partita ad un passo dal disastro. Per fortuna lo stesso Duda si riscatta una manciata di battitori dopo, eliminando al piatto proprio Marwin Gonzalez, che viene espulso per proteste. E’ una giocata fondamentale, perché nell’inning seguente, dopo l’out di David Wright, Ike spara il secondo fuoricampo della sua giornata, regalando la vittoria ai Mets con un memorabile walkoff.

Il futuro

Questa appena terminata sarà l’ultima serie contro gli Astros per un bel po’ di tempo. Infatti la squadra texana è in partenza per l’American League West nel 2013, quindi le chance di incontrarla in una serie saranno ben poche. Per quanto riguarda il futuro immediato, invece, i nostri sono attesi da stanotte in quel di Philadelphia per una serie da tre contro i locali. Chris Young (3-7) vs Vance Worley (6-9) il matchup inaugurale.

New York Mets 1 San Diego Padres 3

August 4th, 2012 No comments

I Mets sprecano una grande occasione e perdono la prima partita della serie contro i Padres, dopo aver dominato per lunghi tratti della sfida. Purtroppo, un superiore numero di valide e una buonissima partenza di R.A. Dickey non hanno impedito ai Padres di portare a casa la vittoria.

Iniziamo col dire che le due squadre sono scese in campo con le divise del 1989. Veramente una bella iniziativa, coi Mets che hanno indossato una divisa che sapeva tantissimo di 1986, e quindi di World Series. Uno spettacolo. Tra l’altro i Mets hanno deciso di mantenere, anche su questa divisa, la toppa in memoria di Gary Carter, che proprio nel 1989 ha chiuso la sua avventura con la maglia dei Mets.

Nel quarto inning Mets si portano in vantaggio con una curiosa giocata: con due out e uomini agli angoli, Cedeno batte un infield single. Il tiro di Cabrera in seconda è sbagliato e Wright segna, mentre Hairston, partito dalla prima, tenta la giocata a sorpresa e prova ad arrivare in terza. Purtroppo, però. viene eliminato con relativa facilità. Quindi 1-0, ma inning terminato.

Dickey, nel frattempo, lancia benissimo, arrivando a concedere la prima valida solamente nella bassa del quinto. Un inning dopo i Padres pareggiano mettendo in mostra il famigerato “small ball”. Cabrera arriva in prima su una base su ball, avanza in seconda grazie ad un bunt di sacrificio, ruba la terza e arriva a casa su una sac fly: 1-1 senza nemmeno battere una valida.

La frittata, che costa ai Mets la partita, avviene nella parte bassa del settimo. Con Quentin in prima e un out, Alonso batte una linea in esterno centro che Hairston gioca così così. Quentin corre verso casa base, ma viene battuto nettamente dal tiro. Cerca allora la collisione con Thole, e il nostro purtroppo non riesce a trattenere la pallina. 2 a 1 e Alonso arriva fino in terza, per poi segnare su un singolo di Jeff Baker.

I Mets hanno subito l’occasione per pareggiare nella parte alta dell’inning seguente, ma, con uomini in prima e seconda e nessun out, Torres e Wright vanno K, mentre Valdespin batte una grounder innocua e viene eliminato in prima. Niente da fare nel finale contro Huston Street che si prende la salvezza.

Un’altra brutta sconfitta, specialmente per il fatto di aver sprecato una buona partenza di Dickey e un attacco, almeno in apertura, in buona forma.

Il futuro

Stanotte Gara 2 alle 2.30 italiane. Sfida sul monte fra Hefner (1-4) e Volquez (7-7)

New York Mets 1 San Francisco Giants 4

August 1st, 2012 No comments

Periodo di grande incostanza per i Mets, che dopo la vittoria di Gara 1 perdono la seconda sfida contro i Giants disputatasi al bellissimo AT&T Park.

Sul monte sfida fra Tim Lincecum ed il giovane Matt Harvey, alla seconda partenza in carriera in MLB.

Nella parte alta del secondo i Mets si portano in vantaggio: Hairston va in base con un singoletto e Turner lo porta a casa con un doppio profondo: 1-0.

Non si fa attendere la risposta dei Giants. Posey apre la parte bassa del medesimo inning con un singolo. Segue un doppio di Scutaro (Posey in terza) e un walk per Belt. Con la basi cariche e nessun out, Harvey ottiene una grounder che lo stesso pitcher lancia a casa base per l’out forzato. Sempre con le basi cariche e 1 out, Matt ottiene una nuova grounder che potrebbe chiudere l’inning. Out in seconda comodo ma Tejada sbaglia il tiro in prima. La pallina vola verso gli spalti e due Giants riescono a segnare, portando il punteggio sul 2-1.

Nella bassa del sesto i Giants aumentano il distacco grazie ad un punto segnato su double play battuto dal nuovo acquisto Scutaro.

La chiave di volta della partita sta tutta nell’inning seguente, nella parte alta del settimo. Dopo lo strikeout di Ike, Hairston arriva in base con un singoletto. In seguito, walk per Baxter e infield hit di Turner che danno ai Mets basi cariche e 1 out. Purtroppo sia Thole (lineout dritto verso il 2B) che David Wright (K) non riescono a sfruttare questa grandissima occasione. Per i Mets non ci saranno più altre chance (anzi, i Giants arrotondando il punteggio nel finale con un RBI di Scutaro) e arriva quindi la sconfitta per 4-1.

Altra sconfitta, quindi. Harvey veramente incolpevole dato che si sarebbe salvato dalla situazione a basi cariche senza i soliti disastri difensivi. Attacco ancora poco convincente.

Stanotte si riparte con Gara 3, con la sfida fra Niese e Cain.

Los Angeles Dodgers @ New York Mets 7-6

July 21st, 2012 No comments

Arriva un’altra sconfitta e arriva un’altra brutta partenza di Santana. Quella che era stata un’arma in più fino alla metà di giugno si sta rivelando un ulteriore buco in rotazione. In questo momento Johan non ha il controllo dei suoi lanci ed è in balia dei lineup avversari.

Ieri sera non c’è stato neanche il tempo di entrare in partita che Kemp e Cruz lo hanno bastonato nei primi 3 inning. Johan in quel lasso di tempo ha concesso 3 BB, 7 H e 6ER mettendo di fatto nelle mani dei Dodgers la partita. Non è bastata una prestazione degna dell’attacco per rimettere in piedi le cose anche se ci sarebbe molto da discutere anche sulla gestione degli esterni da parte dello staff. Bay era alla sua quinta partita consecutiva dopo il rientro dalla DL ed è riuscito a battere una valida. Valdespin è entrato da PH ed ha battuto l’HR che ha riportato i Mets a -1. La rimonta non si è concretizzate anche perché nel nono Davis, Duda e Turner non sono stati in grado di portare a casa lo stesso Valdespin arrivato in seconda grazie ad un errore di Hairston Jr sull’assistenza in prima.

Giornata di grazia di Murphy che va 4-5 con 2 doppi ma Wright non era in serata e con il suo 0-3 non ha sfruttato il compagno che era sempre in base. Come ci capita molto spesso ormai battiamo lo stesso numero di valide degli avversari ma non concretizziamo la cosa. Purtroppo Ramirez fa entrare un punto che sarà fondamentale anche se sulla corsa di Ethier la responsabilità va divisa anche con Torres che fa un’assistenza poco precisa a Thole che però non controlla al meglio dando all’esterno dei Dodgers il tempo di scivolare male vicino al piatto senza toccarlo per poi alzarsi e con tutta calma camminarci sopra per il settimo punto della serata, quello decisivo.

Lanciano bene Beato, Byirdak e Rauch in una serata in cui il bullpen è messo sotto pressione. Almeno questa è una buona notizia.

Questa sera un improbabile Capuano vs Batista, ore 19.10 italiane.

Finale dolceamaro per la serie contro i Dodgers

July 3rd, 2012 No comments

 

E’ giunta al termine la serie disputata dai Mets in quel di Los Angeles contro i Dodgers. Nelle partite conclusive della sfida, disputate Sabato e Domenica, i Mets hanno portato a casa rispettivamente una bella vittoria e una brutta sconfitta.

Nella gara di Sabato i nostri eroi hanno conquistato il secondo shutout consecutivo con un 5-0 grazie ad una ottima prova di Johan Santana (che si porta sul 6-4) e ad una prova convincente dell’attacco. In grandissima forma Ike Davis autore di un 3 run shot nel sesto inning che ha chiuso definitivamente i giochi.

Domenica, purtroppo, le cose non sono andate così bene.

Nonostante la sfida sul monte a favore dei Dodgers con Kershaw che sfidava il nostro Gee, i nostri sono stati in vantaggio per buona parte dell’incontro. Purtroppo, a causa di una serie di svarioni difensivi (ad opera di Nickeas e Turner), i Dodgers prendono in largo fino a segnare 8 punti, mentre ai Mets ne restano solamente 3 segnati ad inizio partita.

Dunque, un fine settimana fra luci e ombre. Certo, una brutta partita non puo’ cancellare una serie comunque dominata in lungo e in largo. La speranza ora è di chiudere alla grande prima dell’All Star Break, al quale mancano solo 6 partite. Dopo sapremo la verità. Sperando che i Mets evitino, come ormai sono soliti fare, di affondare nella seconda metà di stagione.

New York Yankees 4 New York Mets 6

June 23rd, 2012 No comments

Prima vittoria stagionale dei Mets nelle Subway Series 2012 contro i rivali cittadini degli Yankees. Una vittoria sofferta, carica di tensione, emozionante. Ma andiamo con ordine.

La partita in realtà inizia qualche ora prima del previsto. Frank Francisco, sulle ali dello sweep dei Mets ai danni degli Orioles, rilascia parole di fuoco sugli Yankees: “I can’t wait to face those chickens, I want to strike out the side against them. I’ve done it before.”. Le reazioni ovviamente non tardano ad arrivare, anche se quasi tutti tentano di calmare gli animi.

Con questo clima, e con un’ora di ritardo causa pioggia, finalmente si parte. Sul monte la sfida è fra generazioni: il passato, rappresentato da Andy Pettitte, ed il futuro, rappresentato da Jon Niese.

Nella parte alta del primo Niese concede un paio di baserunner, ma riesce a limitare i danni. Cosa che invece non riesce al veterano degli Yankees nella parte bassa del medesimo inning. 10 Mets vanno al piatto, con 5 punti che entrano. I primi due su un singolo di Turner che porta a casa Cedeno e Wright, i restanti tre su un fuoricampo millimetrico di Ike Davis. Millimetrico perché Swisher riesce addirittura a sfiorare la pallina col guantone, non riuscendo comunque ad evitare che quest’ultima esca dal campo dopo aver toccato la parte alta del muro. Insomma, per una volta gli dei del baseball sono dalla nostra ed è 5-0.

Da qui fino al sesto inning anche Pettitte si stabilizza, e i due lanciatori controllano senza particolari patemi la partita. Nella parte alta del sesto, però. A-Rod batte un tracciante che atterra dritto dritto nella mela in esterno centro: 5-1. Un inning dopo e Andruw Jones non è da meno, con un altro solo shot, stavolta in esterno sinistro. Collins corre ai ripari e chiama dentro Parnell, che riesce a chiudere l’inning.

La parte bassa del settimo segna la fine della strada anche per Andy Pettitte, sostituito da Cory Wade. Proprio Wade, dopo aver messo in base Quintanilla, concede a Wright un doppio profondissimo che porta il punteggio sul 6-2.

Parte alta dell’ottavo e terzo inning con fuoricampo di fila per gli Yankees. Stavolta è il turno di Cano, e la pallina atterra addirittura sullo Shea Bridge. Uno dei fuoricampo più lunghi visti quest’anno al CitiField. Purtroppo per noi, il fuoricampo manda a casa anche Teixeira: gli Yankees sono sotto solo di 2 e sono più pericolosi che mai.

Come nel migliore dei film, si decide tutto nel nono: Francisco sul monte per prendersi la salvezza, gli Yankees pronti a fargli pagare a carissimo prezzo le dichiarazioni rilasciate nelle ore precedenti.

Come al solito, Frank rende il tutto molto interessante. Martin va out su una flyball, Ibanez ottiene un walk e Jeter un singolo: prima e seconda, 1 out e punto della vittoria al piatto per gli Yankees con Granderson, che però va K. L’ultima speranza Yankee svanisce quando Teixeira batte un pop che viene preso con sicurezza da Quintanilla: i Mets vincono.

Quindi, una partita che sembrava finita e che invece gli Yankees hanno riaperto e per poco non riuscivano a vincere. Molto bene Francisco che supporta il suo trash talking con una salvezza sul campo. E bene anche Niese, autore di una buonissima nonostante i due fuoricampo concessi.

Il futuro

Stanotte l’attesa Gara 2. Altra sfida fra generazioni, ma in questo caso invertita: sul monte per gli Yankees andrà il giovane Ivan Nova (9-2), mentre per i Mets il veterano Chris Young (1-1).